3×15 – SOMEBODY LOVES YOU


Se vi siete persi gli episodi della prima e seconda stagione, cliccate qui: 

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

Volevo inoltre ringraziare tutti per il supporto e per seguire la storia, dai grafici del blog siete davvero tanti! E a proposito di questo, immagino che molti di voi leggano senza commentare… Mi rendo conto che a volte è scocciante, magari siete di fretta, ma io ho veramente bisogno di un vostro feedback, anche saltuario… Giusto per farmi sapere che ci siete, che lo seguite (oppure avete smesso, e se avete smesso perchè), cosa pensate funzioni e cosa no…. Altrimenti la storia non potrà mai migliorare, io non potrò mai migliorare! Grazie ancora a tutti, e buona “visione”!

casa liz

Liz, Beth e Lucas sono in cucina, tutti e tre hanno di fronte a loro delle fumanti tazze di caffè.

beth (2)

BETH: E così oggi..

LIZ: Mmm-mm.

lizpunk4

LUCAS: Hai sentito Ethan?

LUCAS

Liz scuote la testa, controvoglia.

Di nuovo silenzio. L’arrivo di Sarah distoglie ognuno di loro dai propri pensieri.

SARAH: Buongiorno a tutti.

mamma liz

Risposte assonante, o pensierose, Sarah li guarda con la coda dell’occhio. Poi si schiarisce la voce.

SARAH: Elizabeth, hai sentito…

LIZ: No, mamma, no.

Beth guarda brevemente la famiglia di Liz, poi trangugia il suo caffè.

BETH: Vado a cambiarmi…

Sarah la guarda riconoscente, poi aspetta che i passi della ragazza si siano allontanati.

SARAH: Devo parlarvi di una cosa.

Lucas guarda la madre, annuendo, mente Liz sbuffa.

LIZ: Che novità. Sempre di mattina.

Lucas guarda la sorella, a metà tra il preoccupato e l’irritato. Sarah la ignora, si siede al tavolo con i figli, la seconda volta in pochi giorni.

SARAH: Se uno dei figli di Paul è in realtà un figlio di Jhonatan…

Liz fa un sorriso tirato.

LIZ: Ne parli come se fosse ancora unicamente una possibilità. Nella sua cripticita’ , Michelle è stata molto chiara.

Sarah riflette un attimo, poi annuisce.

SARAH: Beh, in tal caso… Io non so se Jhonatan abbia adempiuto ai suoi obblighi…

LUCAS: Se, come no. Ce lo vedo.

Liz scatta, guarda Lucas.

LIZ: Cosa stai insinuando?

LUCAS: Cerco solo di essere realista, Liz. Nostro padre era… Aveva i suoi difetti.

Liz stringe i pugni, conficcandosi le unghie nei palmi.

LIZ: Come tutti, qui dentro.

Sarah ignora la frecciata, riprende il discorso.

SARAH: In ogni caso… Se veramente uno di loro è vostro fratello o sorella… Avrebbe dovuto avere i vostri stessi diritti.

LIZ: È per questo che papà ha lasciato dei soldi a Michelle. Solo che dubito che in ogni caso vadano ad Ethan…

LUCAS: Non sappiamo se è Ethan, Liz. Non sappiamo nemmeno se questa supposizione è vera.

SARAH: Io non so se in ogni caso questo sarebbe un risarcimento sufficiente.

Liz guarda beffarda la madre.

LIZ: E cosa vorresti fare? Regalargli la nostra casa?

Sarah rimane in silenzio, Liz sgrana gli occhi.

LIZ: Sei impazzita? Potranno avere tutti i problemi economici del mondo, ma questa è casa nostra.

SARAH: E anche di un altro figlio, teoricamente..

Liz scuote la testa, decisa.

LIZ: Non mi interessa. Se vuoi fare volontariato, vai da Michelle. Io non lascerò casa mia.

Sarah annuisce subito.

SARAH: Capisco il tuo discorso, e infatti non è mia intenzione lasciare questa casa. Ma..

LUCAS: Ma?

Sarah si stringe nelle spalle.

SARAH: Io e Paul, tempo fa, avevamo parlato di…

Il display del cellulare di Liz, appoggiato sul tavolo, improvvisamente si illumina.

LIZ: È Ethan.

Liz pensa per un breve istante di lasciarlo squillare in eterno, poi si decide a rispondere, sentendo gli sguardi pressanti su di lei. 

ETHAN: Liz?

La sua voce le fa capire che l’intuizione collettiva era giusta.

LIZ: Dimmi.

ETHAN: Abbiamo i risultati.




3B JUSTIN5

Justin sente la serratura scattare, si alza di colpo per raggiungerla.

JUSTIN: Clara, aspetta…

La ragazza rimane con la mano sulla maniglia, continua a dargli le spalle.

Clara
Clara

CLARA: Non ho tempo ora, Just… Devo andare a lezione…

Justin si infila le mani nei jeans, annuisce.

JUSTIN: Certo, lo capisco… Ma ieri mattina sei uscita presto, e la sera hai fatto tardi… Speravo potessimo parlare….

Clara si gira, lo sguardo deciso.

CLARA: Io sto aspettando che tu abbia qualcosa sa dirmi, Just.

JUSTIN: Io? Sei tu che sei scappata, allo Spotted…

CLARA: Per una buona ragione. Lo sappiamo entrambi. E io penso che…

Clara si interrompe, mordendosi il labbro. Justin la guarda preoccupato, assume un tono di voce aggressivo.

JUSTIN: Pensi cosa?

clara seria 3x15

CLARA: Che forse, finché non ti chiarisci le idee, è il caso tu… Tu vada a casa tua.

JUSTIN: Cosa? Clara, stiamo facendo una tragedia per nulla…

Clara lo ignora, lo guarda convinta.

CLARA: Penso che sia la cosa migliore da fare. Per entrambi.




cinema joy

3B HANK5

Hank guarda l’amico sbadigliare, mentre si dividono una sigaretta.

JOSIE: Ma tu, la notte, dormi?

josie2

NICK: Raramente.

3B NICK3

HANK: Sei pazzo.

NICK: E’ il momento migliore per produrre.

JOSIE: Appoggio Berkley.

Nick fa un sorrisino ironico, in direzione della ragazza.

NICK: Solo gli artisti possono capire.

