3X03 – BRAVE

Se vi siete persi gli episodi della prima e seconda stagione, cliccate qui: 

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

Se volete che la storia continui, non dimenticate di commentare qui sotto, con le vostre critiche, le vostre impressioni, insomma, dite la vostra!  :) E’ davvero importante (e molto utile per me) leggere tutto quello che mi scrivete, quindi grazie già da ora!


NEW YORK, 2014


Colonna Sonora – Thousand Miles (due scene)

new york

“Caro Hank, finalmente riesco a rispondere alla tua lettera.
Sono state quattro settimane impegnative, ma alla fine pare che il libro sia pronto. Sto per vedere qualcosa che ho scritto non solo rilegato meglio che con una spillatrice, ma anche su uno scaffale di una libreria!
La Dubay dice che ora arrivera’ la parte stancante: andare a promuoverlo, perlomeno per le prime settimane. E poi.. E poi vedremo.
Sai, New York e’ bellissima, piena di occasioni ma.. Non e’ New Orleans. Per quanto qui siano tutti molto bravi ad allontanare da me la nostalgia.. Mi mancate.”

liz14

Liz si stringe nel cappotto, dicembre che rende l’aria newyorkese ancora più fredda. Arriva alla Random House, ormai si sente a casa, la receptionist la saluta perfino.

La porta dell’ufficio di Lena Dubay è aperto, all’interno l’editor e Dan.

editor presentazione

LENA DUBAY: Elizabeth, eccoti!

Dan le rivolge un largo sorriso, e Liz può vedere tra le sue mani un libro. Lo indica, quasi timorosa.

LIZ: E’ il mio?

Per tutta risposta, Dan le fa cenno di avvicinarsi.

dan

 

DAN: Eccolo qui. Il tuo libro.

LENA DUBAY: Da domani in tutte le librerie.

Liz lo trattiene tra le mani, ne accarezza la copertina, una meravigliosa immagine di un tramonto in controluce. Sente gli occhi pizzicare, guarda Dan, sorridendo.

DAN: Ti piace?

LIZ: E’ bellissima.

Il ragazzo le regala un altro sorriso, mentre Liz ricaccia indietro le lacrime.


NEW ORLEANS


cinema joy

mackenzie 2

MACKENZIE: Voglio solo che tu sia sicuro.

Justin la guarda, alza le spalle, dubbioso.

justin4

JUSTIN: Io non ce la faccio più, Mac. Non ce la faccio, a non suonare. E lui è bravo, bravissimo, forse il più bravo di tutti noi. Ed è mio amico. O perlomeno, lo era. Lo è stato per anni.

Mackenzie annuisce, fa un piccolo sorriso.

MACKENZIE: Allora entriamo, su.

hank

Hank li vede avvicinarsi, per un attimo pensa di essersi sbagliato, di averli confusi con sconosciuti. Poi si riscuote, si stampa in faccia un sorriso affabile, mentre Justin varca l’entrata del cinema, seguito da Mackenzie. Justin si guarda intorno, poi si avvicina a lui, con un sorriso storto.

JUSTIN: Ti sei sistemato bene.

HANK: Siete venuti a comprare biglietti anche voi?

MACKENZIE: Anche?

HANK: Che ne so,anche l’altro giorno Ellie…

Hank si ferma di colpo, dato lo sguardo eloquente di Mackenzie.

MACKENZIE: Mi fa piacere che si distragga al cinema..

HANK: Veniva con Jessy.

Ora e’ il turno di Justin di irrigidirsi. Hank si maledice mentalmente, per aver nominato le uniche due persone che non doveva.

HANK: Va beh.. Dicevamo?

JUSTIN: Io.. Noi.. Ci abbiamo pensato molto.

MACKENZIE: Ci ha pensato lui, io avevo già deciso.

JUSTIN: Ah si?

HANK: Ma cosa?

JUSTIN: Che senza musica non possiamo stare. Dovessimo passare la vita a suonare in una saletta prove.. Devo riprendere in mano il basso. E da solo non è la stessa cosa.

HANK: Volete affittare una sala cinema?

JUSTIN: No, idiota,vogliamo che tu..

HANK: Ho capito, scherzavo.

MACKENZIE: Ci stai?

HANK: Certo che ci sto.

JUSTIN: Pero’.. Niente più cazzate, ok?

Hank lo guarda,sorride all’amico, cerca di rassicurarlo.

HANK: Certo.

JUSTIN: Ho la tua parola?

HANK: Si,ce l’hai.

MACKENZIE: Ora dovremmo trovare un nuovo nome per il gruppo, per sottolineare la nuova era…

Mackenzie tira senza preavviso una sberla alla nuca di Justin.

JUSTIN: Ahi!

HANK: E questo per cos’era?

JUSTIN: Già, per cos’era?

Mackenzie indica con il mento Josie, appena spuntata dalla stanza del personale.
Hank segue la direzione dell’indicazione,poi si gira verso gli amici, negando con il capo.

HANK: No, proprio no. E’ in perenne sindrome premestruale.

JUSTIN: Pero’ e’ una bella ragazza.

Hank sorride leggermente, una sorta di concessione.

HANK: Non mi interesserebbe in ogni caso.

Justin alza un sopracciglio, lo guarda. Pero’ non dice niente. Mackenzie, invece, sorride leggermente.

