3×12 – SOMETHING REAL

Se vi siete persi gli episodi della prima e seconda stagione, cliccate qui: 

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

Volevo inoltre ringraziare tutti per il supporto e per seguire la storia, dai grafici del blog siete davvero tanti! E a proposito di questo, immagino che molti di voi leggano senza commentare… Mi rendo conto che a volte è scocciante, magari siete di fretta, ma io ho veramente bisogno di un vostro feedback, anche saltuario… Giusto per farmi sapere che ci siete, che lo seguite (oppure avete smesso, e se avete smesso perchè), cosa pensate funzioni e cosa no…. Altrimenti la storia non potrà mai migliorare, io non potrò mai migliorare! Grazie ancora a tutti, e buona “visione”!


NEW ORLEANS, OGGI


saletta prove

HANK: Just, prova ad abbassare l’amplificatore…

3B HANK5

Justin si limita ad eseguire, senza rispondere. Mackenzie li guarda alternativamente, con un sopracciglio alzato.

MACKENZIE: Che problemi avete,voi due?

3B MACKENZIE4

HANK: Ce l’ha con me perchè ho chiamato Jessy l’altra sera.

Justin si gira di scatto, irritato.

JUSTIN: E’ il principio.

3B JUSTIN5

MACKENZIE: Che sarebbe? Sentiamo, sono curiosa.

Mackenzie incrocia le braccia, sorride.

JUSTIN: Cos’è, ci siamo coalizzati?

Hank sorride, poi scuote la testa, mentre riprende le bacchette della batteria.

HANK: Hai un problema, Just. Per quanto tu finga di essere innamorato…

MACKENZIE: Forse lo sei. Solo, non della persona con cui stai.

JUSTIN: Siete le ultime persone a poter parlare.

Hank ripensa a Liz, alla sera prima, si trova costretto a dargli ragione.

HANK: Non siamo il gruppo più fortunato della storia, bisogna ammetterlo..

NICK: Cos’è questa depressione?

nick10

Nick entra dalla porta della saletta e si avvicina a loro, sorridendo.

MACKENZIE: Con comodo, eh

NICK: Mi farò perdonare!

Il ragazzo sale sul palco con uno slancio, senza smettere di sorridere.

JUSTIN: E’ impazzito anche lui.

NICK: C’è un’audizione. Il volantino è arrivato oggi, al cinema.

HANK: E per dov’è questa audizione?

NICK: In un pub qui vicino. Il The Spotted Cat.

MACKENZIE: Aspetta, l’ho già sentito… Papà lo nomina spesso. E’ molto famoso nell’ambiente musicale.

JUSTIN: Quand’è l’audizione?

NICK: Quindi ci state?

JUSTIN: Si, cazzo. E’ ora di tornare in pista.

NICK: Fantastico! E’ oggi.

HANK: Cosa? A che ora?

NICK: Oggi pomeriggio. Ce la facciamo a provare un pezzo?

Mackenzie lo guarda, si accuccia vicino all’amplificatore con la chitarra in mano.

MACKENZIE: Nemmeno a chiederlo.




bar2

mamma liz2


Sarah si appoggia allo schienale della sedia, rilassandosi forse per la prima volta dopo giorni, mentre vede Paul prendere posto accanto a lei, in mano due caffè lunghi.

PAUL: Una teoria moderna sostiene che non c’è niente che un caffè non possa risolvere.

Paul
Paul

Sarah lo guarda, sorride mestamente.

SARAH: Anche le problematiche di una figlia che sembra regredita ad una fase adolescenziale?

Paul sorseggia distrattamente il caffè, guardandola preoccupato.

PAUL: Beh, devi anche ricordare che non ha passato un periodo propriamente facile.. La morte del padre, la partenza del fratello per chissà quale motivo…

Sarah si morde le labbra, pensierosa. Non ha ancora parlato a Paul di quella donna, l’ha bloccata l’idea che c’entrasse qualcosa anche suo figlio Ethan. Non vuole dare il messaggio sbagliato, quindi sta aspettando siano tutti assieme per parlarne.

SARAH: Ma infatti io… Credimi, capisco. Capisco la rabbia, capisco l’atteggiamento di chiusura, capisco tutto. Solo…

PAUL: .. Solo?

SARAH: Vorrei fare qualcosa. Qualsiasi cosa. Invece lei me lo impedisce.E non capisco il perchè. E questo mi fa male. 

PAUL: Pensi che ce l’abbia con te?

SARAH: Non lo penso, ne sono sicura. Credo che abbia letto la nostra relazione, in concomitanza con la morte del padre, come una sorta di tradimento…

Paul alza un sopracciglio, scuote lentamente la testa.

PAUL: Non capisco… Mi hai detto che tu e Jhonatan non stavate insieme ormai da anni..

SARAH: Ma infatti è così. E lei lo sa. Non so perchè stia reagendo in questo modo.

Paul prende a guardare il fondo della tazza, mentre si schiarisce la voce.

PAUL: Pensi che… Insomma.. Influisca il fatto che sono il padre di Ethan?

Sarah alza le spalle, abbattuta.

SARAH: Non lo so, come ti ho detto, con me non parla. Ora che c’è Beth…

PAUL: Già, la ragazza di New York. Hai fatto bene.

Sarah sorride lievemente, poi sospira.

SARAH: Lo spero. Temevo di fare l’ennesimo errore, invece ieri sono uscite. Elizabeth non usciva da mesi.

PAUL: So che Ethan non l’ha più vista, infatti.

Sarah si limita ad annuire, poi sente Paul schiarirsi la gola.

PAUL: E.. Se cercassimo di forzare il “caso”?

SARAH: Ovvero?

PAUL: Che ne dici di una cena tutti assieme?




casa interno ethan

3B PETER2


Peter bussa alla camera per la seconda volta, poi, dopo aver alzato gli occhi al cielo, entra in camera del fratello.

ETHAN: Se non rispondo o non invito ad entrare, un motivo ci sarà.

3B ETHAN3

Peter lo ignora, guarda sotto il letto, apre l’armadio. Ethan sbuffa vistosamente, chiude il libro di neonatologia.

ETHAN: Cosa stai cercando?

PETER: Mary. Non vive qui, adesso?

ETHAN: Ma come siamo spiritosi. Che cosa vuoi, Peter?

Lucy, che ha visto finalmente aperta la camera del fratello, entra a sua volta nella stanza.

LUCY: Hai deciso di aprire al pubblico?

Lucy
Lucy

ETHAN: Non posso reggervi entrambi contemporaneamente.

LUCY: Considerando che sono settimane che non ci vedi per più di quarantacinque minuti, penso tu possa fare un piccolo sforzo.

ETHAN: Scusatemi che sto cercando di passare gli esami e velocizzare il mio percorso formativo.

PETER: E Mary che ruolo ha, nel tuo percorso formativo? Aiutarti con anatomia?

Ethan arrosisce, mentre Lucy rivolge al fratello un’occhiata eloquente.

LUCY: Hai finalmente… concluso?

Ethan si alza velocemente dalla sedia, li spinge letteralmente verso la porta.

ETHAN: Se il vostro dubbio era questo..

Peter si svicola, lo rispinge dentro.

PETER: Ehi, fratellino, smettila di fare il duro. Lo sappiamo che sei un cucciolone e che non giaceresti mai con una donna prima..

Ethan gli lancia un cuscino in faccia, che Peter non fa in tempo a parare.

ETHAN: STAI. ZITTO.

Lucy alza gli occhi al cielo, poi tossisce forzatamente.

ETHAN: COSA C’è?

LUCY: Oh, mi chiedevo se Peter te lo avesse già detto.

ETHAN: Peter non mi ha mai dato nessuna informazione utile, da che ho memoria.

PETER: Perfetto, provvediamo.

Peter si siede sul letto del fratello, le mani in grembo.

PETER: Ti ricordi che nostro padre ha una relazione,vero?

La connessione che Ethan fa è evidente a tutti, perchè il volto gli si rabbuia immediatamente al ricordo di Liz e alla loro ultima conversazione.

ETHAN: Come dimenticare.

PETER: Bene, si dà il caso che stasera siamo tutti a cena da loro.

ETHAN: Loro? Cioè Sarah…

PETER: E Liz, sua figlia. Già.




casa liz


liz2 (2)

LIZ: Non esiste. Io stasera esco.

Sarah guarda la figlia, dall’altro capo della tavola, bere unicamente una tazza fumante di caffè nero. Beth sta ancora riposando, al piano di sopra, nella stanza degli ospiti.

SARAH: Non sei uscita per tre mesi…

LIZ: E ora ne ho voglia. C’è qualche problema?