JOSIE: Ho un Q.I. abbastanza alto. Dammi una possibilità.

HANK: Un Q.I. che non ti ha impedito di scegliere uno dei film più brutti mai prodotti nella storia dell’umanità, ieri sera..

Josie fa un sorrisino ironico, mentre Nick corruga le sopracciglia.

JOSIE: Mi ha ingannato il titolo. Cosa che non poteva succedere a te, considerando che sai a malapena leggere.

NICK: Cinema?

HANK: Si, ieri la signorina mi ha convinto ad andare al cinema. E a scegliere un film che noi non avevamo nemmeno in listino, senza guardare la trama…

JOSIE: Volevo provare l’ebbrezza di essere anche io istintiva come gli artisti.

HANK: Sfotti pure, vedrai stasera…

Lo squillo del cellulare lo interrompe. Hank estrae l’I-Phone dalla tasca, fissa per un attimo il display. Nick cerca di scrollarsi di dosso il rancore per l’amico.

NICK: Chi è?

Hank li guarda entrambi.

HANK: Liz.

NICK: E rispondi, no?

HANK: Non so se ne ho voglia.

Josie rimane in silenzio, non vuole intervenire in questa decisione.

NICK: Rispondi. Beth mi ha detto che ha avuto casini. Dai.

Hank lo guarda, annuisce come se la risposta di Nick fosse tutto quello che stava aspettando. Poi si allontana, il telefono vicino all’orecchio. Josie lo guarda allontanarsi, scuote istintivamente la testa, pensa che come sempre Hank non riesca a tenere fede ai suoi propositi, non con lei. Per un attimo crede di odiare quella ragazza così egoista.

NICK: Che c’è?

Josie sobbalza, guarda l’amico.

NICK: Hai scosso la testa.

JOSIE: Niente.

Poi la ragazza ci ripensa, guarda Nick stizzita.

JOSIE: Ti diverte, vero?

NICK: Cosa?

JOSIE: Dimostrarmi che hai ragione tu, che non sarò mai Liz. Ti diverte pensare che starò sola per sempre.

Nick la guarda, scuote la testa, sul volto un’espressione mesta.

NICK: Io non mi auguro affatto che tu rimanga sola per sempre, Jo.

Josie guarda un attimo lo sguardo del ragazzo, poi abbassa il suo, imbarazzata.

JOSIE: Io… Scusami. So benissimo che.. Che vuoi solo il meglio per me. D’altronde, sei il mio migliore amico.

josie seria3

Nick annuisce, rimane in silenzio pensando alla sua definizione.

JOSIE: E invece tu? Con l’amica di Liz?

Nick la guarda, senza capire.

NICK: Beth?

JOSIE: Si, Beth, ecco come si chiama. Lei.. Ti piace?

NICK: Cosa? No, no.. Noi .. Siamo amici.

Josie annuisce, poi si avvicina al ragazzo.

JOSIE: Mi farebbe solo piacere, lo sai. Da quanto tempo non ti piace una ragazza?

Nick guarda l’amica, sorride cercando di sembrare credibile.

NICK: Nemmeno me lo ricordo.





Colonna Sonora: SKY’S STILL BLUE  (3 scene)

HANK: Liz?

LIZ: Hank.

Il ragazzo rimane in attesa, sente il respiro irregolare della ragazza.

HANK: Che succede?

LIZ: Ho… Ho bisogno di parlarti.

Hank si fa serio, avvicina ancora di più l’autoparlante all’orecchio.

HANK: Hai avuto novità? Dei vari casini che sono successi?

LIZ: .. Io… Ti.. Ti devo raccontare tutto. Dove sei ora?

HANK: Sono a lavorare.

LIZ: E quando smetti?

Hank rimane per un attimo in silenzio, soppesando le due cose. Poi non ce la fa, nonostante il bene che le vuole.

HANK: Dopo ho le prove. Stasera è la prima serata allo Spotted. Vieni al locale, parliamo appena ho finito. Ci stai?

LIZ: Io… Ok. Grazie.

Liz interrompe la chiamata, si ritrova ad osservare il display. Deve parlarne con qualcuno, Beth è andata a fermare l’appartamento e non vuole disturbarla… Si stende sul letto, la notizia ancora nelle orecchie. Ha un fratello. Un fratellastro, in realtà. Ma ha un fratello. Il telefono la fa sobbalzare, pensa che sia Ethan, oppure Hank, che la richiama, le dice che sta venendo da lei.. Numero sconosciuto.

LIZ: Pronto?

PHIL: Disturbo?

La ragazza si siede sul letto, corrugando le sopracciglia.

LIZ: Come.. Come hai avuto il mio numero?

PHIL: Mi sottovaluti.

Liz scuote la testa, incredula.

LIZ: Non è il momento..

PHIL: E’ successo qualcosa?

Liz sente il tono del ragazzo farsi serio.

LIZ: Si. Ma tu… Hai bisogno?

PHIL: No, niente di importante, è che… Avrei bisogno di una mano. E ho pensato a te.




New Orleans Music Village

3B ETHAN

Ethan osserva il soffitto della sua camera, senza sapere cosa fare, nemmeno come sentirsi. Sente bussare lievemente alla porta, alza la testa quanto basta per avere una visuale tale da vedere l’interlocutore.

ETHAN: Avanti.

Peter entra in camera, schiarendosi la gola.

3B PETER2

PETER: C’è Mary, al piano di sotto.

ETHAN: Le hai… Le hai detto che non è un gran momento? Vorrei stare da solo…

PETER: Diglielo tu stesso.

Ethan rinuncia a discutere oltre, scende dal letto.

PETER: E pa…

ETHAN: PAPA’ è con Sarah.

Ethan calca appositamente su quella parola, vuole che il fratello non abbia dubbi.

PETER: Bene.. Perfetto. Io sono in camera, se hai bisogno.

Ethan annuisce, lo vede uscire ma poi ci ripensa.

ETHAN: Peter?

Peter si volta, abbattuto.

ETHAN: Non importa quello che ha detto uno stupido test del DNA. Tu sei mio fratello.

E i due ragazzi, seppur lievemente, si sorridono.




casa liz2

SARAH: Come l’ha presa?