MACKENZIE: Beh,almeno uno di noi con il trio delle meraviglie sembra avercela fatta.. Allora, domani in saletta? Ho fatto circolare la voce che cerchiamo un cantante, maschio, per evitare futuri casini.. Ma anche solo per provare di nuovo…

HANK: Perfetto, a domani.

Aspetta che si siano allontanati, prima di girare su se stesso, entusiasta. Josie lo guarda, per la prima volta fa un piccolo sorriso.

josie sorriso2

HANK: Oddio, cos’era quello?

JOSIE: Cosa?

HANK: Un sorriso?

Josie recupera il suo abituale mood.

JOSIE: ‘Fanculo, Berckley.

Hank continua a sorridere, alza le spalle.

HANK: Fai pure, oggi non mi tocca niente..

JOSIE: Cos’è, ti hanno detto che hai vinto alla lotteria?

HANK: Quasi.

Josie lo guarda senza capire, Hank sorride.

HANK: Erano due amici che.. Con cui ho avuto dei casini, ecco. Ma ora… Ora sembra che ci sia modo di recuperare. Adesso, prima che tu dica qualcosa riguardo la mia inaffidabilità, torno al lavoro.

Poi si gira, e si perde l’ennesimo sorriso nascosto di Josie.

NEW YORK

Liz si guarda intorno, quella sala registrazione al piano terra dell’attico in cui il padre vive.

JHON: Non ho mai capito perchè non sei venuta a vivere qui…

padre liz

Liz alza le spalle, sorride leggermente.

LIZ: Sai, indipendenza. E poi tu non stai in centro…

JHON: C’è l’autista..

LIZ: Certo, come no, pa. Mi ci vedo, in limousine davanti ad un pub.

Jhon sospira, poi lascia cadere la questione, la guarda, alzando un sopracciglio.

JHON: Quindi venerdì hai un incontro promozionale. Mi piacerebbe vederti.

Liz sorride, poi nega con il capo.

LIZ: Sarebbe un casino, lo sai. A livello mediatico, sarebbero tutti troppo interessati a Jhonatan Marshall per ricordarsi qualcosa della trama.

JHON: Spero almeno ti farai filmare.

LIZ: Si, per te farò questa cosa vergognosa… Ad una condizione.

JHON: Ti ascolto.

LIZ: Ti ricordi le lezioni di piano che mi avevi fatto prendere?

JHON: Già. Avevi una passione per la musica, ne sono sicuro.

LIZ: Qualcuno direbbe per i musicisti..

Ha parlato a bassa voce, ma il padre la sente ugualmente.

JHON: Si, quell’Hank,giusto? Si chiamava cosi’.. Quello che ti aveva lasciato quando eri arrivata a New York. Vi siete rimessi assieme?

LIZ: Noi.. Non e’ cosi’ semplice, e forse nemmeno cosi’ giusto.

JHON: L’amore non ha bisogno di queste due premesse.

LIZ: Noi siamo.. Amici. In un certo senso.

Il padre alza un sopracciglio, e Liz intreccia le mani, confusa.

LIZ: Non penso nemmeno che questo sia la definizione migliore, pero’.. Non lo so, hai presente quei rapporti troppo.. Troppo vissuti, troppo saturi di emozioni per poterli spiegare a parole?

Jhon fa un sorriso triste, pensa a Sarah.

JHON: Si.

LIZ: Quelle relazioni che rimangono insostituibili,a distanza di anni.

JHON: E dopo quanto detto, tu pensi ancora che non sia giusto provarci?

LIZ: Io.. Penso che ora devo concentrarmi sul libro. E lui sulla musica. Rimettere insieme il gruppo, diventare famoso.. E’ l’unica cosa che deve contare.

JHON: Ed è così. Ma poi… Quando l’hai ottenuta, “l’unica cosa che deve contare”, avrai bisogno di qualcuno con cui condividerla. Perché il successo, senza qualcuno con cui gioirne.. Non fa altro che farti sentire ancora più solo.

Liz guarda il padre, ne scruta quell’improvvisa malinconia,senza capirla appieno.

LIZ: Non capisco.. Hai quello per cui hai lottato una vita intera. Te ne sei pentito?

Jhon scuote deciso la testa, guarda la figlia.

JHON: No, mai me ne pentirò. Ma.. Non è cosi’ semplice. Un giorno,forse,lo capirai. Anche se mi auguro di no.

Liz corruga la fronte, poi il padre si alza di colpo, fa un gesto come a scacciare la piega dolorosa di quel discorso.

JHON: Comunque, dicevamo. Il piano. Lo so, ho sbagliato anche in quello, la musica non era un tuo interesse..

Liz scuote la testa, sorridendogli.

LIZ: Secondo me, hai sbagliato strumento. Non e’ che voglia diventare una professionista o chissà cosa ma.. Perché non la chitarra?

Jhon sgrana gli occhi, la guarda.

JHON: Vuoi che ti insegni a suonare la chitarra? E quando?

padre liz parla cn lei
Liz alza le spalle,sorridendogli.

LIZ: Ora hai impegni particolari?


NEW ORLEANS


casa hank

mamma hank

Cecilia sente il figlio tornare a casa, abbandona il libro che stava leggendo sul divano, gli sorride appena lo vede apparire sulla porta d’ingresso.

HANK: Ciao, mamma.

Hank si avvicina, la bacia sulla guancia. Cecilia lo scruta, poi sorride.

CECILIA: Hai avuto una bella giornata?