Sarah osserva sua figlia, gli occhi ancora impestati di un trucco scuro, che non le appartiene.

SARAH: Non puoi rinunciare, per una sera?

LIZ: Per vedere Ethan?

SARAH: Per conoscere la famiglia del mio compagno.

Liz scatta dalla sedia, lo stomaco iprovvisamente chiuso.

LIZ: Io quella famiglia la conosco prima di te. E da quel poco che ho visto, non mi piace.

Fa per salire le scale al piano superiore, sente la voce della madre raggiungerla.

SARAH: Elizabeth.

Si volta in direzione della voce, quasi in automatico.

SARAH: Ti prego. Cerca di esserci.




the spotted cat


 

Colonna Sonora – Why Worry (due scene)

I Carpe Diem varcano la soglia del The Spotted Cat, guardandosi attorno. Tantissimi gruppi si zittiscono vedendoli arrivare.

JUSTIN: E’ inutile, per quante cose siano capitate, lo capiscono anche loro che siamo un altro livello.

MACKENZIE: Dopo questa cazzata gli avrai fatto venire qualche dubbio.

Hank sorride, ma in cuor suo dà ragione all’amico. Si guarda intorno, attento.

HANK: Non vedo le The Prettiest.

MACKENZIE: Non le prenderebbero nemmeno se pagassero loro. Ci vorrà un pò di tempo, per far scordare alla città il lato più angelico di Taylor.

NICK: Meglio per noi.

PHIL: Oh no, direi meglio per noi.

3B PHIL3

Hank si gira di scatto, riconoscendo la voce. Phil, con Liam e altri due ragazzi, è dietro di loro e li guarda con il suo solito sorriso strafottente.

LIAM: Siete qui per le audizioni?

Liam
Liam

Justin si limita ad annuire, mentre Hank non distoglie lo sguardo dal frontman degli Shameless.

PHIL: Certo che l’unico membro femminile ve lo siete scelto proprio bene. Un bel salto di qualità. Senza offesa amico, eh.

Liam scrolla le spalle, indifferente al commento.

MACKENZIE: Peccato che non verrei a letto con te nemmeno se fossi l’ultimo uomo sulla Terra.

mackenzie sorride justin

PHIL: Peccato. Ti divertiresti.

JUSTIN: E’ lesbica, bello.

PHIL: Forse dopo non più.

Mackenzie simula un conato di vomito, il che fa sorridere Hank.

PHIL: E come mai non avete cambiato anche batterista, già che c’eravate?

HANK: Perchè si dà il caso che io sia il migliore. E non solo a New Orleans.

Phil alza un sopracciglio, mentre tra i due gruppi monta la competizione.

PHIL: Ah si?

phil smorfia T

HANK: Già. E comunque… Decidi a chi ronzare intorno, e lascia stare le altre.

PHIL: So già a chi ronzare intorno, ma grazie per il consiglio.

HANK: Era una avvertimento.

hank spaccone T

Nick si schiarisce la voce, cerca di smorzare gli animi.

NICK: Comunque, siamo qui per l’audizione…

PHIL: Voi siete qui per l’audizione. Noi siamo qui per il posto.

Hank sorride ora, lo guarda con supponenza.

HANK: Non ci giurerei.

LIAM: Andiamo… La vostra fama vi precede.

NICK: La formazione è cambiata, adesso.

Liam alza le mani, sorride.

LIAM: Ok, allora… Vediamo cosa sapete fare.

Mackenzie lo guarda, l’antico rancore che torna a farsi sentire.

MACKENZIE: Vediamo cosa sapete fare voi, piuttosto. Anche perchè, avete detto bene… Dalla nostra abbiamo anche quel sex appeal che da voi vedo un pò carente..

La ragazza strizza velocemente l’occhio, poi gli dà le spalle. Una voce li raggiunge.

VOCE: Carpe Diem sul palco!

MACKENZIE: Tocca a noi.




NICK: Siamo stati bravissimi!

Hank lo guarda, mentre sorseggia una birra, la stessa sera, nel locale.

HANK: Apprezzo l’entusiamo, ma aspettiamo il verdetto.

MACKENZIE: Non c’è paragone con gli Shameless, comunque. Il posto è nostro.

Justin fa un breve sorriso mentre Clara, accanto a lui, sorride contenta.

3B CLARA2

CLARA: Non mi avevi detto che era andata così bene!

JUSTIN: Ma infatti…

Mackenzie, Nick e Hank si voltano repentinamente verso di lui.

NICK: Come?

JUSTIN: Beh, ragazzi, siamo stato bravi, ma va ammesso. Non sono male nemmeno loro.

HANK: Tu si che sai come festeggiare.

JOSIE: Ma non dovevate festeggiare il superprovino della vita?

josie2

Hank si gira verso la ragazza, appena entrata nel locale.

HANK: Sei venuta.

JOSIE: Ho finito di studiare in tempo..

NICK: Smettila di fingere di essere più intelligente di quello che sei. Non impressioni nessuno.

JOSIE: Ah no? Voi due dovreste impressionarvi, invece.

Josie prende un sorso di birra dal bicchiere di Nick, poi sorride ad entrambi.

JOSIE: Buona. Come si chiama?




LIZ: The Spotted Cat.


camera liz

3B BETH SMILE


 

BETH: E che nome è?

Liz si volta sulla sedia girevole, dove sta provando a truccarsi da sola.

LIZ: E che ne so, mica gliel’ho dato io il nome…

Beth alza le spalle, poi la guarda ammiccando.

BETH: E ci sarà Phil?

LIZ: Boh… Ma magari ci sarà Nick.

Beth, suo malgrado, arrossisce. Poi sente la porta di casa aprirsi.

BETH: Ma… Avete ospiti?

Liz rimane in silenzio, in ascolto. E infine la sente, la sua voce, il suo “buonasera” educato, e le viene voglia di correre giù, di abbracciarlo oppure di schiaffeggiarlo, invece si limita a stringere la matita per gli occhi tra le mani.

LIZ: Nessuno di importante.

BETH: Ma… E’ la voce di Ethan?

LIZ: Beh, io sono pronta.

Beth la guarda alzarsi, andare verso la porta.

BETH: Liz.

Liz la ignora, abbassa la maniglia.

LIZ: Andiamo?

BETH: Liz.

LIZ: Che c’è?

E quando Beth la vede voltarsi vede anche i suoi occhi.

BETH: Liz, se hai bisogno di parlare..

LIZ: Per favore, Beth. Andiamo?




the spotted cat

Dereck
Dereck

 

DERECK: Carpe Diem?

Hank e gli altri si voltano, mentre il gestore del locale, visto nel pomeriggio, li guarda affabili.

MACKENZIE: Si, siamo noi.

DERECK: Potreste seguirmi un attimo dietro il palco?

I ragazzi si guardano, poi annuiscono. Clara e Josie rimangono sedute al bancone, ma Hank prende la ragazza per un braccio.

HANK: Vieni.

JOSIE: Non sono del gruppo..

HANK: E come se lo fossi.

JUSTIN: Già, Clara, vieni anche tu.

Mackenzie, non sentita, alza gli occhi al cielo.

MACKENZIE: “Già, Clara…”…

JUSTIN: Finiscila.

Dereck fa loro strada fino al suo ufficio. Quando apre la porta, all’interno i ragazzi vi trovano gli Shameless. Hank sente montare subito l’irritazione davanti al sorrisino sardonico di Phil.

NICK: Non sto capendo.

Dereck li guarda brevemente entrambi, poi sorride, affabile.

DERECK: Vi ho contattati entrami per dirvi che.. Insomma, i vostri provini ci hanno colpito molto. Inoltre contate entrambi su una certa popolarità…

PHIL: Chi più, chi meno.

HANK: C’è chi è andato a Miami, chi è rimasto a New Orleans.

LIAM: C’è chi è tornato da Miami con la coda tra le gambe sprecando una grande opportunità, chi no.

HANK: Chi ha le corna, chi no.

Liam ha uno scatto improvviso, Phil e il batterista lo trattengono per le braccia, mentre Justin rifila a Hank uno sgruado spazientito.

DERECK: Ehm… Mi pare di capire che non andiate troppo d’accordo..

MACKENZIE: No, decisamente no. Quindi…

DERECK: Quindi è un bel problema perchè… Io vorrei che suonaste entrambi.




casa liz2


 

SARAH: Sedetevi pure…

Sarah sente i passi sulle scale.

SARAH: Ah, sono Liz e Beth.

Ethan vede uscire la madre di Liz dalla sala da pranzo, e si chiede per un attimo se si parli della Beth di New York. Poi i passi si fanno più vicini e lui sente improvvisamente il cuore battergli in gola.