Paul si siede sul divano di Sarah, la casa silenziosa, Lucas e Liz sono entrambi fuori.

padre ethan sconvolto

PAUL: Non.. Non saprei dirtelo. Peter è il più grande, ha sempre avuto un ruolo protettivo, per questo raramente esprime le sue emozioni… Ma io Sarah, io …Non perdonerò mai Michelle per quello che ha fatto ai miei figli.

Sarah prende una mano all’uomo, gli regala un sorriso dolce.

SARAH: Ha chiuso la relazione con Jhonatan poco prima di conoscerti… Forse non poteva saperlo…

PAUL: E allora perché aspettarsi un’eredità da lui?

SARAH: Forse l’ha scoperto una volta nato, e ha avuto paura che dirtelo avrebbe rovinato tutto…

Paul fa una risata amara, adesso.

PAUL: “Rovinare”? Il nostro matrimonio è durato sei anni, Sarah. Ci siamo sposati mentre lei aspettava Peter, e quando Ethan aveva solo tre anni ci siamo separati. E lei mi ha lasciato i bambini, tutti e tre, perchè “era troppo giovane per fare la madre single”. Li ho cresciuti io, e sapere che uno di loro non era il mio figlio naturale non avrebbe cambiato niente. Non cambia niente nemmeno ora. E’ Peter che…

SARAH: Si sente spaesato, e lo capisco. E’ come se avesse vissuto in una menzogna, anche se non è colpa sua. E nemmeno tua.

PAUL: Vorrei solo fargli capire che non deve sentirsi diverso. Lui rimane mio figlio.

SARAH: Lo so, e penso che lo sappia anche lui. Ma è inevitabile che si senta così. Anche Liz e Lucas sono un po’.. Confusi. D’altronde, conoscono proprio poco il loro fratello..

Paul annuisce, guarda la donna, grato.

PAUL: Direi che le cene serviranno a qualcosa, da adesso in poi.

Sarah sorride a sua volta, poi il volto le si adombra.

SARAH: In realtà.. Non so se le cene saranno un risarcimento sufficiente. Jhonatan ha lasciato tutto a Michelle, senza clausole, e non so se potrete mai avere quei soldi..

PAUL: Non è questo che ci interessa, lo sai. Noi.. Ce la siamo sempre cavati da soli.

SARAH: Ma il punto è.. Che non siete più soli. Siamo una famiglia, adesso, forse più di prima.

Paul la guarda,gli occhi lucidi, pensa a quanto è fortunato ad averla vicino in un momento di tale confusione.

SARAH:Ti ricordi il discorso fatto mesi fa?

Paul corruga le sopracciglia, senza capire. Sarah fa un grosso respiro.

SARAH: Quello sul tuo affitto, e sulla partenza di Lucas..

Paul la guarda, stupito.

PAUL: Ma Lucas è tornato…

SARAH: Il posto c’è.

PAUL: Ma tu… Sei sicura di essere pronta?

Sarah scuote la testa, sicura.

SARAH: La domanda non è se siamo pronti o meno. E’ capire ciò che è meglio per i ragazzi.




casa beth

3B BETH6

Beth esce dalla palazzina, guarda un ultima volta verso la sua nuova casa. Fa un sorriso tenue, poi il cellulare la distrae. Nick.

BETH: Al rapporto!

NICK:Fermata la casa?

BETH: Puoi dirlo! Ora il parco è finalmente nostro!

Sente Nick ridere, ride a sua volta.

BETH: E’ successo qualcosa?

NICK: No, macchè.. Volevo solo ricordarti di stasera.

Beth sorride, non vista. Ripensa all’ansia del ragazzo, all’emozione di esibirsi su un palco per la prima volta.

BETH: Certo che me lo ricordo.

NICK: E insomma.. Pensi di venire?

BETH: Ecco, devo vedere i miei impegni..

Nick, nella saletta, trattiene il respiro. Poi sente Beth scoppiare a ridere.

NICK: ‘Fanculo, bella..

BETH: Ci vediamo stasera, scemo. Va’ a provare piuttosto!

Quando chiude la chiamata, Beth fa il secondo, grande sorriso del giorno.




the spotted cat

liz punkettona

LIZ: Mi hai fatto venire qui per dei biglietti?

Phil alza le spalle, mentre si accomoda a un tavolo posizionato all’ingresso dello Spotted.

PHIL (2)

PHIL: No, non biglietti. Tessere. La gente che si tessera per entrare nel locale viene qui, e tu la registri scrivendo i dati personali.. Ho pensato che nessuno più di te sapesse scrivere.

Liz lo guarda, gli occhi ridotti a fessure.

LIZ: E l’altra sera chi ha tesserato la gente?

Phil alza le spalle, noncurante.

PHIL: L’addetto del locale, suppongo.

LIZ: E perchè non farlo anche stasera?

PHIL: Perchè mentre tesseriamo la gente, offriamo un buono per la serata di dopodomani, dove suoniamo noi. La scelta per la prossima stagione ricadrà sul gruppo che ha attirato più pubblico nel locale. Qui pagano bene. Non voglio perdere questa opportunità.

LIZ: Quindi sto lavorando per la concorrenza?

PHIL: No, stai lavorando per me.

LIZ: Ora mi alzo e ti lascio da solo.

Phil le regala il suo sorriso storto, poi le passa una pila di fogli.

PHIL: Mi ringrazierai, Marshall. Se sei venuta subito non dovevi avere poi molte altre alternative.

Liz scuote la testa, poi si gira nuovamente verso il ragazzo.

LIZ: Tu sai il mio cognome.

Phil la guarda senza capire.

PHIL: Direi che lo sanno tutti.

phil smile2

Phil sorride, poi quando vede il volto della ragazza, si fa serio.

LIZ: Eppure non mi chiedi niente.

PHIL: Vorresti che lo facessi?

LIZ: No.

Liz si stupisce della velocità con cui risponde, ma in fondo lo sa, che Phil le piace per quello. Niente domande.

PHIL: Lo immaginavo. Ecco che arrivano i primi… Penna in mano!

Liz rimane per un attimo stranita, guarda il profilo del ragazzo. Poi si riscuote, e inizia a consegnare i moduli.



MACKENZIE (7)

MACKENZIE: Ci siamo?

Hank annuisce, tranquillo, le bacchette in mano. Nick cammina avanti e indietro, dietro le quinte. Justin, in un angolo, annuisce sovrappensiero.

MACKENZIE: Ok, momento motivazionale.