HANK: Io… Come lo sai?

CECILIA: Ti conosco ormai. Almeno un pò.

Hank si siede sul divano accanto a lei, ora non nasconde un sorriso.

HANK: Sembra che… Ci sia modo di recuperare, con Justin. Domani andiamo a provare.

Cecilia sorride,piccole rughe si formano all’angolo degli occhi.

CECILIA: Ora si che ci siamo.

HANK: Già.. E’ tutto perfetto. Quasi.

CECILIA: Togli il quasi.

Hank la guarda, corrugando le sopracciglia, scuote la testa.

CECILIA: C’è una lettera per te, sul tavolo. Viene da New York.

La fa sorridere la velocità con cui Hank si alza dal divano.


NEW YORK


Colonna Sonora – Brave (due scene)

rizzoli-interno

LIZ: Non ce la farò mai.

Dan le sorride, le passa le mani sulle braccia, rincuorandola.

DAN: Certo che ce la fai. Stai tranquilla,ok? Si tratta di spiegare un pò il romanzo, cosa ti ha ispirato..

LIZ: Sembra facile.

DAN: Per te non dovrebbe essere un problema. Sai, parlare.

dan2

LIZ: Leggo della leggera ironia.

Dan le sorride, poi le fa l’occhiolino.

DAN: Stai tranquilla, ok? Io rimango accanto a te.

LIZ: Senti, Dan… Io.. Ti volevo ringraziare.

DAN: Ho fatto solo il mio lavoro.

LIZ: No, non hai fatto solo questo. Mi hai sopportato per un mese, tutti i giorni, quando avevo i miei attacchi di bassa autostima… Quindi, grazie.

DAN: No, mi dispiace, non li accetto.

Liz lo guarda, senza capire.

DAN: A meno che tu non me li faccia… Che so, a cena.

Liz improvvisamete capisce, abbassa lo sguardo, imbarazzata.

DAN: Se te lo stessi chiedendo, si, è un appuntamento. Ma non devi rispondermi ora. Ne parliamo dopo.

Poi le indica l’entrata della libreria.

 

ethan2

ETHAN: Sei sicura che sia questa?

BETH: Penso di si…

beth4

Beth guarda il telefono, poi si rivolge ad Ethan, annuendo.

BETH: Google maps non sbaglia mai.

Ethan sorride, poi la guarda.

ETHAN: E’ surreale, comunque. Stai qui da più di tre anni e ancora non hai imparato a muoverti in un quartiere tranne il tuo.

Beth alza le spalle, un pò infastidita.

BETH: E’ solo che.. Non mi piacciono le grandi città. E molti dei locali di New York.

ETHAN: Ti vedrei bene a New Orleans. Musica jazz, grandi pub…

BETH: Già, comincio a vedermici bene anche io.


NEW ORLEANS


saletta prove

ellie promo

ELLIE: Io me ne vado.

Hank la ferma per un braccio, parla a bassa voce.

HANK: Non fare l’idiota. Volevi parlare con Mackenzie, ti sto dando l’opportunità del secolo.

Ellie lo guarda, alza un sopracciglio.

ELLIE: Io non capisco perchè devo sempre ritrovarmi qui quando cominciano i provini di New Orleans’ got talent.

HANK: Il cantante è un maschio, quindi nessun problema per te.

L’occhiata di Ellie lo fa ricredere.

HANK: Giusto. I vostri drammi stanno diventando troppi, perchè io possa ricordarmeli tutti.

ELLIE: I nostri, dici?

Hank si volta verso l’entrata, e vede Taylor, tra le labbra una sigaretta.

TAYLOR: Cosa vuoi, Hank?

tylor

HANK: Sono venuto a provare.

hank9

Taylor ride, una risata cristallina, ironica.

TAYLOR: E con quale gruppo?

HANK: I Reckless. Cioè.. Gli ex Reckless.

TAYLOR: Che non hanno nemmeno una voce.

HANK: E tu allora? Ti dai ad una carriera da solista?

Taylor stringe gli occhi, poi gli sorride, beffarda.

TAYLOR: Si dà il caso che mentre tu distruggevi la tua vita, Hank, io ricostruivo la mia. Saresti stupito di quanta gente di talento c’è, a Miami. Anche più brava di te.

Ellie non riesce a trattenersi, fa un leggero colpo di tosse.

ELLIE: In quale campo?

Taylor la guarda, senza smettere di sorridere.

TAYLOR: E’ un gruppo di sole donne, quindi dovrebbe interessarti, sempre ammesso che tu la smetta di fartela con il mio ex ragazzo. Però ti conviene sbrigarti, c’è gente che si sta già dando da fare, dentro.

Ellie la guarda, senza capire. Tylor si volta di fianco, le indica la porta della saletta prove.

TAYLOR: Prego, guarda tu stessa.

Ellie si gira verso Hank, ma Taylor la rimbecca.

TAYLOR: Lui rimane qui. Tranquilla, non ho intenzione di fargli male.

Hank guarda Ellie allontanarsi, poi si volta verso Taylor, esasperato.

HANK: Cosa vuoi, Taylor? Che ti chieda scusa? Hai ragione, sono stato uno stronzo, ma questo..

TAYLOR: Io non me ne faccio un cazzo delle tue scuse, Hank. E nemmeno mi interessano.

HANK: E allora che c’è?