LUCY: Stai calmo,ok?

Sente la mano della sorella cercare la sua sotto il tavolo, il padre che li scruta.

ETHAN: Sono calmo.

PETER: Come no.

SARAH: Eccovi, vi aspett..

Le parole le muoiono in bocca, appena vede la mise della figlia.

LIZ: Stiamo uscendo, non ci sperare.

Beth rimane interdetta sulle scale, mentre Liz supera di gran passo la sala da pranzo. Quello che la famiglia Brown ha modo di vedere è solo una figura vestita di nero.

SARAH: Paul e i ragazzi sono in sala da pranzo…

LIZ: Salutameli. Beth?

Beth rimane sulle scale, senza sapere cosa fare. La madre si gira verso di lei, le fa un cenno di assenso. Liz fa per aprire la porta, ma la mano della madre le blocca l’uscita.

SARAH: Fai come vuoi, Liz. Ma penso che questo atteggiamento debba finire.

LIZ: Cosa vuoi fare? Rinchiudermi? Non chiedo altro.

Sarah lascia la presa, e vede sua figlia dileguarsi nelle strade di New Orleans.




NICK: Ora possiamo brindare,cazzo!

Nick alza i bicchieri, mentre Justin guarda ancora una volta Hank.

JUSTIN: Magari la prossima volta un pò più di maturità non guasterebbe..

MACKENZIE: Oh, smettila di comportarti da papà giudicante, Just. Se lo sono meritato.

JOSIE: Comunque la storia delle corna… Potevi evitarla.

Hank la guarda per un breve istante, poi si porta una mano dietro la testa, a mò di scuse.

HANK: Hanno iniziato loro. E poi quel Phil mi sta proprio sul cazzo.

MACKENZIE: Chissà perchè.

Josie guarda brevemente Hank, e quando il ragazzo ricambia lo sguardo lei sposta il suo.

JUSTIN: Beh, cerchiamo di tenere a bada le nostre antipatie, visto che dovremo lavorare insieme…

HANK: “Serate alterne” non è “insieme”.

NICK: Comunque capiterà di incontrarci nei camerini. O alle serate, come stasera.

Hank incrocia le braccia, mentre distoglie lo sguardo dagli amici.

HANK: Non sono obbligato a farmelo piacere. Ma sarò professionale.

NICK: Ehi, bello, io ti capisco, ok? Se fossi nella tua posizione…

MACKENZIE: Liz.

NICK: Si, lo so che si parla di lei..

JUSTIN: No, c’è Liz. Con Beth.

Tutto il gruppo si gira, le vede all’entrata.

MACKENZIE: E’ rimasta emo.

CLARA: Come biasimarla, poveretta..

JUSTIN: Vogliamo andare a salutare o rimaniamo qui come degli idioti?

Ma Hank non ascolta nessuno, si limita a guardarla per un istante. Poi, senza dire niente, avanza verso di lei.

MACKENZIE: Andiamo tutti…

NICK: No, aspettate un attimo. Ci penso io.

A Nick non sfuggono le labbra di Josie, improvvisamente assotigliatesi.




 

Colonna Sonora – Something Real (3 scene)

BETH: Tua mamma non c’entra niente..

liz punk4

LIZ: Lo so, che non c’entra niente.Beth. Lo so eppure faccio fatica ad accettare un’altra persona dopo appena tre mesi da… Per di più in casa. Per di più il padre del ragazzo che mi piaceva. E’ così complicato?

Beth alza le mani, scuotendo la testa.

BETH: No, non lo è… Però sai anche che questo rancore non fa bene a nessuno..

LIZ: La canna non cura anche questo?

Suo malgrado, Beth sorride. Poi si fa seria, mentre guarda un punto indistinto dietro Liz.

BETH: Oddio. O sto sognando, o Hank e Nick stanno venendo verso di noi. Solo loro due.

LIZ: Cosa?

BETH: Non c’è tempo. Girati.

E Liz fa appena in tempo a voltarsi e finalmente lo vede, a poche decine di metri da lei. E il cuore prende a battere all’impazzata, tanto che per un attimo la ragazza si chiede se non sia l’ennesimo attacco di panico. E’ una domanda che dura un solo istante, perchè in realtà sa benssimo di cosa si tratta.

HANK: Ehi.

LIZ: Ehi.

Si guardano un attimo,entrambi chiedendosi cosa dire. E soprattutto come.

NICK: Ciao, Liz.

Liz sorride al ragazzo, anche se distoglie a fatica gli occhi da Hank.

LIZ: Ciao, Nick.

NICK: Beth….

BETH: Ci stiamo incontrando spesso, ultimamente.

Nick sorride, divertito dall’ironia della ragazza.

NICK: Ma… O ti vedo con due birre in mano, o senza nessuna. Non hai vie di mezzo.

Beth sorride a sua volta, capendo il messaggio nascosto.

BETH: Rimediamo. Dopo di te.

Si allontana con Nick, dopo aver lanciato un ultimo sguardo all’amica. E poi rimangono loro due, soli.

HANK: Ti vedo..

LIZ: Diversa?

Lo dice così, alzando un sopracciglio, con un mezzo sorriso, pronta all’impellente giudizio.

HANK: Già.

Liz si limita a stringersi nelle spalle, in quegli abiti che non sente suoi e per questo le piacciono tanto.

HANK: Però ti trovo bene.

LIZ: Anche io. Mi trovo bene.

Hank la guarda brevemente, poi improvvisamente sorride, ricordando una conversazione uguale due anni addietro.

hank sorride T

HANK: Ma … Ecco… Stai meglio?

Liz si irrigidisce, anche se sa che doveva aspettarselo.

LIZ: Certo, tutto passato.

Hank la scruta, non nota il sarcasmo nella voce della ragazza.

HANK: Sicura? Se hai bisogno…

LIZ: Hank, ne dobbiamo parlare per forza?

HANK: No, certo…

LIZ: Perfetto, allora. Parliamo di Josie.




josie guarda hank con liz


Josie distoglie gli occhi dalla scena, si allontana dal bancone e guarda gli altri.

JOSIE: Io vado a fumare una sigaretta.

Gli altri la guardano allontanarsi, mentre Clara la osserva perplessa.

CLARA: Non sapevo che fumasse..

NICK: Infatti, solitamente non fuma. Scusatemi..

Justin guarda il suo cantante seguire Josie fuori dal locale, lasciando Beth al bancone con gli altri.

JUSTIN: La vedo ancora più complicata di quanto sembrava.

A Mackenzie non sfugge lo sguardo di Beth.

MACKENZIE: Puoi dirlo forte, Just. Questa cosa sta diventando un pentagono di amori non corrisposti.





 

NICK: Lei sarà sempre lei.

Josie si gira, la sigaretta tra le dita, e senza chiedere niente sa già di chi sta parlando Nick.

NICK: Non importa con quanta gente la vedrà stare, Liz sarà sempre Liz. Lo sai?

nick parla2

JOSIE: Io… Io non voglio prendere il posto di nessuno, Nick. Io non voglio essere lei. Ma… Semplicemente me stessa.

NICK: E credi che basterà?

Josie lo guarda, inarca le sopracciglia.

JOSIE: Pensi che io non sia abbastanza?

NICK: Non sto parlando per me, Josie, lo sai.

Josie gli rivolge un sorriso triste, poi spegne la sigaretta sotto il piede.

JOSIE: Voglio solo provare a scoprirlo.

josie triste

Poi entra dentro, lascia Nick solo nella sera. Uno schiarimento di voce lo fa girare.

BETH: So riconoscere un due di picche, quando ne vedo uno.

Nick la guarda, non nega nemmeno, ormai l’hanno capito tutti tranne Josie.

NICK: Con Hank non c’è confronto.

Beth strabuzza gli occhi, mentre pensa che il confronto c’è eccome.

BETH: Oddio, un due di picche per colpa di Hank? Se lo sapesse Liz…

Nick la guarda, gli occhi improvvisamente accesi.

NICK: Si, diglielo, così glielo strapperà via. E lei smetterà di farsi del male.

Beth si appoggia alla parete del locale, accanto a lui, fa un breve sospiro.

BETH: Non ho intenzione di dirle proprio niente, invece. Liz ora sembra stare finalmente bene, e… Ne aveva bisogno.

Nick si volta a guardarla, fa un sorriso triste.

NICK: Bene, che siano tutti felici, che inseguano la loro serenità. Io mi limiterò a guardarli appoggiato a questa parete per tutta la vita.

nick serio foto

Beth lo guarda a sua volta, fa un sorriso ironico.