Si dirige al centro della stanza, i tre ragazzi alle estremità della sala. Mackenzie blocca Nick, che fa avanti e indietro lungo la parete,lo prende per le spalle.

MACKENZIE: Nick? Calma. Devi sembrare sicuro di te, non un bambino che deve dire una poesia che sa a malapena davanti a tutta la classe. Serve charme, quello che hai alle prove. Devi tirarlo fuori anche stasera, ci serve ora. Immagina di avere davanti la ragazza che ti piace, e di dover fare colpo su di lei.

La ragazza vede il cantante annuire, deciso. Gli rivolge un lieve sorriso e poi fa un giro su se stessa, puntando Justin.

MACKENZIE: E tu. Siamo ad un concerto, non ad un funerale.

mackenzie sono stanca

JUSTIN: Lo so, ma Clara..

MACKENZIE: Me ne frego di Clara. Non doveva essere la ragazza perfetta? Se deve farti stare nello stesso modo in cui ti faceva stare Jessy, tanto vale che ti butti su di lei.

JUSTIN: Ho litigato a causa di Jessy..

HANK: Ora non è importante.

Mackenzie si gira verso il batterista, gli lancia uno sguardo riconoscente.

HANK: Non è importante, Just, e lo sai. E’ la nostra prima serata dopo tantissimo tempo. E’ la nostra seconda occasione, questa volta sul serio. Niente deve essere più importante di questo. Non roviniamo tutto.

Justin annuisce.

JUSTIN: Ci proverò.

HANK: Ci riuscirai.

Vedono il fonico dargli il via, le luci abbassarsi.

MACKENZIE: Facciamo capire allo Spotted che gli Shameless erano solo l’antipasto!

Poi i Carpe Diem salgono sul palco.




BETH: Ehi, Liz!

Liz si gira di scatto verso l’entrata, dimenticandosi della fila di fronte a lei.

LIZ: Ehi, sei venuta!

BETH: Potevo mai perdermi questo momento?.. E poi mi devi raccontare..

Beth sembra accorgersi in quel momento di dove si trova l’amica.

BETH: Ma che stai facendo?

LIZ: Aiuto questo scemo. Non chiedermi il perchè.

Phil si gira verso la ragazza, le regala il suo solito sorriso insolente.

PHIL: Piacere, Phil.

BETH: Io sono Beth.

In quel momento la voce di Nick annuncia che i Carpe Diem inizieranno a suonare.

PHIL: Se devi vedere i nostri rivali, ti consiglio di muoverti.

BETH: Corro.. Tu non vieni,Liz?

Liz rimane per un attimo dubbiosa, ma Phil scuote la testa.

PHIL: Naa, ha di meglio da fare. E poi per la musica bastano le orecchie.

Beth rimane un attimo ferma, dubbiosa. Liz, a sua volta, guarda l’amica. Phil se ne accorge, scrolla le spalle.

PHIL: Shone, vieni a darmi una mano!

LIZ: Sicuro che non ti scoccia?

Phil la guarda, fa un sorriso ironico.

PHIL: Mi sa che mi ci dovrò abituare.

Liz corruga le sopracciglia, non capisce il significato di quella frase.

PHIL: Vai, perdi il tuo bello se no.

La ragazza fa per rispondere, ma Beth la tira per un braccio.

BETH: Iniziano!

LIZ: Guardo l’inizio e torno, ok?

Il ragazzo annuisce, poi si volta verso la fila.




3B JESSY7

JESSY: Lei non c’è.

Ellie si gira verso l’amica, mentre entrambe fanno il loro ingresso allo Spotted.

ELLIE (6)

ELLIE: Terry non c’è? Eppure ero certa che venisse..

JESSY: Parlavo di Clara. Non c’è.

Le due ragazze si avvicinano al palco, mentre i Carpe Diem iniziano a suonare. Poco avanti, vedono Liz e Beth.

JESSY: In compenso c’è la nostra amica Liz.




Colonna Sonora: SOMEBODY LOVES YOU (2 scene)

NICK: Ciao Spotted, noi siamo i Carpe Diem!

Beth guarda ammirata Nick muoversi sul palco, perfettamente a suo agio, padrone della situazione. Lo vede guardare il pubblico, incitarlo, sorridergli.

BETH: Mi sa che mi sono innamorata.

Liz scuote la testa, ridendo, poi lo sguardo le cade su Hank; gli occhi chiusi, la concentrazione dipinta sul volto. Infine, i suoi occhi azzurri si fanno vedere. Ma non guardano lei. Liz segue la traiettoria dello sguardo del ragazzo. E vede Josie. Beth in quel momento interviene, sembra leggerle nel pensiero.

BETH: C’è anche Josie. Strano.

La ragazza guarda il cantante sorridere a Josie, una fitta di gelosia la colpisce. Liz fa un sorriso strano, poi guarda l’amica.

LIZ: Non penso tu debba preoccuparti di lei. E’ chiaro che le piace Hank.

BETH: Questo non toglie che a Nick lei piaccia, Liz.

LIZ: E’ vero, ma agli amori non corrisposti dopo un po’ ci si rassegna.

Beth scruta il viso dell’amica, non capisce se si stia riferendo a Josie, a Nick o a Ethan e lei.

BETH: Puoi stare tranquilla anche tu, allora. Anche Josie sta provando un amore unilaterale.

LIZ: Non ne sono più così sicura.

Beth inarca le sopracciglia, fa un sorriso sincero.

BETH: Stai scherzando? Hank ti ha scritto per mesi, ho visto la sua faccia quando ti ha visto dopo tutto quel tempo..

LIZ: Si, ma io lo conosco. Hank si stanca, e in questo caso ne avrebbe tutte le ragioni. Io… Non sono stata una persona propriamente facile, ultimamente.

BETH: E quindi? Cosa pensi di fare?

Liz si stringe nelle spalle.

LIZ: Di tornare ad aiutare Phil. Ci vediamo a fine concerto.

Beth la guarda farsi largo nella folla, pensa per un attimo di inseguirla. Poi si volta vero il palco, e vede Nick guardarla. E rimane così, con gli occhi incollati a quelli del ragazzo.

nick canta




Phil la guarda sorpreso, mentre Liz si riaccomoda accanto a lui, la sedia lasciata libera prontamente da Shone. Ormai ci sono poche persone, il concerto è già iniziato a la maggior parte degli avventori è già nel locale.