TAYLOR: Voglio che tu ti prepari. Voglio che tu sappia che ho intenzione di fartela pagare. E che non ti permetterò, non permetterò a te e alla tua simil-band di rovinare tutto un’altra volta. Questo è il mio sogno. Non mi interessa quante persone dovrò schiacciare per raggiungerlo. E se dovesse capitare con te, a dirti la verità, non mi dispiacerebbe poi molto.




justin2


JUSTIN: Ma… E’ un concorso di bellezza?

Mackenzie lo guarda, sconcertata.

MACKENZIE: E’ un gruppo, Just. Ci sono gli strumenti, anche se sono tutte donne.

JUSTIN: Un gruppo di tutte donne. Chi è il genio?

MACKENZIE: Taylor.

Justin si gira di colpo, serio.

JUSTIN: Cosa?

MACKENZIE: Già. E’ il nuovo gruppo di Taylor.

JUSTIN: E tu come lo sai?

RACHEL: Ma guarda chi c’è… Ho anche il tifo, oggi?

rachel3
Rachel

 

Justin rimane incantato a guardare quella ragazza, che si avvicina a loro.

MACKENZIE: Justin, Rachel… Rachel, Justin…

RACHEL: Piacere. Sei l’ex bassista dei Reckless, giusto? Ho preso il tuo posto.

JUSTIN: Ah, mi fa piacere..

RACHEL: Anche a me, molto.

Rachel li guarda un attimo, poi fa un sorriso storto, guarda Mackenzie.

RACHEL: Spero di non aver preso il suo posto anche nelle tue mutande.

Justin le guarda, si sente improvvisamente di troppo.

MACKENZIE: E’ un mio caro amico.

JUSTIN: Vado a prenotare la sala per domani mattina, allora…

Mackenzie annuisce, riconoscente, con uno sguardo gli fa capire che spiegherà tutto dopo.

Rimangono sole, Rachel abbozza un sorriso, poi la guarda.

Colonna Sonora – It Only Hurts

RACHEL: Ripensamenti?

MACKENZIE: Perchè dovrei?

Rachel alza le spalle, non smette di sorridere.

RACHEL: La chiamata di ieri sera mi è sembrata importante..

MACKENZIE: Se lo fosse stata avrei risposto.

Rachel annuisce, soddisfatta dalla risposta.

RACHEL: Perfetto. Anche perchè in ogni caso, non avevo intenzione di mollare. Abbiamo appena cominciato a divertirci…

Poi la bacia, cogliendola di sorpresa, eppure Mackenzie non si stacca, assapora quel gesto di libertà, l’eliminazione di ogni dubbio, una cosa che Ellie probabilmente non avrebbe mai potuto darle.

Poi Rachel si allontana, e di fronte a lei, a decine di metri di distanza, Mackenzie vede proprio lei, Ellie, appena entrata in saletta.

ellie dubbiosa

Rimangono per un attimo a guardarsi, Ellie con la bocca semischiusa, Mackenzie sorpresa di vederla lì, colpevole di quanto appena successo. Ellie accenna un passo verso di lei, poi ci ripensa, e questo basta a far riprendere Mackenzie. Non le deve nessuna spiegazione, mai gliele ha dovute.

mackenzie seria

 

Si limita a riguardarla, uno sguardo improvvisamenre risoluto, la schiena ben dritta. Lentamente si allontana dall’uscita posteriore, Ellie rimane così, le braccia lungo fianchi, gli occhi che cominciano a riempirsi di lacrime di umiliazione.

Fa per andarsere a sua volta, non sa nemmeno dove, lei sarà andata da Hank, lei ora non vuole rivederla, forse è meglio andarsene da sola, poi due braccia la fermano.

TERRY: Ehi, guarda dove vai, non vorrei infortunarmi prima delle prove.

Terry
Terry

Ellie la guarda, vorrebbe scusarsi ma le esce un verso incomprensibile, la ragazza non lascia la presa, si abbassa per cercare di afferrare il suo sguardo.

TERRY: Ehi, tutto bene?

ELLIE: Certo, di solito la gente gira con il rimmel in faccia e il naso che gli cola quando è felice.

Terry, suo malgrado, non può fare a meno di sorridere.

TERRY: Ok, ok, hai ragione, domanda stupida. Ti vuoi sedere? Ti porto dell’acqua..

Ellie scuote la testa, cercando di asciugare le lacrime.

ELLIE: No, grazie, penso che andrò a casa..

TERRY: Sei un’amica di Taylor?

Ellie quasi scoppia a ridere.

ELLIE: Io.. No. Decisamente no.

Terry annuisce, non sa come prendere quell’affermazione. In quel momento, compare Taylor.

TAYLOR: Terry, ci sei?

La ragazza si gira, annuisce, in quel momento Ellie si accorge che ha due bacchette in mano.

TERRY: Devo andare… E’ stato un piacere conoscerti…

ELLIE: Ellie.

TERRY: Ellie.

Ellie la guarda allontanarsi, prima che Hank si affacci dalla porta.

HANK: Ehi, vieni con noi?

Ellie scuote la testa, lo guarda.

ELLIE: Preferisco andare a casa da sola.

HANK: E’ successo qualcosa?

Ellie annuisce e Hank decide.

HANK: Va bene, vengo con te.


NEW YORK


liz presentazione libro

Liz ascolta l’ennesima domanda postagli da una ragazza, mentre Dan, poco lontano, la guarda incoraggiante.