BETH: Li possiamo guardare da qui assieme, se vuoi. Ma solo se hai una cartina lunga.

Nick la guarda, ritrovando il suo sorriso.

NICK: Sfondi una porta aperta.




HANK: Perchè dovremmo parlare di Josie?

LIZ:Perchè…

Liz cerca un modo per avere informazioni su Nick e Josie senza svelare nulla di quello che le ha detto Beth.

LIZ: La vedo sempre con voi, e mi chiedevo… Il suo ragazzo non sarà geloso?

HANK: Tra noi non c’è nulla, Liz. Ma nel caso… Non potresti biasimarmi.

Liz lo guarda senza capire.

LIZ: No, certo che no…Non stavo insinuando niente.

Hank abbandona la difensiva,la guarda senza capire.

HANK: Pensavo che..

In quel momento Justin, seguito da Clara e Mackenzie, si avvicina ai due.

JUSTIN: Liz! Quanto tempo!

Liz si fa abbracciare dall’amico, nell’esatto momento in cui Ellie e Jessy entrano nel locale.

3B ELLIE

ELLIE: Tutto bene stasera? Abbiamo dato fondo al mobiletto degli alcolici di papy, o siamo sobrie?

JESSY: Finiscila. Per una sera che mi sbronzo..

3B JESSY7

ELLIE: Mmm, definiscimi il lasso temporale che tu comprendi con il termine ” una sera”.

Jessy alza gli occhi al cielo, poi guarda l’amica.

JESSY: Non sono un’alcolizzata, se è questo quello che ti preoccupa.

ELLIE: Sono preoccupata dal tuo modo di reagire alle cose.

JESSY: Non è quello che si dice un periodo facile.

ELLIE: Sono appena stata scaricata dalla mia ragazza, che nemmeno risponde ai messaggi, eppure non vedo un brandy nascosto nella mia borsetta.

JESSY: Senti Ellie, sono l’ultima persona di cui puoi criticare le reazioni. Liz ha deciso di ignorarci, di portarsi la coinquilina da New York, di…

ELLIE: Di abbracciare Justin.

JESSY: Di abbracciare… Cosa? Che dici?

ELLIE: Sta abbracciando Justin.

Jessy vede Liz e Justin salutarsi, poi Liz parlare con il ragazzo, Hank, Clara e Mackenzie. E sente qualcosa dentro rompersi, un moto d’insofferenza per tutta quella situazione.

JESSY: Quindi il problema siamo noi?

Ellie si limita a tacere, anche lei senza parole.

JESSY: Io mi sono stancata.

Si avvicina agli altri prima che Ellie possa dirle qualsiasi cosa.

JUSTIN: Allora, come stai?

Ancora quella domanda. Ancora quell’espressione, come se fosse un oggetto fragile, come se tutti si aspettassero di vederla crollare da un momento all’altro.

LIZ: Sto come ieri, grazie.

Cala un momento di silenzio, in cui Liz capisce di essere stata troppo acida, e cerca le parole da dire per scusarsi. Poi la voce di Jessy le arriva distinta, vicina, ferita.

JESSY: Buonasera a tutti… Ciao, Liz.

Liz si gira, e la guarda, vede Ellie dietro di lei.

LIZ: Ciao, ragazze.

JESSY: Posso parlarti?

LIZ: Sinceramente ora non ne ho molta voglia.

JESSY: Liz..

LIZ: Io.. Vado a cercare Beth.

HANK. Aspetta…

LIZ: Ci vediamo tra poco, ok?

Hank la guarda allontanarsi, impotente, proprio nel momento in cui Josie rientra nel locale.

HANK: Sei una stupida!

Ellie fulmina Hank, che la ignora, continua a guardare Jessy.

JESSY: Non hai l’esclusiva su di lei. Ho più cose da chiarire io, di te.

HANK: Beh, è chiaro che non le vuole chiarire.

JESSY: Beh, è chiaro che non moriva nemmeno dalla voglia di stare con te, considerato che ha usato una scusa..

HANK: Non ha usato una scusa, Jessy. Sei bastata tu.

JUSTIN: Hank, dai…

justin sbuffa

HANK: No, non le parlo da tre mesi e lei rovina tutto..

JESSY: Nemmeno io le parlo da tre mesi..

HANK: E chissenefrega!

JUSTIN: Hank, smettiamola..

HANK:No, tu smettila di difenderla sempre!

Nel gruppo cala il silenzio, intervallato solo dal piede di Clara che tamburella nervosamente sul pavimento.

JESSY: Grazie per la comprensione, Hank.

Ellie la vede dirigersi al bancone.

ELLIE: Vado con lei..

HANK: Fantastico. Grandissima serata. Io vado a cercae Liz.




Liz cerca Beth, la trova vicino alla parete del locale. Con Nick. Sorride quando vede cosa stanno fumando, ma decide di non intromettersi. Affrontarli tutti insieme è stato più dura del previsto. C’è Hank, i sentimenti contrastanti che prova per lui, Jessy, la sua migliore amica da una vita, e poi ci sono tutti gli altri, i loro sguardi, i loro giudizi, la loro pietà.

PHIL: Ci hai preso gusto ormai.

Liz si gira di tre quarti, trova il ragazzo dietro di lei.

LIZ: Tu sbuchi sempre all’improvviso?

PHIL: E tu ti nascondi sempre dai tuoi amici?

Liz lo guarda contrariata, infastidita dall’essere così chiara.

PHIL: Si può sapere il motivo?

LIZ: No.

Phil fa spallucce,poi si accende una sigaretta, le mani a coppa sull’accendino.

PHIL: In ogni caso, è chiaro che non ti stai divertendo. Quindi..

Lo vede allontanarsi di qualche decina di metri, poi girarsi verso di lei.

phil sguardo 3

PHIL: Vieni?

LIZ: E dove?

PHIL: E’ importante?

Liz incrocia le mani sul petto.

LIZ: Abbastanza, considerato che non ti conosco, e di là ci sono gli altri..

PHIL: Come fai a diventare un’altra persona se continui a comportarti come sempre?

Liz lo guarda, ora meno sicura. Phil fa il suo sorriso storto, le tende la mano.

PHIL: Andiamo. Non ti mangio.

LIZ: In ogni caso, saprei difendermi.

PHIL: Sei in una botte di ferro, allora.

 




ELLIE: Direi basta.

Jessy guarda il cocktail sgusciargli via di mano.

JESSY: Cosa sei, mia madre?

ELLIE: Mi ci stai costringendo.

JESSY: E’ il secondo. Sono sobria.

ELLIE: Disse quella che l’altro giorno si vomitava sulle scarpe.

Jessy alza gli occhi al cielo, poi si guarda intorno.

ELLIE: Ti ha difeso.

Jessy sobbalza alla frase, ma finge indifferenza.

JESSY: Chi?

ELLIE: Mago Merlino.Justin. Lo sai.

JESSY: Questo non significa niente.

ELLIE: Si è messo nei casini. Clara era lì.

JESSY: Vedi sopra.

ELLIE: Come ti pare.

Ellie sorseggia il cocktail, poi guarda l’amica ammirata.

ELLIE: Buono. Cos’è?

JESSY: Vodka lemon pestato. Potrei riaverlo?

ELLIE: Ancora un sorso..

Poi si ferma, nella folla intravede Terry.

ELLIE: C’è Terry.

JESSY: Già, mi sembra lei..

ELLIE: Arrivo subito,ok?

Jessy alza le spalle.

JESSY: Ok, ma lascia qui il cocktail.




Colonna Sonora – Don’t Look Back in Anger (tre scene)

NICK: Da quanto fumi?

BETH: Da un pò. E tu?

NICK: Da un pò. Pò pò pò.

Beth ride, la testa leggera.

BETH: Direi che potrei utilizzare la stessa unità di misura, in verità.

NICK: Non c’è niente che una bella canna non possa risolvere.

BETH: Lo penso anche io.

I due vedono arrivare Hank, spaesato.

HANK: Ma .. Liz?

BETH: Io non l’ho vista…

NICK: Idem.

HANK: Fantastico. Grazie, Jessy.

Beth lo guarda senza capire.

BETH: Jessy..?

Ma Hank li ignora entrambi, torna nel locale.

NICK: Direi che è meglio rientrare.

BETH: Ma si, certo.

Nick la guarda, sorride a mò di scusa.

NICK: Sono preoccupato per lui..

BETH: Per lui… O per Josie?




new orleans2

LIZ: E ora?

PHIL: E ora, solitamente, le brave ragazze mettono la cintura.

Liz si ferma, con la mano a mezz’aria, la cintura stretta nel pugno. La lascia lentamente scivolare via.