PHIL: Già di ritorno? Non mi sembra facciano così schifo…

LIZ: Come hai detto tu, ho da fare.

Phil la guarda ancora un attimo, dubbioso, poi lo sguardo gli cade sulla persona davanti a loro, e il suo viso assume un’espressione scocciata. Liz si ritrova davanti una ragazza.

LIZ: Ecco, se devi tesserarti questi sono i moduli..

La ragazza nemmeno la considera, guarda Phil, che non abbandona il suo sguardo di sufficienza.

brittany
Brittany

BRITTANY: Non mi aspettavo di trovarti qui, Phil.

PHIL: Sono dove devo essere.

La ragazza fa una faccia ironica.

BRITTANY: Ah si? Eppure mi sembrava di averti suggerito di chiamarmi stasera, quando ti ho lasciato il numero..

Phil alza le spalle, incrocia le braccia, mentre Liz osserva la conversazione.

PHIL: Che vuoi farci.. L’avrò perso.

BRITTANY: In questo caso..

La ragazza afferra il modulo appoggiato poco più in là da Liz, si appresta a scrivere il numero di telefono per la seconda volta. Phil la blocca, appoggia una mano sul modulo.

PHIL: Non disturbarti. Perderò anche questo.

BRITTANY: Non ripeterò l’invito una terza volta.

PHIL: Meglio così. Buona serata, Brittany. Se vuoi tesserarti, Liz sarà ben felice di..

La ragazza gli regala un’occhiata omicida, poi si allontana. Liz rimane incredula, guarda alternativamente la porta e il ragazzo, che finge indifferenza. 

PHIL: Poichè non c’è molta gente ora, io andrei a prendere da bere. Vuoi qualcosa?

Phil fa per alzarsi, ma Liz lo blocca.

LIZ: Perchè?

PHIL: Perchè ho sete.

LIZ: No, perché le hai detto di no?

Phil alza un sopracciglio, divertito.

PHIL: Ora devo spiegarti anche perchè rifiuto le persone?

phil sorriso strafottente

LIZ: No, ma… Non aveva niente che non andava. È carina, e sembra un tipo deciso.

PHIL: O facile.

Liz scuote la testa, cinica.

LIZ: Per favore, smettiamola con questa storia. A tutti piacciono le cose facili. Solo che non vogliamo ammetterlo.

Phil la guarda, poi fa un sorriso enigmatico. Rimangono così, uno di fronte all’altra sulle sedie, a guardarsi per un istante.

PHIL: Forse. Però per quello che mi riguarda.. Ho bisogno di altro.

Liz ride, sarcastica.

LIZ: E allora fammi capire, sono curiosa.. Cosa dovrebbe fare una ragazza, per avere la tua attenzione?

PHIL: Niente in particolare. Diciamo che mi deve… Ispirare. Portarmi a pensare che c’è qualcosa da scoprire, in lei.

Liz rimane in silenzio, sorpresa da quelle parole.

PHIL: Nello specifico, tu non avresti problemi.

Liz rimane un attimo a guardarlo, sembra quasi volergli leggere dentro, per capire quanto di quello che il ragazzo ha detto è vero, quanto invece mosso da secondi fini. E poi, semplicemente, smette di pensare. Di pensare a quanto è vero, quanto è falso, quanto è giusto o sbagliato. Semplicemente lo fa, lo bacia.

phliz kiss

Phil sgrana quasi gli occhi, ma Liz non gli da nemmeno il tempo di reagire. Si stacca poco dopo, si gira verso i moduli.

LIZ: Una birra, grazie.

Phil la guarda, senza parole. Poi Liz si volta leggermente verso di lui, e gli sorride.

phil presa in giro liz





I Carpe Diem scendono dal palco. Beth si avvicina subito a Nick, gli sorride.

BETH: Sei stato bravissimo!

Nick le sorride a sua volta, le porge il pugno chiuso, che Beth batte prontamente.

ELLIE: Andiamo a congratularci.

JESSY: Ok.

Ellie guarda l’amica, sorpresa della sua improvvisa mansuetudine.

ELLIE: Nessun problema?

Jessy fa un sorriso enigmatico.

JESSY: Se non li ha Justin, non vedo perchè dovrei averli io.

Ellie vorrebbe fare altre domande, ma sono ormai davanti al gruppo.

ELLIE: Complimenti! Ritorno con il botto!

Ellie sorride al gruppo, Hank le ricambia il sorriso, così come Mackenzie. Jessy non smette di guardare Justin, che però fa di tutto per evitare lo sguardo della ragazza. Alla fine non ce la fa. Jessy gli sorride dolcemente.

JESSY: Bravo.

JUSTIN: Grazie.

Mackenzie guarda i due, corrugando le sopracciglia.

JOSIE: Avete un frontman eccezionale!

Nick si volta verso Josie, che sta arrivando facendosi largo tra la folla. Le va incontro, la prende in braccio e la fa girare su sé stessa.

NICK: Questo è merito dei nostri karaoke!

Josie ride, poi il ragazzo la mette giù. Beth guarda tutto, cercando di ignorare il groppo alla gola.

JOSIE: Certo, anche il batterista non scherza.

josie smorfia

Hank la guarda, fa un sorriso ironico.

HANK: Con le facce che facevi per poco non sbagliavo.

JOSIE: Avresti dovuto vedere le tue.

ELLIE: Stavi per sbagliare? Davvero?

Hank sta per confermare, poi si blocca. Capisce perchè Ellie glielo ha chiesto. C’è solo una persona che ha rischiato di farlo sbagliare in tutta la sua vita, e lo sanno entrambi. Ellie guarda il ragazzo, poi sullo sfondo intravede una figura bionda. Terry, con le The Prettiest.

ELLIE: Vado un attimo …

Poi si blocca, pensa a Jessy. Mackenzie è più veloce.

MACKENZIE: Prendo da bere. Jessy, vieni con me?

JESSY: Perchè no?

Ellie lancia un’occhiata grata alla ragazza, poi le mima con le labbra “attenta che non beva troppo”. Mackenzie le restituisce il sorriso, annuendo.

mackenzie sorriso2




Colonna Sonora: KNOCKING ON HEAVEN’S DOOR (fino alla fine)


ELLIE: Ehi.