LIZ: L’ispirazione… Beh, non penso che per parlare di temi del genere ci sia bisogno di qualcosa chiamata comunemente “ispirazione”. Il mondo è pieno di realtà del genere, di vite diverse dalla nostra..

Si ferma un attimo, ha quasi paura di continuare, guarda Dan, in cerca di conferma.

LIZ: Più che ispirazione, abbiamo bisogno di qualcuno che ci apra gli occhi, che ci faccia vedere queste realtà, ci dia il coraggio di vedere e di capire, senza nasconderci dentro le nostre belle case e la nostra rassicurante quotidianità.

dan sguardo

Dan la guarda, sorride, incoraggiante, così come sorridono Ethan e Beth.

RAGAZZA: E tu hai avuto qualcuno in grado di mostrarti tutto questo?

Liz ora guarda Ethan, dritto negli occhi, sorride senza imbarazzo.

LIZ: Si, sono stata fortunata a trovare qualcuno così.

Dan segue il suo sguardo, abbassa la testa, mentre Ethan le sorride di rimando.

dan presentazione

Dopo qualche ora, quando Liz ha finito di autografare anche l’ultimo libro, nel negozio solo lei, Ethan, Beth e Dan che sta parlando con alcuni editori della Random House.

Liz si alza, i due amici le vanno incontro.

BETH: Sei stata bravissima.

LIZ: Dici così solo perchè ti pago l’affitto.

Beth ride, poi torna seria.

BETH: Lo pagassi a me… Comunque sul serio, mi sono piaciute le tue risposte.

Liz sorride, poi guarda Ethan.

ETHAN: E’ vero, sei stata brava.

LIZ: Ho detto solo la verità.

Ethan arrossisce leggermente, così come Liz, mentre Beth si limita a guardarli alternativamente.

ETHAN: Beh, mi dispiace non rimanere a festeggiare anche stasera con voi, ma devo andare all’ospedale.. Ho fatto un cambio turno per venire oggi e…

LIZ: Certo, ci mancherebbe. Poi a comprare una torta siamo bravi tutti.

ETHAN: La prossima volta che vorrò farti una sorpresa, ricordami questo momento.

Liz sorride, poi lo abbraccia, salutandolo, così come fa Beth poco dopo. Beth aspetta che si sia allontanato, poi guarda Liz.

BETH: Comunque, l’altro giorno ho spedito la lettera.

LIZ: Ad Hank?

BETH: Si, quella che mi hai lasciato sul tavolo, dovrebbe già essergli arrivata… Anche se forse non avrei dovuto mandarla a lui..

Liz la guarda senza capire, poi Dan annuncia la sua presenza, con un colpo di tosse.

DAN: Ho capito che ti è piaciuta l’esperienza di oggi, ma addirittura dormire qui…

Liz scuote la testa, senza capire.

DAN: Stanno chiudendo.

LIZ: Ah, cavolo,non me ne sono proprio accorta!

DAN: E’ passato velocemente il tempo alla fine, hai visto?

BETH: Beh, vado a prendere il cappotto e ti aspetto fuori… Ho bisogno della mia dose di nicotina.

Liz annuisce, poi sorride a Dan.

LIZ: Grazie ancora per oggi. In alcuni momenti ero in difficoltà..

DAN: Te la sei cavata benissimo.

LIZ: Beh, potermi girare verso di te mi ha dato una bella mano. Vado a prendere il cappotto..

Fa per avviarsi dietro il palco, quando la voce di Dan la ferma.

DAN: Immagino che, per quella cena, la risposta sia no.

Liz si gira, corruga le soporacciglia.

LIZ: No, cosa dici, a me va bene…

DAN: Beh, mi è parso di capire che ci sia un altro.

LIZ: Ah, hai sentito della lettera….E’ un rapporto complicato, però…

Dan la interrompe, lo sguardo interrogativo.

DAN: Quale lettera?

LIZ: Ehm… Di chi stiamo parlando, allora?

DAN:Sto parlando del ragazzo che era qui.

LIZ: Ethan?

DAN: Non so come si chiami ma… Beh, è palese.

LIZ: Cosa, esattamente?

DAN: Che a te piace lui e che a lui piaci tu. Non so se state ancora insieme o..

LIZ: No, non ci stiamo. Credo tu stia fraintendendo…

DAN: Questione di tempo. Poco tempo.




casa liz beth


 

Colonna Sonora – A Sky Full of Stars (fino alla fine)

Liz finisce di sparecchiare, poi va in soggiorno, esausta, l’accoglie un forte odore di fumo e marijuana.

LIZ: Fammi indovinare, sei ancora stressata.

Beth si gira sul divano all’ingresso in cui è seduta, le sorride.

BETH: Sono sempre stressata.

beth trecce

Liz le sorride di rimando, si lascia cadere accanto a lei.

BETH: Un tiro? Per rilassarti, tutte quelle endorfine…

LIZ: Passo, grazie.

Beth alza le spalle, per niente dispiaciuta.

BETH: Peggio per te.

LIZ: Oggi è stato… Incredibile.

BETH: Già, sei stata grande.

LIZ: Non ho detto niente di che..

BETH: Poche parole ma buone.

Liz sorride, poi il suo sguardo si fa sognante.

LIZ: Non immagini che sensazione sia.

BETH: Quale?

LIZ: Pensare di guadagnare facendo qualcosa che ami. Pensare di viverci, di mangiarci, di comprarti una casa, con qualcosa che ami.