LIZ: Dove stiamo andando?

PHIL: Non è importante, fidati.

Liz, suo malgrado, sorride, un pò istericamente.

LIZ: Solitamente, quando si sale in macchina, la meta si sa.

PHIL: Io non sempre.

Liz lo scruta, sul sedile del passeggero, ma non dice niente. Aspetta una spiegazione.

PHIL: Ogni tanto prendo la macchina, e vago. New Orleans è bellissima, ma noi siamo così abituati a viverci che guardiamo sempre le stesse cose, dalla stessa prospettiva.

LIZ: Vuoi farmi credere che è un viaggio interiore?

PHIL: Una specie.

Liz sorride ironica, poi sente una leggera brezza notturna provenire dall’alto. Alza la testa, vede il tettuccio della macchina ritrarsi lentamente per lasciare spazio al cielo stellato.

PHIL: Non ti ho proposto di non mettere la cintura senza un motivo.

Liz lo guarda, vede Phil farle l’occhiolino di sbieco.

PHIL: Sotto sotto, sono un bravo ragazzo anche io.

LIZ: E cosa dovrei fare?

Phil alza le spalle, gli occhi fissi sulla strada.

PHIL: Quello che vuoi. Puoi fare tutto, oppure niente. Puoi rimanere seduta qui, oppure al..

Phil si blocca, si ritrova a sorridere, mentre vede Liz alzarsi in piedi sul sedile e sporgersi fuori con il busto. La vede stendere le braccia al cielo, dentro la città illuminata dai lampioni,  la vede sorridere,e capisce che si sente viva, che si sente libera.

liz ride to phil




Jessy finisce il suo secondo drink, poi vede Justin passarle accanto con Clara, rivolgerle un’occhiata veloce e girarsi. Non ce la fa più, non sopporta più quella situazione. Ripensa a Liz, al modo in cui è scappata.

JESSY: Non potrai scappare per sempre, Liz…

E per un attimo viene colta dall’assurda paura che invece sia possibile. Che la sua amica possa sfuggirle per sempre, possa negarle per sempre un confronto. E allora lo fa, segue l’istinto. Abbandona la sedia e si dirige fuori dal locale.




ELLIE: Ehi, Terry!

Terry si gira lentamente, l’ha già vista ma non voleva parlarle. Taylor, accanto a lei, rivolge ad Ellie un sorriso tirato.

3B TERRY

TAYLOR: Guarda guarda. Il figliol prodigo è tornato.

taylor3

ELLIE: Risparmiati le cazzate, Taylor.

TERRY: Ehi. Calmiamoci, ok?

Ellie incassa il colpo, sa che ha sbagliato.

ELLIE: Ok. Vorrei parlarti… Si può?

TAYLOR: Mi pare che sia dotata di orecchie.

ELLIE: Mi pare che qui ce ne siano due paia in più.

TERRY: Nessun problema.

Terry si gira verso Taylor, le rivolge un’occhiata chiarificatrice.

TERRY: Arrivo subito.

Terry segue Ellie poco distante dalla folla, vicino ai camerini.

TERRY: Dimmi.

ELLIE: Volevo parlarti dell’altra sera…

TERRY: Non c’è niente da dire, Ellie.

ELLIE: Invece c’è. Eccome.

Terry rimane in attesa, la guarda seria.

ELLIE: E’ vero, lo sapevo. Relativamente da poco, a dire la verità, e non sapevo la natura della cosa, ma si, lo sapevo. Mi dispiace per questo. Mi dispiace se hai pensato che avessi scelto Mackenzie al posto tuo, perchè lei non c’entra niente, sul serio.

TERRY: A me non sembra…

ELLIE: E invece si. C’entra solo Taylor, e il fatto che è una cagna.

Terry si irrigidisce, la guarda duramente,.

TERRY: Io non la vedo così, Ellie.Quello che avete fatto..

ELLIE: Quello che hanno fatto.

TERRY: …Quello che hanno fatto è stato ingiusto. Abbiamo pagato tutte, e ci siamo fatte sfuggire un’opportunità. Per me è importante suonare.

ELLIE: Lo so. Lo è anche per gli altri.

TERRY: Non stiamo facendo una gara a chi ci tiene di più.

ELLIE: Quello che mi preme che tu sappia, è che io tengo a te.

Terry rimane un attimo in silenzio, poi Ellie vede le braccia della ragazza abbandonarsi lungo i fianchi.

TERRY: Anche io ci tengo, ok? Solo che… Ci vuole tempo.

Ellie la guada, poi annuisce.

ELLIE: Lo so. Aspetterò.

Terry fa un debole sorriso, poi si volta nella direzione di Taylor.

TERRY: Ho lasciato Taylor da sola…

ELLIE:E io Jessy, cavolo!

Si gira verso il bancone, ma l’amica non c’è più.

ELLIE: Oddio.

TERRY: Cosa?

ELLIE: Non c’è più.

Ellie prende il telefono, digita freneticamente il numero dell’amica.

JESSY: Ellie.

ELLIE: Dove sei?

JESSY: Quasi a casa di Liz.

ELLIE: Cosa?




giardino liz


 

Ethan, Peter e Lucy ringraziano Sarah, che li ha accompagnati fino alla porta, poi seguono il padre verso la macchina.

LUCY: Sarah è simpatica. Mi piace.

PETER: Si, concordo. E bravo papà.

Paul sorride, mentre la famiglia si avvicina alla macchina.

PAUL: Sono contento che vi sia piaciuta. Non era particolarmente in forma, stasera..

PETER: Già.. Liz non è rimasta a cena.

Ethan contrae la mascella, ripensa al modo in cui la ragazza è letteramente fuggita, senza nemmeno salutarlo. Non la vede da tre mesi, e vorrebbe raccontarle un sacco di cose, vorrebbe chiederle come sta. E invece..

LUCY: Ma… Non è Liz, quella?

PETER: Pare di si. Ma il ragazzo? Chi è?




 

LIZ: Quindi ora sai perfino dove abito.

PHIL: Un’informazione che utilizzerò. A tuo rischio e pericolo.

Liz sorride, mentre si ferma sul vialetto di casa, si volta verso il ragazzo, trovandoselo davanti.

LIZ: Comunque… Non sei come vuoi far sembrare.

PHIL: Perchè, come voglio sembrare?

LIZ: Qualcosa di diverso da quello che sei.

PHIL: Non è ciò che stai cercando di fare anche tu?

Liz lo guarda un attimo, poi si trova costretta ad annuire.

LIZ: Già. La cosa non mi sta riuscendo troppo bene, però.

PHIL: Beh, io non ti conosco ma.. Prima, in macchina. Mi sembravi vera.

Liz ripensa alla sensazione del vento in faccia, la cosapevolezza di aver lasciato tutti i drammi di quegli ultimi mesi alle spalle, in quel momento lontani da lei.

LIZ: Beh, è vero. Lo ero.

Arrosisce leggermente, senza sapere perchè, e si volta verso casa. Lì, sui gradini, trova Jessy.

PHIL: A quanto pare il passato torna a bussare alla tua porta.

LIZ: Non ha mai smesso di farlo.

PHIL: Io allora tolgo il disturbo…

Liz si volta nuovamente verso di lui, lo vede incamminarsi verso la macchina.

LIZ: Phil!

Il ragazzo si gira, le mani in tasca, la guarda curioso.

LIZ: Grazie.

phil smile2

 

Le risponde con un occhiolino, poi si allontana con il suo passo sicuro.




ETHAN: Non mi è nuovo.

LUCY: Chi?

ETHAN: Quel ragazzo.

Stanno tornando a casa, e Ethan, nei sedili posteriori con la sorella, ripensa alla scena vista poco prima. Liz che scende dalla macchina di un ragazzo che ha già visto da qualche parte, ma non ricorda dove…

ETHAN: Alla serata con Mary!

Peter, nel sedile anteriore, sobbalza.

PETER: Cosa?

ETHAN: Il ragazzo che era con Liz. L’ho visto ad una serata dove andai con lei e Mary.

PETER: Sei uscito con due ragazze contemporaneamente?

Ethan lo guarda dallo specchietto, scuote la testa.

ETHAN: Ma no, Mary lo sapeva, avevo litigato con Liz e volevo fare pace…

PETER: E le hai proposto di uscire con te e Mary.

ETHAN: No, le ho proposto di uscire e basta. Mary si è aggiunta dopo. Le cose tra noi non erano ancora chiare…

PETER: Pensa quanto lo saranno sembrate per Liz, che pensava di uscire da sola con te.