Terry le sorride lievemente, l’ha vista arrivare da lontano. Si allontana da Taylor e Rachel, si avvicina alla ragazza.

3B TERRY

TERRY: Ehi. Non sono male, questi Carpe Diem.

ELLIE: Già.

Ellie rimane per un attimo in silenzio, poi la guarda.

ELLIE: Io.. Ho provato a chiamarti.

TERRY: Si, lo so… Io..

ELLIE: Dov’eri?

TERRY: Ero impegnata.

ELLIE: Ma non hai richiamato.

Terry rimane per un attimo in silenzio, poi fa un profondo respiro.

TERRY: E’ vero, non l’ho fatto.

ELLIE: E questo perché.. ?

Terry si stringe nelle spalle.

ELLIE: Terry, io ho bisogno di sapere che intenzioni hai.

TERRY: Che vuoi che ti dica, Ellie. Ti ho detto che ci sarebbe voluto tempo..

ELLIE: Questo lo so. Ma è un tempo in cui vuoi farti i cavoli tuoi o…

TERRY: Mi sembrava te li facessi anche tu, l’altra sera.

Ellie sgrana gli occhi, senza capire.

ELLIE: Cosa? Ti ho chiamato tutte i giorni, non c’è stata sera che non guardassi verso di te, e lo sai..

Terry guarda gli occhi della ragazza farsi lucidi, annuisce.

TERRY: Hai ragione. Vedi… Il solito problema del “tempo”. Io.. Ho qualche difficoltà a fidarmi.

ELLIE: Ok, allora che ne dici… Di ricominciare da capo?

ellie parla seria

Terry la guarda, dubbiosa.

TERRY: In che senso?

Ellie ritrova il sorriso.

ELLIE: Che fai domani sera?




casa interno ethan

C’è silenzio, in casa Brown. La famiglia è riunita intorno al tavolo di pranzo, in silenzio, Lucy e Ethan ai lati di Peter, Paul di fronte ai figli, appena finito di parlare.

Lucy
Lucy

LUCY: Io… Io vorrei sapere che ne pensa Peter. E Ethan.

PAUL: A me interessa capire cosa ne pensate tutti voi.

Lucy si stringe nelle spalle, confusa.

LUCY: Io… Io penso di essere sicuramente la meno coinvolta in questo. Insomma, mi piace casa nostra, ma c’è un affitto e… E Sarah è la tua compagna, papà. E mi piace decisamente più di mamma.

Paul fa un lieve sorriso, mentre Peter annuisce.

PETER: E’ vero, si vede che è una brava donna. Anche solo per la proposta che ti ha fatto.

PAUL: Questo non ci obbliga ad accettare.

ETHAN: Non vorrei che fossero stati i sensi di colpa a parlare…

PAUL: No, come vi ho detto, era una considerazione che io e Sarah avevamo già fatto. E’ ormai quasi un anno che ci frequentiamo, e quando Lucas è partito lei si è trovata una casa praticamente vuota. Inoltre sperava, spera ancora, che Liz torni a New York..

ETHAN: Ma Liz è qui. Lei come l’ha presa?

PAUL: Sarah mi ha detto che gliene avrebbe parlato stasera. Tu che pensi, Ethan?

ETHAN: Io ho intenzione di seguire voi. Quindi.. Mi attengo alla maggioranza.

PAUL: Peter?

Peter fa un profondo respiro, poi guarda il padre dritto negli occhi.

PETER: Sai che non mi sono mai lamentato di niente, e nemmeno tu lo hai fatto. Ma Lucy e Ethan.. Potranno finalmente smettere di lavorare per contribuire al mantenimento della famiglia, si dedicheranno unicamente allo studio..

LUCY: Sai che questo non è un problema..

PETER: No, ma è un punto a favore del trasferimento. Poi c’è la questione affettiva, tu e Sarah potrete vivere assieme.. Noi non staremo per sempre qui. Non voglio tu rimanga solo, papà.

Paul guarda il figlio maggiore, gli occhi lucidi.

PETER: Per queste, e per altre ragioni.. Per me è una buona idea.

PAUL: Ovviamente, non sarà una cosa subitanea. Lo faremo con calma..

I ragazzi annuiscono, mentre il padre li guarda commosso.

PAUL: Grazie.

Lucy è la prima ad alzarsi, lo abbraccia.

LUCY: Oh papà, ma di cosa… Meriti di essere felice.

Ethan stringe il padre, poi è il turno di Peter. I tre fanno per salire al piano di sopra, quando Paul si schiarisce la gola.

PAUL: Ehm.. Peter? Puoi restare un attimo?

Peter annuisce, sapeva che il padre avrebbe voluto parlargli.

PETER: Prima che tu dica qualsiasi cosa..

PAUL: No, fammela dire. Io… Non immagino nemmeno quanto tu sia spaventato, spaesato, deluso.

PETER: Michelle è un’esperta in questo. Ci sono abituato.

PAUL: Lo capisco, ma non voglio che tu prenda nemmeno in considerazione, tra le ragioni per andare a vivere da Sarah, il fatto che io non debba più mantenerti.

Peter rimane in silenzio, sorpreso.

PAUL: Ti conosco bene, Peter. E ti conosco così bene perchè sei mio figlio. Capito, ragazzo mio? Non importa cosa dice un test, io sento il mio sangue battere nelle tue vene. E il DNA non cambierà i ventisei anni passati assieme. Io non ho bisogno di risarcimenti per averti cresciuto, né ora sentirei mai come un peso pagare un affitto per stare sotto lo stesso tetto. E questa cosa non cambierà mai, mi hai capito?

Peter guarda il padre, per la prima volta i suoi occhi si fanno lucidi.

PETER: E’ che… Mi dispiace tanto, papà..

peter cry

PAUL: E invece non devi dispiacerti. Averti come figlio è stata una delle gioie più belle della mia vita.

Peter comincia a singhiozzare, e Paul lo abbraccia, pronto ad offrirgli la sua spalla, come ha sempre fatto da quando il ragazzo ha memoria.