BETH: Ce l’hai fatta, Elizabeth Marshall.

LIZ: Pare di si.

BETH: Sei stata coraggiosa. Ora siilo anche in tutto il resto.

Liz si volta leggermente verso l’amica.

LIZ; Cioè?

BETH: Ethan.

LIZ: E’ una spiegazione un pò troppo vaga.

BETH: Oh, dai, Liz! Tutti quegli sguardi, quei sorrisi a mezza bocca, “credo di amarti ma non te lo dico perchè questo toglierebbe alla nostra storia quella sfumatura da teen drama che mi piace molto”..

Liz la colpisce con un cuscino in faccia, mentre Beth comincia a ridere, seguita dalla coinquilina.

LIZ: Io non credo di amarlo.

BETH: Però ti piace.

LIZ: Altro bell’interrogativo. Non lo so, c’è lui, c’è Hank…

Beth continua a parlare, ignorandola. 

BETH: E a lui piaci tu.

LIZ: Non è sicuro.

BETH: Ma se gli piacessi? E lui piacesse a te, non sarebbe stupido perdere tutto questo tempo?

LIZ: Se lui non mi dice niente, vuol dire che gli va bene così…

BETH: Oppure che è come te. Un idiota indeciso. 

LIZ: Oppure che non gli interesso.

BETH: Il punto è che finché non gliene parli, non lo saprai mai.

Liz la guarda, si morde l’interno di una guancia.

LIZ: E se non faccio altro che incasinare le cose, e in realtà è solo un modo inconscio di allontanare Hank? E se scopro che è tutto un viaggio della mia mente?

BETH: Ti metti il cuore in pace, e puoi finalmente rimetterti con Hank senza lasciare tutti nel dubbio.

Liz si riappoggia allo schienale, Beth si volta verso di lei.

BETH: Cos’hai da perdere?

LIZ: L’autostima.

BETH: Uno che va, cento che vengono. Tipo il tuo grafico, mica male..

Liz scuote la testa, poi Beth le allunga la canna.

BETH: Non ti volevo rovinare la serata. Ci pensa lei a farti riprendere. E la tequila nel frigo.


NEW ORLEANS


saletta prove

HANK: Una certa fila, devo riconoscerlo.

Mackenzie si siede sul tavolo di fronte al palco, dopo un’ora passata ad aspettare persone che non si sono presentate.

MACKENZIE: Beh, va considerato che non abbiamo una gran fama, dopo Miami…

JUSTIN: Ora ci sono gli Shameless e il nuovissimo gruppo di Taylor, come si chiamano..

MACKENZIE: The Prettiest.

JUSTIN: Ti vedo informata.

HANK: Già. Esci con una di loro?

Mackenzie abbassa leggermente lo sguardo.

MACKENZIE: Senti, Hank, so che tu e Ellie siete amici, ma… Abbiamo appurato che i fatti personali all’interno di una band non sono le cose migliori…

JUSTIN: Una band che nemmeno esiste.

Tutti si girano verso il bassista, che alza le spalle.

JUSTIN: Ci riproveremo domani. Che ne dite se suoniamo un pò?

Hank scuote la testa, dispiaciuto.

HANK: Io tra un’ora devo attaccare al cinema…

ALEX: Ehm, scusate…

Alex
Alex

Tutti e tre si girano verso il palco, dove un ragazzo li guarda sorridendo, un’ostentata sicurezza sul volto.

MACKENZIE: Si?

ALEX: Mi chiamo Alex. Sono qui per le audizioni.

Comments

comments

9 thoughts on “3X03 – BRAVE

  1. Ovvio che Dan è un cattivissimo, è un pubblicitario…per sapere che sono persone orribili basta guardare “1992” su SkyAtlantic (messaggio promozionale senza fini di lucro) 🙂 Ero convinto di aver già visto o letto una scena simile (quella tra Liz e il padre) da qualche parte, però può essere che non sia stato in un telefilm, molto più facile in un film o in un libro…oppure ancora più facilmente era solo nella mia fantasia, che si era creata mischiando un po’ di Notthing Hill e un po’ di One Day…non saprei, comunque mi è piaciuta molto, continua così!

  2. Ahahahah come Dan un cattivissimo?? XD i cattivissimi saranno altri 😉
    Comunque concordo anche io sul fatto che il sogno di Taylor debba essere “tutelato” come quello di tutti gli altri… però bisogna vedere i “modi” con cui si arriva a quel sogno… se si gioca sporco o pulito, ecco 😉 però la reazione che lei ha avuto nei confronti di Hank secondo me è più che legittima… vedremo 😉
    I consigli del padre di Liz forse sono un classico come scena, ma non penso come tema…. nel senso, devo ancora vederlo un uomo che molla la famiglia per un sogno e nonostante la solitudine comunque non lo rimpianga… e per “vederlo” intendo in un telefilm… la lotta tra sogni e “tutto il resto” secondo me è molto reale ma allo stesso tempo anche poco discussa… però magari sono disinformata io 😉
    Ti aspetto alla prossima 🙂