Ethan fa per rispondere, poi ripensa a quella serata, al modo in cui Liz si era comportata, anche alla luce di quello che gli aveva detto a New York… Peter si gira di tre quarti, lo guarda sorridendo.

PETER: Fammi indovinare, non ci avevi mai pensato.

peter sopracciglio

ETHAN: Io…

PETER: Per forza ti odia. Ti odierei anche io.

Paul rivolge un’occhiataccia al suo figlio maggiore, mentre Lucy gli pizzica un braccio.

PETER: Ehi, ehi, calmi… Scherzavo…

Ma Ethan rimane in silenzio, mentre si domanda quante altre volte deve aver sbagliato.




Colonna Sonora – Demons (due scene)

Jessy si alza dai gradini di casa di Liz, mentre l’amica la guarda, svogliata.

LIZ: Cosa vuoi, Jessy?

JESSY: Parlare. Per favore, smettila di scappare.

LIZ: Scappare? Perchè dovrei? Pensi che abbia paura di un confronto? Sei tu che dovresti averlo.

JESSY: Io so benissimo che ho sbagliato. So che tuo fratello..

LIZ: No, Jessy, tu di mio fratello non sai niente. Non sai come è stato male, non sai come sta ora, non sai come si è sentito nel vedersi crollare tutto addosso…

Liz si interrompe, vede arrivare Ellie. Le guarda entrambe, sprezzante.

LIZ: Cos’è, hai portato i rinforzi?

JESSY: Volevo parlarti da sola, in realtà.

Ellie le guarda alternativamente, alza un sopracciglio.

ELLIE: Ho pensato fosse meglio esserci.

JESSY: Mi dispiace, Liz. Nemmeno lo sai, quanto mi dispiace, perchè non mi hai dato modo di fartelo sapere.

LIZ: Ah, ora la colpa è mia?

JESSY: No, ma non è nemmeno mia. Le cose capitano, le persone si lasciano e mi dispiace che sia stato con tuo fratello, ma …

LIZ: No, Jessy, dispiace a me. Dispiace a me che tu abbia usato Lucas per capire che era Justin la persona con cui volevi stare davvero, e mi dispiace che mio fratello si sia fatto fregare. Ma te lo avevo detto, ti avevo detto di evitare di usare mio fratello come chiarificatore del tuo grande amore, e tu hai rischiato lo stesso. Ora dovrai affrontare le conseguenze delle tue azioni, perchè io non ho intenzione di passarci sopra.

JESSY: Quindi hai intenzione di tenermi fuori dalla tua vita? Hai intenzione di eliminarmi completamente? Dopo tutto quello che siamo state l’una per l’altra?

Liz alza le spalle, poi la guarda, dura.

LIZ: Non so cosa dirti. Le cose cambiano, Jessy.

Jessy sente montare una strana rabbia.

JESSY: Già, me ne sono accorta.

LIZ: Non puoi biasimarmi, mi dispiace.

JESSY: E invece posso eccome, Liz.

ELLIE: Jessy…

JESSY: No, non ho intenzione di sentirmi ancora più in colpa di quanto già non mi senta. Ho fatto un errore, e allora?

LIZ: E allora? Beh, è stato comodo usare mio fratello..

JESSY: Io lo amavo, Liz!

Jessy sente le lacrime scorrerle sulle guance ancora prima di poterle fermare. Liz la guarda spiazzata, senza sapere come rispondere.

JESSY: Io lo amavo. Non come amo Justin, ma me ne sono innamorata. E non sai nemmeno quanto avrei voluto esserci per lui, per voi, in questi mesi. Ma mi hai voluto lasciare fuori e io l’ho accettato, perchè lo sai, l’ho sempre fatto. Ma non accetto che tu mi dica quello che posso aver provato o meno..

LIZ: Beh, Jessy, io non ti credo.

ELLIE: Liz.

Liz si gira verso Ellie, in attesa.

ELLIE: Non serve infierire.

LIZ: Ci siamo schierate?

Ellie rimane spiazzata, poi scuote la testa.

ELLIE: Non ci sono fazioni…

LIZ: E invece ci sono eccome. Hai fatto la tua scelta, l’avete fatta entrambe. Ora sono stanca, quindi se non vi dispiace..

Liz si volta velocemente, fa per aprire la porta di casa. Jessy la guarda, ora arrabbiata, con l’unico obbiettivo di ferirla.

JESSY: E tu, Liz? Tu come ti stai comportando?

Liz la guarda, gli occhi ridotti a fessure.

LIZ: Io?

JESSY: Già, come si chiama pure?.. Phil.

LIZ: Cosa cazzo c’entra ora lui?

JESSY: Tu sei innamorata di Hank, Liz. E non te lo devo dire io. E lui a cosa serve? A rallentare l’inevitabile ricongiungimento tra voi due? L’unica differenza tra noi due è che Phil non è mio fratello, Lucas si. Ma non sei diversa da me.

Liz rimane con le chiavi a mezz’aria, senza sapere cosa dire. Jessy la guarda ancora una volta, poi per la prima volta gira le spalle alla sua amica, seguita da Ellie.




JOSIE: Grazie per il passaggio.

Hank annuisce mestamente, mentre la ragazza fa per scendere dal sedile anteriore. Poi ci ripensa.

JOSIE: Hank…

HANK: Non ne voglio parlare,ok? Non ne voglio parlare più. Mi sono stancato anche solo di  pronunciare il suo nome.

JOSIE: Non voglio parlare di lei. Voglio parlare di te.

Hank alza lo sguardo, curioso.

HANK: Di me?

JOSIE: Si, di te. Della persona che sei, Berckley.

HANK: Cioè un coglione.

JOSIE: Cioè una persona che non abbandona gli altri nei momenti difficili. Che offre un aiuto, o anche solo una spalla su cui piangere.

HANK: Che viene prontamente respinta.

JOSIE: Ma quello che importa è che tu lo faccia.

HANK: A chi importa?

JOSIE: A me.

Hank la guarda dubbioso, Josie si affretta a spiegare, anche se è in imbarazzo.

JOSIE: Mi sono ricreduta, su di te. Non pensavo fossi così.

Ora Hank sorride, mentre la guarda scendere dalla macchina.

HANK: Perchè, come sono?

JOSIE: Un bravo ragazzo.

HANK: Lo prendo come un complimento.

josie smile

Josie sorride, poi chiude lo sportello, lo saluta con la mano. Hank la guarda allontanarsi, e per un attimo pensa che senza quella ragazza quei tre mesi sarebbero stati l’inferno. Si sporge dal finestrino.

HANK: Grazie!

JOSIE: Non ho mai detto che era un complimento!

HANK: Non ti sto ringraziando per quello!

E la lascia così, che lo guarda allontanarsi in modo dubbioso, e fa il primo vero sorriso della serata.


NEW YORK, OGGI


hall-hotel albergo

lucaspresentazione

Lucas aspetta nella hall, impaziente. Nella tasca dei pantaloni, la foto di Michelle, rubata all’album della soffitta. Lo vede scendere dalle camere, si alza in piedi per farsi vedere.

Andy
Andy

ANDY: Lucas… Come stai?

Lucas si lascia abbracciare, il ricordo del chitarrista di suo padre in molti, seppur vaghi, ricordi d’infanzia.

LUCAS: Potrebbe andare meglio.

Andy lo guarda, fa un sorriso comprensivo, poi gli scompiglia i capelli.

ANDY: Immagino. Ci prendiamo un caffè?

Poco dopo, nel bar dell’albergo.

ANDY: Devi scusarmi.. Non posso uscire molto..

LUCAS: Tranquillo, ci sono abituato. Nemmeno papà poteva passeggiare tranquillo per strada.

Andy fa un breve sorriso, poi lo guarda interessato.

ANDY: Ma.. c’è qualcosa di cui volevi parlarmi?

LUCAS: In realtà, si.

Lucas si fruga in tasca, intanto continua a guardare l’uomo.

LUCAS: Ti ricordi la donna di cui ti ho parlato? Michelle Charity…

ANDY: Certo, come no..

LUCAS: Mi hai detto che non la conoscevi.

Andy scuote la testa, deciso.

ANDY: No, infatti…

LUCAS: Però, l’altra sera… Ho trovato una foto di lei e papà. Penso ad un concerto.

Andy corruga le sopracciglia, confuso.

LUCAS: Te la faccio vedere.

Lucas gli porge la fotografia, mentre vede la ruga creatasi sulla fronte di Andy distendersi, e gli occhi farsi sicuri.

ANDY: E’ Misha.

LUCAS: Misha?

ANDY: L’abbiamo sempre chiamata così, non ho mai saputo il suo vero nome.

LUCAS: Quindi la conosci?