Comments

comments

7 thoughts on “3×15 – SOMEBODY LOVES YOU

  1. Ri-Risposta:
    1) L’idea di Liz con una sorellina minore come Lucy, mi piaceva. Anche perché essendo cresciute entrambe con fratelli maschi sarebbe stato carino e immagino strano per loro, trovarsi in una situazione simile(non che come è andata non sia già abbastanza strano!). Poi mi ero fatto un viaggio mentale, dove Jhonatan diversi anni dopo aveva rivisto Michelle e presi dalla passione del ricordo del loro vecchio amore, avevano generato Lucy, all’insaputa di Paul.
    EXTRA – Mi ricordo male o anche Peter faceva qualcosa inerente alla scrittura…tipo il giornalista??? Potrebbe essere genetico!!! 🙂

  2. Awnnn che emozione rileggerti qui!
    Allora, per quanto riguarda Sarah hai perfettamente ragione, è anche vero che noi vediamo solo cosa succede in casa Brown… Non è detto che una volta arrivata a casa Liz non abbia ascoltato lo stesso discorso fatto dalla madre… Vedremo nella prossima 😉

    Non capisco perchè non ti è piaciuta Liz… Cioè il motivo… E’ chiaro che lei se ne sia andata perchè è infastidita (Hank non le è mai stato indifferente) ma è anche vero che lo conosce bene, sa come è fatto lui e sa anche quello che ha fatto lei.. E’ sparita per tre mesi, quando lui la cercava, ed è anche vero che dal suo punto di vista ha ricevuto diverse porte in faccia (legittime, eh). Ci sta anche che però a questo punto lei capisca che non è nella posizione di chiedergli nulla, senza contare che non è nemmeno nella prospettiva mentale di chiedergli nulla (si sta riprendendo ma non è ancora del tutto ripresa) e allora torna da Phil perchè è meno “problematica” come situazione… La prossima puntata aiuterà meglio a capire XD

    Ahahahah povera Clara, quante gliene state tirando! Abbiamo capito che questo Fandom Jestin è più agguerrito che mai! XD Così come i MacEllie, Terry non convince più nessuno ormai O.o

    Sono contenta che il discorso di Paul ti sia piaciuto, ci tenevo che centrasse il punto… Ti aspetto anche le prossime settimane :*

  3. Ti rispondo per punti:
    1) Come mai speravi fosse Lucy? Alla fine l’importante è che non sia Ethan, la tua ship è ancora salva 😉
    2) Liz non si fa usare da Phil, o almeno, non è quello che volevo trasmettere. Tra le due è Liz che usa Phil, tutt’al più di usano a vicenda. Come ho scritto anche in risposta all’altro commento, Liz ora ha bisogno di una figura come Phil, nel bene e nel male. Quindi diciamo che lei sta semplicemente “sfruttando” le sensazioni positive che il ragazzo le trasmette..
    3) Si, Justin poveretto si trova sempre in situazioni complesse, la tranquillità è durata poco ! Però ha fatto un’evoluzione pazzesca come personaggio, quindi… Vedremo cosa sceglierà di fare 😀

    Grazie mille per i complimenti, alla prossima!

  4. ahahahah bella l’analisi! Quindi ti rispondo per punti 😉
    Si, alla fine è Peter il fratellastro di Liz e Lucas… E si, ha sempre avuto un ruolo marginale ma ora vedrete, acquisterà spessore 🙂 E’ un ragazzo molto diverso da Ethan, questo si capisce anche dalle battute che spesso gli fa, ma essendo il maggiore ha spesso assunto un ruolo da “padre” … Avremo comunque modo di analizzare meglio la famiglia Brown, nelle prossime puntate.. Così la figura di Michelle, e della sua relazione con Jonhatan da una parte e i suoi figli dall’altra…

    Phil e Liz piacciono a molti, vedo! La scena con Brittany è esplicativa della persona che è Phil, in ogni modo, e del perchè ORA COME ORA Liz ne abbia bisogno. Phil è DECISO, rispetto ad Ethan e Hank, a cui si possono attribuire tutti i pregi del mondo ma non questo. Phil è diretto, se vuole una cosa lo dice, se non la vuole altrettanto. Phil è DISINTERESSATO, una considerazione che potrebbe far propendere per una valutazione negativa in una situazione normale, ma sappiamo che Liz è abbastanza scombussolata in questo periodo, e il fatto che lui si disinteressi della sua vita le piace. E’ chiaro che Hank non è stato dimenticato (altrimenti non si sarebbe infastidita dagli sguardi con Josie), è chiaro che la ferita di Ethan ancora brucia, e forse Liz vede Phil come il realizzarsi della frase di Lucas, “non devi scegliere per forza tra Ethan e Hank”.

    Hank e Josie non sono ancora una coppia, ed è quello il punto 😉 Ci troviamo davanti ad una forma geometrica inusuale, Beth –> Nick –> Josie –> Hank –> ? Hank tiene a Liz, ma conosciamo il suo temperamento. Josie tiene ad Hank, ma può darsi che alla fine si rassegni; Nick è platonicamente innamorato di Josie, quindi non si è nemmeno chiesto se Beth gli piaccia o meno… E Hank si trova all’incirca nella stessa posizione. Non si è chiesto se Josie gli piaccia o meno, non ancora. Ma conosciamo Hank, lo farà, con i suoi tempi… Dipende cosa succederà nel mentre 😉

    Justin.. Si, povero, però è anche vero che è la situazione speculare in cui era Jessy quando stava con Lucas… Purtroppo i sentimenti non si nascondono a lungo termine, soprattutto se pensiamo che Jessy e Justin non hanno mai avuto nemmeno un momento di tranquillità come coppia… Quindi influisce il desiderio di sapere come andrebbe, se ci provassero…

    Ellie e Terry avranno sviluppi importanti… E si, Mackenzie è stata grandiosa (io personalmente l’adoro, carattere deciso e tutto il resto XD )
    Ti aspetto per la prossimaaa 🙂 :*