  3. Allora partiamo con il commento serio! –>Papà Jhon elargisce saggi consigli e devo dire che il tutto è un classico, ma che essendo ben scritto, continua sempre a suscitare belle sensazioni.
    Ora parliamo delle cose serie, per questa puntata mi candido ad avvocato dei diavoli.
    1) Forza Taylor, per me è un SI per Taylor e le Holograms! (ricorda anche un po’ il gruppo di sole donne di Scarlet Johansson). Poi a me il discorso sul suo sogno, non dispiace, anzi dimostra una determinatezza da applausi (poi diciamolo pure, era lei il “collant” del gruppo della prima serie, con la sua infinita generosità). Trovo ingiusto tifare per il sogno di Liz o quello di Ethan e non tifare per quello di Taylor.
    2) Poi vogliamo parlare dell’altro membro delle Holograms, ovvero Terry, la versione femminile di Hank, della quale la prima domanda che mi salta in mente, avrà anche lei un Elizabello a cui scrivere??? Il tempo ci dirà.
    3) Ora parliamo di Dan, che come cantavano i Gem boy, “questo è un due di picche”, e quindi finisce nello scarico dove sono già passati: Phil (sempre per mano di Liz) e Liam (per mano di Ellie)…io lo vedevo benissimo come un malvagissimo personaggio, quindi spero in un suo ritorno dalle fogne di New York!

  4. ahahahaah oddioooo quante domandeee!!
    Allora, per quanto riguarda Jessy/Nick/Lucas etc… purtroppo i personaggi in questa terza serie sono tantissimi, quindi in queste puntate come vedi c’è molto spazio per la storyline di Ellie (che poveretta, nelle prime serie aveva poche scene) e Jessy non c’è stata… ma tornerà presto, per ora quello che si sa è che vive serena la sua storia con Lucas 🙂
    Taylor è chiaramente arrabbiata con Hank, come ha detto vuole vendicarsi… vedremo più avanti se ci riuscirà, e in che modo 🙂
    Ah, quindi shippi Rachel e Mackenzie?? Chi l’avrebbe mai detto! 🙂 😉 Ellie come hai letto non era proprio sicurissima di andare, ma Hank l’ha convinta… Si sa, Hank ha sempre fatto così.. Quando c’era un problema, prendeva e andava 😉
    Ahahaah su Dan ci sono pareri discordanti.. c’è chi lo ama, ma effettivamente Liz è già abbastanza incasinata di suo…
    Alex devi aspettare la prossima puntata 😉
    Grazie per i tuoi commentiniiiiii 🙂 😀 <3

  5. Un’altra puntata booooombaaaa!!! Eli soddisfi sempre le nostre aspettative <3
    Allora prima di tutto sono strafelice che Justin ed Hank si stiano riavvicinando.. e quale modo migliore se non ricreare il gruppo!! Che bellooooo 🙂 seconda cosa che mi preme ribadire…. Tylor mi sta sui coglioni, ma non poco.. davvero tanto tanto molto molto..ma dove vuole andare?? minacciando Hank ahahahahah ma riprenditi su.. che guasta..
    questa Rachel non mi convince molto.. però adoro Mackenzie come gli regge il discorso.. cioè: rachel sembra faccia tutta la figa e la superiore ma Mac gli tiene testa di brutto!! La adoro! Mi è anche piaciuta quando non ha cagato manco di striscio Ellie, nel senso, mi dispiace un sacco x Ellie, però è vero, Mac non deve dargli nessuna spiegazione!
    Ellie forse non doveva andare li, sopratutto dopo che non ha ricevuta risposto alla sua chiamata, forse avrebbe dovuto aspettare.
    Terry anche se è comparsa x due secondi mi è piaciuta.. sembra carina e gentile… ma vedremoo!!
    Liz favolosaaa!!! Immagino la sua felicità mischiata ad emozione e cagarella… però pare che la presentazione del libro sia andata alla grande… è inutile c'è l'ha nel sangue!!
    Ma spiegatemi una cosa.. questo Dan cosa è che vorrebbe fare??? no parliamone… tesoro prima di tutto c'hai la fila davanti… secondo: nn hai speranzeeeee sei moggio moggio.. limitati a fare il tuo lavoro va 🙂 mamma mia non ce lo vedrei mai e poi mai con una come Liz.. ahahahha aiuto.
    e poi che dire.. puntata favolosa però si è sentita la mancanza di jessy <3 di Lucas anche no hahahah ma di Jessy siiiiii
    Josie mi piace mi piace ma sono curiosissima di sapere di più di lei… cosa nasconderà mai dietro quei mezzi sorrisi??
    E Alex?? sono curiosissimaaaaaaaaa…..
    e nick e già scomparso??
    vogliamo sapere di piùùùù 🙂

  6. Sono contenta che ti sia piaciuta!! 🙂
    Eh… Come detto, Hank/Liz/Ethan è una cosa che non può durare in eterno… e difatti non durerà… abbiate fede 😉
    Taylor è molto, molto arrabbiata… vedremo come si evolverà il suo “rapporto” con Hank…
    Si, Mackenzie ha reagito come è nel suo carattere, e hai ragione, entrambe (Rachel e Mac, intendo) hanno un carattere deciso, e forse alla lunga potrebbero cozzare, ma è anche vero che è Rachel in questo è proprio l’opposto di Ellie ed era qualcosa di cui Mackenzie aveva bisogno…. Di Terry scopriremo qualcosa più avanti 😉
    Aspettatevi un’altra bella puntatona martedì 😉