ANDY: Certo che la conosco, era una groupie della band.

lucas sguardo serio

LUCAS: Una groupie? Cosa può essere successo per..

ANDY: Non era solo una groupie. In realtà… Ha avuto una relazione con tuo padre.

Comments

comments

11 thoughts on “3×12 – SOMETHING REAL

  1. ahahahaha Ma ora io come faccioa rispondere a questo commento immenso?
    Sul fatto che fossi Jestin non avevo dubbi (chissà perchè ) quindi non ho niente da aggiungere… Sul pentagono formatosi, beh, secondo me soffriranno in tanti, non solo Josie… Anche perchè a mio parere ora quelli che soffrono di più sono Nick e Hank, entrambi non considerati dalle rispettive “muse” XD
    Riguardo la reazione di Liz beh, si era capito che aveva reagito in modo molto eccessivo alla morte del padre, ma è anche vero che anche prima di essa non era proprio la persona più felice di questo mondo quando ha saputo che la madre usciva con un altro… Quindi la scomparsa di Jhonatan ha solo alimentato il fastidio, e tra le due le ha dato una “giustificazione” alla sua reazione egoista… Ora Liz è così, forse rinsavirà, ma è chiaro come la compagnia di Phil ora non possa che farle bene…
    Aahhahaha Peter è un personaggio che a me piace tantissimo! (dopo Justin e Mackenzie c’è lui ahahah) vedrai che lo rivaluterai anche tu, anche solo perchè è LEGGERMENTE più sveglio del fratello XD
    Aspetto un commento alla prossima, per farti perdonare!

  2. Vediamo, da dove incominciamo……… BENTORNATA PITTACHANNEL E SCUSA IL RITARDO :* Complimenti per i casini che ci stai proponendo!!! Innanzitutto è arrivata la scialuppa di salvataggio per liz, sotto forma di beth ovviamente… la povera stella che si è presa una cotta per nick (TI CAPISCO SORELLA), il quale ha gli occhi offuscati dalla bella josie….che a sua volta non si fuma minimamente quel manzo di nick, ma va dietro a hank come una pecorella nonostante quest’ultimo sia ancora palesemente e irrimediabilmente innamorato di liz, ed eccoci tornati al punto di partenzaaaa!!! 😀 La nostra liz, come ti avevo accennato non mi sorprende il suo nuovo lato dark, chissà come mai assomiglia a qualcuno! Il giochino che sta portando avanti con Phil è interessante, sicuramente la fa sentire viva e desiderata da qualcuno che non conosce la sua storia e che vuole viverla così come viene, sul momento, qualsiasi cosa succeda….è una sensazione fantastica, liberatoria…ma sicura che poi non se ne pentirà? cosa farà hank se succede qualcosa?? drammi su drammi con josie, e nick poi con chi si sfoga???? con beth (che poverina, è stata abbandonata fuori dal locale cosi, iniziamo malisssssssimo)??? aaaaaaaaaah che macellooooooooooo…………tutti questi amori non corrisposti mi fanno sentire male….in questo momento la persona per la quale provo più dispiacere di tutti in questo FOLLE quadretto è josie. Probabilmente verrà usata e poi scartata….perchè Hank e Liz alla fine torneranno, lo so…in ogni caso, phil mi piace da matti!!!!!!!!!
    Per quanto riguarda Ellie (che sto scoprendo sempre di più come il mio personaggio preferito), mi ha fatto una gran tenerezza con terry ed ero super felice per lei! Ma la magia è finita in fretta purtroppo……..anche se sono super d’accordo con lo sputtanamento di taylor, purtroppo ci sono andate di mezzo anche le altre che non c’entravano nulla, però taylor doveva quantomeno aspettarselo, se l’è meritato!!
    La coppia ClaraxJustin è terribilmente noiosa!!! Nel senso, probabilmente nella vita reale sarebbe un rapporto perfetto, ma QUI SIAMO IN UN TELEFILM PIENO DI DRAMMI, VOGLIAMO EMOZIONI, BATTICUORE, BRIVIDI, PELLE D’OCA VENTIQUATTRO ORE SU VENTIQUATTRO….questi due sono un po’ mosci….e poi si capisce benissimo che just prova qualcosa per jessy, ha le palpitazioni appena la vede..non che non provi affetto per clara, ma il sentimento per jessy è palesemente piu travolgente…no???? JESSYxJUSTIN suvvia!!!!! “Come non detto. Se non ti fa più effetto, io sono il Principe Felice.” ahahaha niente di più vero!!!!!!!!!
    Comunque nonostante tutto mi è dispiaciuto per Sarah quando liz e beth se ne sono andate abbandonando la cena…insomma è pur sempre sua madre…no? :/ capisco che suo padre è morto da poco, ma loro si frequentavano gia da prima, e poi che minchia ne sapevano del rapporto di ethan e liz??? questioni di destino stronzo e maledetto!! forse un po’ esagerata come reazione… e se posso aggiungere, jessy ha fatto benissimo ad andare a parlarle. io mi trovo dalla sua parte questa volta…
    QUANTO AVREI STRETTO LA MANO A PETER QUANDO HA DETTO A ETHAN CHE E’ STATO UN DEFICIENTE COLOSSALE A PORTARE FUORI MARY E LIZ INSIEME!!!!! Non erano queste le testuali parole, ma tra le righe c’era scritto proprio questo….che cretino!!
    E ultimo ma non per importanza, quello che scopre lucas me l’aspettavo, dalla fine della 3×11 si intuiva…..chissà cosa ci ha combinato il papone con questa…speriamo che non spuntino fratellastri/sorellastre dal nulla!!!
    bene pittachannel, credo che tra pochi minuti uscirà la 3×13, non vedo l’ora di leggerla!!! 😀
    Ps. anche io vorrei un antidepressivo di beth………………………..

  3. AHAHAAHHAH ecco il commento tanto atteso!!! ahahah abbiamo capito, i Junk (li chiamiamo così?) non ti piacciono, però da quello che abbiamo visto di Josie, pensi veramente che lei sia il tipo di ragazza istintiva che finirebbe con Hank senza pensarci due volte?…
    I Phliz sono la boccata d’aria di questa metà stagione, che come vi avevo detto si sarebbe configurata come pesante (e il peggio deve ancora venireeeee Cit.)… Per quanto riguarda il mistero Michelle, penso che prossimamente avrete molte risposte sulle vostre elucubrazioni… 😉

  4. mamma mia… crossroads è un crescendo di…di tutto!!! intrighi e tradimenti che furono affrontati con indomito coraggio da colei che sola poteva dominare il… no aspè, quello era un’altra cosa!!!
    comincio subito con Phil e Liz perchè cioè…mi stanno piacendo un casino! Phil sebbene all’inizio mi fosse sembrato l’ennesimo cretino si sta dimostrando il più simpatico di tutti!
    la scena della macchina è stata molto bella! Finalmente Liz è riuscita a staccare un po’!
    e phil che la riaccompagna a casa? <3 che amorini!
    Hank nella scena con Liam mi ha fatto morire! Speravo in una rissa, ma confido che ci sarà tempo e spazio anche per quello! ahaha vabbè…la lista delle mie ipotetiche risse è lunghissima!

    Ellie e terry dai…forse ce la faranno prima o poi! se jessy non fosse stata ubriaca avrebbero avuto più tempo per parlare!
    scherzi a parte Jessy ha fatto bene ad andare da Liz. Quella scena è stata stra pesa, stavo quasi per piangere. povera Jessy!!! quando ha urlato "IO AMAVO LUCAS" mi sentivo di troppo e stavo per smettere di leggere.

    Hank e Josie no…non li approvo per nulla! è chiaro lampante che Josie sta dietro alla lamentatio perpetua di Hank solo perchè vuole portarselo a letto! chi lo reggerebbe altrimenti?? ahaha
    ovviamente, ci metto la mano sul fuoco, finiranno cmq sullo stesso materasso quando Hank scoprirà che Liz e Phil avranno fatto lo stesso (perchè te lo dico… se non vedo una scena di wild sex tra loro due smetto di leggere!) e poi casini a non finireeee!!! Strano! di solito in questo telefilm non succede nulla!

    Parentesi Lucas: ormai fisso che qualcuno della famiglia Marshall non è figlio di chi crede di essere! la cosa mi intriga parecchio!
    o se in realtà Ethan fosse figlio di Misha e Jhon??? ok basta strip per oggi.