  5. Questa puntata è stata a dir poco galattica!!
    Allora come prima cosa vorrei dire che a mio parere sarah ha fatto un pò una cazzata.. nel senso che prima di parlare con Paul sul fatto di trasferirsi a casa loro, ne avrebbe dovuto parlare con liz e lucas. Oppure avrebbe dovuto dire a Paul di aspettare prima di parlarne con Ethan lucy e peter proprio perchè avrebbe dovuto parlarne prima con i suoi figli!!
    Cmq anch’io pensavo che fosse peter il fratellastro.. e da un lato meno male sennò la mamma sarebbe stata oltre che stronza anche troia! ma vabbè…..
    Phil mi piace.. mi piace… non mi è però piaciuta Liz quando è andata a dargli una mano con le tessere.. è andata sotto il palco a vedere Hank.. si è accorta che lui guardava Josie è stata colta da.. gelosia?? ed è andata via… bo.. forse non gliene fregava più di tanto?? io altrimenti sarei rimasta li a perlustrare la situazione. Inoltre è già la seconda volta che tenta di parlare con Hank e non ci riesce x quello o quall’altro motivo.. quindi bo.. non mi voglio esprimere.. vedremo come andrà.. anche perchè anche lui non mi sembra molto preoccupato.. anzi.. come dice Liz a Beth è possibile che lui si stia o si sia già rotto er cazzo..
    Clara e Justin finalmente fuori dai coglioni.. cioè finalmente quella poveretta si è resa conto che non c’è niente da fare!! ma proprio niente!! quindi ora attendiamo solo i risvolti con Jesse <3
    Carinissima Mac quando prende Jessy a bere x dar possibilità a Ellie di andar a parlare con Terry. però bo non mi piace tanto sta terry.. ellie la preferivo con mac…
    Bellissimo il dialogo finale tra Paul e Peter.. davvero emozionante.. povero peter immagino come si senta.. che merda.. ma ha solo bisogno di tempo a parer mio per attutire il colpo!! i figli sono di chi li cresce non di chi li fa!!!

  6. Cavolo…a forza di pensare a Ethan, non mi aspettavo per niente che fosse Peter ad essere il fratellastro di Liz e Lucas! Mi ha trasmesso davvero una tristezza incredibile…Forse, oltre al fatto che Michelle abbia mentito e non si sia assunta nessuna responsabilità nei confronti della propria famiglia, dimostrando così di essere una persona meschina e cattiva, mi ha scosso il fatto che Peter in tutta questa storia abbia sempre giocato un ruolo marginale, quindi paradossalmente, avevo attribuito a Ethan una forza maggiore di affrontare questa situazione rispetto a quella che avrebbe potuto avere Peter (così come Lucy)… Però il discorso con il padre alla fine è bellissimo e mi ha fatto venire le lacrime agli occhi. Tra l’altro sono contenta che abbiano preso in considerazione l’idea di vivere tutti assieme, anche se non so quanto questo potrebbe piacere a Liz, però come ha detto Sarah, sarebbe il caso che Liz tornasse a New York, anche se ora come ora è chiaramente impossibile…
    Liz e Phil: ommmmioddddioooo *-* cioè è inutile, Phil ha quel fascino da cattivo ragazzo, a cui non riesco a resistere ahah e mi piace il suo modo di approcciarsi e…anche quello che ha detto sul fatto che le ragazze che gli interessano lo devono ispirare, che deve esserci qualcosa da scoprire. Certo che la scena con quella Brittany è da fuori di testa, non ho mai visto qualcuno rifiutare una ragazza con così tanta decisione xD bellissimo il bacio fra Liz e Phil, sinceramente non so a cosa porterà, ma spero a qualcosa di bello, anche se temporaneo…
    Hank e Josie: sono una “coppia” strana, poi ogni volta che Nick guarda Josie e Josie guarda Hank mi sento male xD Mi piacerebbe che Beth facesse un passo in più, vorrei vedere come potrebbe reagire Nick messo di fronte a qualcosa di concreto rispetto al suo amore platonico per Josie… O si sblocca Nick e quindi si dichiara a Josie, o Beth fa qualche passo in più verso Nick. Spero in entrambe le opzioni a dir la verità! ahah perchè così Nick verrebbe rifiutato da Josie e potrebbe consolarsi con Beth xD So che non sarà così semplice conoscendo i personaggi di Crossroads <3 <3 <3
    Justin, mamma mia Just che si ritrova di nuovo in una tempesta sentimentale…vediamo cosa deciderà di fare, intanto Jessy è tranquilla, e si vede dal sorriso dolce che gli rivolge a fine serata.
    Ah una cosa su Hank e Liz, mi chiedo se alla fine parleranno davvero! mi aspettavo un loro incontro. Chissà se a fine serata riusciranno finalmente a parlare, o Liz deciderà di lasciar perdere. D'altra parte la scena dove lascia Hanks e Josie a guardarsi negli occhi e torna a consegnare i moduli, invece di guardare il concerto, è significativa. Vedremo…
    Ellie: Ellie l'adoro, davvero, è dolcissima a riproporre a Terry di ricominciare da capo! Solo che io di Terry non mi fido più. Dopo che è andata a piangere da Taylor, mi aspetto di tutto… Anche Mackenzie è stata troppo carina a reggerle il gioco, portando Jessy con sè al bar. Vorrei che ci fosse di nuovo un contatto fra loro due, anche se so che per il momento sarà difficile…
    Comunque puntata bellissima davvero!!! aspetto la prossima!!! 😀 😀 <3 <3

  7. Eccoci qui, sono stra di fretta quindi scusate anticipatamente gli errori di battitura e grammaticali! Per iniziare mi complimento per il nuovo stile del blog, molto bello 🙂 Carina anche la biografia a fondo pagina, come in fondo hai libri, per non parlare della foto che fa sfigurare quella di Liz all’inizio 🙂
    Ora parlando della storia è stato una lunga serie di no per i miei sentimenti XD Speravo fosse tanto Lucy la consanguinea di Liz, anche se giustamente è più logico che sia Peter, altrimenti Michelle era proprio z*****a, così almeno ha l’attenuante. Poi il fatto che fa tre figli e non vuole essere una ragazza madre…ma nessuno gli aveva spiegato l’esistenza dei contraccettivi??? Ha qualche problemino XD Povero Justin, sono disperato per il naufragare della sua relazione con Clara, a favore della tesserata numero uno degli alcolisti anonimi di New Orleans. Bello il discorso che fa Phil sulle ragazze (anche se ciò non mi fa smettere di odiarlo!)Meno bello il fatto che Liz si lascia usare da Phil, non è la Liz che mi piace questa 🙁 Stra-bello anche il discorso che fa Paul a Peter, mi ha quasi commosso, molto toccante e logico(dico seriamente)! Ora non ci resta che vedere cosa succederà a questo Crossroads/Cesaroni, continuerò quindi a sperare nella ship Ethan/Liz, almeno nella fantasia i bravi ragazzi devono vincere! 🙂

Comments are closed.