  7. Difficile dire che anche questa non sia stata una Puntata con la P maiuscola!
    Che bello il debutto di Liz, il momento in cui ha parlato del libro, della trama, di chi l’ha ispirata e non solo… A questo punto sono davvero curiosa di vedere quello che accadrà fra lei e Ethan, anche se mi preoccupa quello che poi potrebbe succedere con Hank… io non la farei troppo facile come l’ha fatta Beth…
    Per Hank, sono contenta che finalmente gli sia stata data la possibilità di ricucire il rapporto con Justin e Mackenzie! Sono sicura che spaccheranno di nuovo come gruppo, alla faccia di quella putt*** di Taylor che, giustamente, è ricomparsa per rompere le scatole a Hank xD anch’io avevo paura che mordesse! è davvero assetata di sangue ahah
    Ellie e Mackenzie…che dire…non poteva esserci per Ellie un momento peggiore in cui entrare nella saletta, per di più, Mackenzie ancora non sa che Ellie ha smollato Liam, quindi sì, la sua reazione è comprensibile… Però che tristezza, mi è dispiaciuto tantissimo per Ellie… Vedremo queste nuove entrate, Rachel che, per quanto Mackenzie l’apprezzi per la sua spontaneità e sicurezza, non so quanto poi, nei fatti, potrebbe andare bene con Mackenzie, mi sembra che abbiano lo stesso carattere e quindi, c’è il rischio che si prendano a padellate in testa al primo litigio xD per quanto riguarda Terry, non so, è stata carina per come si è rivolta a Ellie… poi effettivamente non sappiamo che tendenza ha ahah comunque bellissima puntata davvero 😀 😀

  8. aahahaha le lunghezze della prima e della terza puntata erano UGUALII solo che tu hai assaporato ogni momento, fermandoti ogni due righe per esclamare “porca troia!”!
    Non è l’unico rombo della terza serie, vi avviso… Comunque si, direi che in questa puntata la situazione Mackenzie/Ellie si è fatta paradossalmente più chiara, nel senso che ora come ora Ellie sa che Mackenzie vede un’altra persona (non dimentichiamoci che invece Mac non sa che Ellie e Liam non si vedono più, eh) però chiaramente la situazione andrà affrontata.. Terry è una new entry, di lei non sappiamo ancora niente riguardo la sua sessualità 😛
    HANK/LIZ/ETHAN/JOSIE: E’ inutile, un filo rosso del destino collega Hank e Liz, ormai l’han capito tutti (pure il padre di Liz, quindi..)… Però diciamo che sia lui che lei stanno “sviluppando” altre situazioni, che hai citato tu per prima ;p
    Liz e Ethan hanno una storia abbastanza turbolenta (prima Michelle, poi Mary, Hank, Phil, etc…) e quindi ci può stare che la situazione, sebbene arrivati alla 3×3 sia ancora così.. perchè ogni volta che Liz sembrava capirci di più, Ethan la faceva ricredere (e di Ethan non sappiamo molto, riguardo i suoi sentimenti…)… E poi si è capito, è un pò tonto ;)Dan è stata una parentesi, ma è servito come ennesimo incoraggiamento per Liz a far chiarezza in questa situazione.
    Josie… Josie e Hank …. Beh, dovrai aspettare le prossime puntatee 🙂
    Contenterrima che ti sia piaciuta così tanto! <3

  9. No cioè… questa puntata è anche meglio della prima (e più lunga :P). scrivo il commento a caldo per non scordarmi neanche una feeling!!! se CrossRoads diventerà mai un telefilm vero questa puntata farà ascolti che neanche la finale del Super Bowl!!!

    Come la fenice risorge dalle ceneri, così i Reckless riemergono dalla merda in cui erano finiti! E hanno anche un nuovo cantante…pero’ ho un brutto presentimento su Alex. non penso andrà molto d’accordo con Hank.

    Ellie mai-na-gioia (o forse no?): la situa con Mackenzie secondo me è crollata, almeno per adesso. Rachel *mettete il bollino rosso* è una troia senza speranze! Troia era e troia rimarrà! La odio quasi più di Taylor!
    Per quel che riguarda Mackenzie, non dico che approvo il suo comportamento, ma non la biasimo così tanto visto il casino Liam/Ellie. Tornerà alla carica solo quando, e se, Ellie si farà Terry (sì perchè in questo accidenti di telefilm la gente si sveglia quando è troppo tardi… poi non lamentiamoci se gente come la sottoscritta dà di matto eh!!!).

    Liz e Dan è stato un “no” fin dall’inizio! questa coppia non partirà mai. poi anche Dan ha capito che Liz prova qualcosa per Ethan…tutto il mondo lo ha capito tranne sti due disgraziati! e la cosa che mi fa più rabbia è che siamo solo alla 3×03, quindi chissà quante altre puntate ci vorranno!!!

    Hank e Liz sono troppo patatini!!! Sembrano tornati sedicenni! <3 non vedo l'ora che Liz torni!
    Spero cmq che lo faccia prima che Josie rapisca Hank per farselo in tutti i luoghi e in tutti i laghi… quei sorrisini da vecchia fox non mi sono piaciuti molto!!! XD

    E, lato dark e quasi horror di Crossroads, Taylor che minaccia Hank… per un attimo ho avuto un fremito di paura! D:

    Voto: 8/9 (il triangolo che improvvisamente è diventato rombo tra Ellie Mackenzie Rachel e Terry è fenomenale!!!)

    NON VEDO L'ORA CHE ESCA IL PROSSIMO EPISODIO!!!!

Comments are closed.