    VOTO: 8+

  5. Che bell’analisi!!!
    Cominciamo da Liz: come hai detto anche tu, è completamente alla deriva on i suoi “vecchi” affetti, ed è per questo che sia Phil sia Beth sono diventati per lei una sorta di “svago” rispetto al mondo conosciuto; il confronto con Jessy porta inevitabilmente il fardello di tutto quello che è successo in questi mesi, sia da una parte che dall’altra: Liz con la morte del padre, il fidanzamento della madre, il rifiuto di Ethan; Jessy con la rottura con Lucas, i sensi di colpa e l’impossibilità di stare con la persona che ama (perchè, forse non ve ne siete accorti, ma è la prima volta che lo dice! <3 ).
    Taylor si, è parecchio in forma, e alla fine anche Terry come hai visto non è lapiaria... Forse c'è ancora speranza, se non succedono altri casini 😉
    Josie e Hank... Sicuramente ora Hank la vede molto come un'amica, però è innegabile che sia una bella ragazza (chi non lo è in Crosroads? :p ) quindi mai dire mai... Nick e Beth intanto hanno trovato un punto di inconto ahahah
    Vedo che i PHLIZ stanno ottenendo consensi 😉 😉 Si, Phil è un personaggio totalmente nuovo, avremo modo di scoprirlo meglio più avanti 😀
    Ti aspetto lunedì, conto sulla tua puntualità 😀

  6. Ahahahah grazie ance del commento tecnico, sempre ben accetti ahahah
    Lo sappiamo, Hank fa così… per il confronto con Ethan, se ci pensi c’è già stato alla fine della terza serie, ma non ti preoccupare, ci sarà modo di rivederli assieme 😉
    Josie si è un pò rammollita perchè le piace Hank, prima pensava che fosse un pò scemo XD Comunque anche lei avrà una ripresa, vedrai… Aspetto prossimi commenti 🙂

  7. ahahaha si, le puntate si sono allungate (ci sono anche 120 personaggi in più, ecco spiegato l’arcano XD). Mi fa piacere ti sia divertito con l’antagonismo tra le due band (lo scopo è poi quello di mantenere anche, a tratti, un tono “leggero”), mentre non capisco se la scena tra Liz e Jessy/mamma di Liz non ti sia piaciuta o solo che ti sia dispiaciuta….
    Ahahaha Ethan è e rimane criptico, lo so XD

  8. Cavoli…eheh son rimasta parecchio spiazzata xD Cominciamo con Hank che mi ha fatto morire dal ridere dicendo a Liam “c’è chi ha le corna e chi no” ahahah poveretto Liam, fossi stata al suo posto anch’io avrei reagito volendogli tirare due sberle, già che c’è non è bello avere le corna, ma è quasi peggio Hank che usa questo fatto come motivo di vanto xD però, va beh, lo scambio di battute così accesso mi è piaciuto un sacco, e sono contenta che abbiano preso entrambi i gruppi per serate alterne 😀 anche perchè Phil e il suo gruppo spaccano!
    Quanto ho adorato Phil con Liz, Phil mi piace perchè, davvero, è spontaneo, un po’ strafottente, diverso dalla solita cerchia di Liz, ed è chiaro che lei abbia bisogno di questo… La cosa brutta però è stato il confronto con Jessy: l’ultima cosa che dice su Phil riguardo a Liz non è sbagliata in effetti… Io sinceramente non so come pensarla perché capisco Liz e il suo comportamento, i suoi litigi con la madre e l’impossibilità di tornare alla normalità con i suoi amici storici, capisco Jessy, distrutta dal senso di colpa- ah mi ha fatto ridere un sacco il suo livello di empatia, in quel momento inesistente xD, quando dice a Ellie “ok, ma lascia qui il cocktail” ahah- e poi Ellie che finisce per “schierarsi” dalla parte di Jessy, tra virgolette perché lo so che non si schiera davvero, solo che anche lei si sente esclusa da Liz, che l’ha messa da parte in tutti quei mesi. Non è facile, per niente, e io non so davvero come la situazione potrebbe migliorare…
    Hank, eh…Hank che attacca Jessy, cioè è inevitabile che si creino così tante tensioni, anche per tutti questi amori non corrisposti, o corrisposti ma impossibili da vivere in questo momento. Mi fa piacere in realtà che in questi mesi Hank abbia potuto contare su Josie, solo che secondo me quello che Hank prova per Josie non può che essere una sincera amicizia, non credo che si trasformerà mai in amore. Invece, vedo un po’ più positivamente Nick e Beth, ahah la canna congiunge i cuori! vedremo, poi, anche perché non è facile allontanarsi da chi è stato al centro dei propri pensieri per così tanto tempo… però sono curiosa di vedere le cose che potrebbero condividere, oltre alle canne ( 😛 ) !
    Justin…è difficile da classificare, lui che prende le difese di Jessy, sì, insomma, sono sicura che Jessy in quel momento si è sentita al settimo cielo, per poi crollare di nuovo nel “sì, va beh, tanto sta con Clara”, che personaggi scoppiati pure loro xD
    Terry e Ellie, mannaggia oh, per una volta che Ellie poteva viversi una relazione tranquilla, è andato tutto a puttane o quasi per colpa di quella vendetta per Taylor (che tra l’altro ho comunque trovato in gran forma in questa puntata ahah ), spero che le cose migliorino, anche perché Terry mi è sembrata ferita, sì, ma non così lapidaria (vi prego, almeno voi <3 <3 )
    La parte finale conferma i miei dubbi della puntata precedente, ora ho il terrore di leggere la prossima xD
    ah Ethan! mi ha fatto piacere leggere di nuovo di lui, ma quindi ora sta con Mary?? mmh comparirà anche lei prima o poi? non è un personaggio che mi interessi molto,ma… vedremo!
    a domenica prossima 😀 e per quella sarò puntuale xD <3 <3

  9. Lucas Lucas lucas,bravo!!finalmente una rivelazione intetessante, chissá quale intreccio verrà scoperto prossimamente; un bel momento UAO. Non concordo con la Liz dura total black, dovrebbe affrontare a muso duro Ethan come ha fatto con jessy. Se lo meriterebbe anche lui allo stesso modo!Hank sembra sempre piu patetico, se gli interessasse davvero liz, ci sarebbe stato anche lui davanti a casa sua insieme a Jessy, invece era a fare gli occhi dolci ad un altra; giusto che Phil abbia il sopravvento visto che almeno le dedica del tempo. Josie personaggio sempre più importante, si è rammollita ma mi piace! Clara parte lesa di tutta la storia, sta probabilmente aspettando il momento in cui verrà brutalmente lasciata. Nell’episodio pieno di intrecci, molto utili i cambi di scena veloci che permettono di portare avanti tutte le vicende contemporaneamente senza ientire la pesantezza dello stacco.

  10. P.S. Mi sono sbagliato (qualche volta capita anche a me…molto rararmente 🙂 ) E’ di Ethan che voglio scoprire se ha capito cosa gli gira per la testa 🙂

  11. Allora partiamo dalla scena più divertente…la battaglia dei galletti per l’audizione, mi ha fatto molto ridere. Una cosa invece infinitamente triste è il comportamento di Liz verso la madre e le amiche storiche, cioè è chiaro che verso Jessy sta buttando la rabbia e il dolore per la perdita del padre, più che il dispiacere per le sorti amorose del fratello (in un’altra situazione secondo me le due amiche sarebbero finite a riderci su). Ethan siamo sicuri che studi all’università? Inizia a sembrarmi un tantino stupido. Ora parto con le cose che mi sono piaciute, sparse in questa lunghissima puntata(sono le puntate che si allungano o io che sto diventando più lento a leggerle?). Bella la scena di Nick e Beth che si fumano la canna insieme, sono così carini *_* Poi bello l’uso del pezzo degli Oasis e anche Demons degli Imagine Dragons. Altra scena bella è quella del riavvicinamento tra Ellie e Terry, le povere vittime del fuoco incrociato. Bellissima la scena di Liz e Phil (lui continua a starmi antipatico, come tutti i bad boys dal cuore buono), mi ha ricordato molto la scena di un bellissimo e consigliatissimo film intitolato: The Perks of Being a Wallflower (o da noi: “Noi siamo infinito”…con gran colonna sonora), ecco la scena di Liz e Phil è anche più bella forse, visto la decappottabile 🙂 Continuo a vedere benissimo insieme Josie ed Hank. Ultimo punto, le mirabolanti avventure di detective Lucas, che segna punti nelle indagini, grazie all’aiuto di Rick (lui per me è solo e unicamente Rick!!! forse è ora che smetto di guardarmi 4 puntate di vampire diaries al giorno XD ). Attendo la prossima settimana, per vedere come continua la mutazione di Liz e scoprire altri dettagli del caso misterioso e anche per scoprire se Hank ha capito cosa gli gira nel cervello 🙂

Comments are closed.