3×01- IT’S TIME

Se vi siete persi gli episodi della prima e seconda stagione, cliccate qui: 

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

Se volete che la storia continui, non dimenticate di commentare qui sotto, con le vostre critiche, le vostre impressioni, insomma, dite la vostra!  :) E’ davvero importante (e molto educativo per me) leggere tutto quello che mi scrivete, quindi grazie già da ora!


NEW YORK, OGGI,2014


Colonna Sonora- Dear God (due scene)

new york

 

liz9

Liz apre gli occhi, in sottofondo una musica country. Istintivamente,sorride. Sa già la scena che le si presenterà.
Apre la porta di camera, stropicciandosi gli occhi. In una nube di fumo e odore di marijuana, Beth, con il suo portatile, la tv della cucina a volume abbassato tanto da essere impercettibile.

beth trecce
Beth

BETH: Ehi! Ti ho svegliata?

Liz scuote la testa, poi scoppia a ridere.

BETH: Che c’e’?

LIZ: E’ una settimana che ti trovo cosi’.

BETH: Ho l’esame di diritto tra qualche giorno. Libertà di stampa e altre menate. Sono stressata.

LIZ: E con quella ti passa?

Beth inarca le sopracciglia, sorride.
BETH: Provare per credere. Penso che tu ne abbia bisogno.

Liz trova del caffè rimasto nella caffettiera. Se lo versa in una tazzina, alza un sopracciglio.

LIZ: E perché?

BETH: Non fingere. Domani è il grande giorno.

Per un attimo Liz rimane interdetta. Non se lo ricordava. Eppure è vero, domani ci sarà la premiazione.

BETH: Come ti senti? Nervosa?

Liz si siede accanto all’amica, la guarda improvvisamente agitata.

LIZ: Fammi fare un tiro.


NEW ORLEANS,2014


cinema joy

“Cara Liz,dalla tua ultima lettera mi pare di capire che Beth sia una ragazza.. Particolare,diciamo. Assomiglia ad un ragazzo che ho conosciuto, Nick. E’ nel suo mondo, quando tornerai te lo faro’ conoscere.
Per il resto che dire.. Qui la vita scorre più o meno come sempre. Con Justin le cose sono ancora un po’ in stallo, non mi ha ancora perdonato del tutto. Non lo vedo dal giorno in cui siamo venuti a casa tua per salutarti… Ma va bene così, prima o poi gli passerà. Come sai, sono diventato bravo, ad aspettare”.

Un colpo di tosse palesemente fintolo distrae dalla sua lettera

ELLIE: Ora che lavoriamo al cinema ci siamo messi a scrivere sceneggiature?

ellie3

Hank la guarda, sogghignando.

hank3

HANK: Molto, molto spiritosa. Sul serio. Adorabile.

Ellie lo guarda, tentando di essere seria, poi non ce la fa,scoppia a ridere.

ELLIE: Dio mio, ancora non ci credo.. Il bigliettaio…

HANK: Disse quella che lavorava al blockbuster.

ELLIE: Non dico niente della professione in se’. Ma tu..

HANK: Ho iniziato da una settimana.

JOSIE: E già fa schifo.

josie6

Hank si gira verso una ragazza che lo guarda a braccia conserte, con un sorriso ironico.

HANK: E’ qui per rompere, non per comprare.

ELLIE: In realtà, volevo due biglietti per Interstellar. Per domani sera.

Hank la guarda,alza un sopracciglio.

HANK: Interstellar? E con chi vieni?

ELLIE: Io e Jessy. Le uniche intellettuali del gruppo.

Hank stacca i biglietti, mentre Ellie abbassa di un tono la voce.

ELLIE: Era la tua capa?

HANK: Le piacerebbe. Lavora anche lei qui. Servizio bar.

ELLIE: Ah. Beh, mi pare tu le stia simpatico.

HANK: Tra me e Nick, non so chi preferisce.

Ellie lo guarda, senza capire.

HANK: L’altro ragazzo che lavora qui.

ELLIE: Non lo vedo in giro.

HANK: Sarà a fumare da qualche parte.

Ellie sorride, prende i biglietti che Hank le porge, gli dà i soldi.

HANK: Pensavo.. Che,insomma, venissi con.. Mackenzie. L’ultima volta vi ho viste.. In confidenza.

ELLIE: Intendi la sera in cui Mortisia e’ tornata tra noi?

Hank annuisce, il pensiero di Taylor lo rabbuia.

ELLIE: Diciamo che le cose sono un po’.. Complicate.

HANK: Benvenuta nel club.

Ellie sorride, poi gli strizza l’occhio.

ELLIE: Ti lascio alla lettera per Liz.

HANK: Non…

ELLIE: la prossima volta che vuoi nasconderla, ricordati di coprire la prima riga. Sai, quella dove c’e’ scritto “Cara Liz”, per intenderci. Ci vediamo domani sera, presumo.



NEW YORK, 2014


BETH: Ci sara’ anche Ethan,domani?

LIZ: Penso di si’. Perlomeno, lo spero.

Beth sorride, ma rimane in silenzio.

LIZ: Cosa?

BETH: Boh.. Avete un rapporto strano. Non sono fatti miei, ma.. Per caso, state insieme o..

Liz scuote la testa.

LIZ: Macchè, lui ha una quasi-ragazza a New Orleans.

BETH: Quindi lui e’ impegnato.

LIZ: Si, è quello che ho detto.

BETH: Ed è questo il motivo per cui non state insieme.

Liz rimane con la bocca semiaperta, senza sapere come rispondere. Una notizia alla TV, seppure a basso volume, cattura la sua attenzione.

“Tutto pronto per il concerto di stasera. Jhon Marshall e la sua band hanno fatto il sold out al Madison Square Garden, a New York, la terra madre della band, che terminerà il tour..”

Beth la scruta,stupita dalla sua improvvisa attenzione alle notizie.

BETH: Che succede?

Liz indica il televisore con un cenno del mento.

LIZ: Pare che mio padre sia in città.


NEW ORLEANS,OGGI


Hank si siede sul tavolino, prova a riprendere la lettera da dove l’ha interrotta.

nick2

NICK: Scriviamo lettere d’amore?

Hank guarda l’amico, il sorriso ironico.

HANK: Non ti ci mettere anche tu.

NICK: E chi altro? Josie?

Hank fa una smorfia, irritato.

HANK: No, figurati. Lei non è capace di ironia. Solo a sgridarmi come se fossi suo figlio.

Nick sorride, si siede accanto a lui.

NICK: Rincuorati,bello,siamo in due. Lavoro con lei da quasi un anno, ma l’avrò vista sorridere non più di dieci volte.

HANK: Me ne sono accorto. L’anima della festa. 

Nick estrare un pacchetto di carta argentata, si siede accanto ad Hank.

NICK: E’ solo… Molto scrupolosa. E’ una ragazza seria, ci tiene al suo lavoro…

HANK: Sei troppo buono con lei. E’ una strega.

JOSIE: Ti ho sentito, Berkley.

Hank chiude gli occhi, poi si gira lentamente, mentre Nick non riesce a nascondere un sorriso.

HANK: Stavo scherzando…

JOSIE: Sempre meglio essere una strega che un nullafacente.

HANK: Sono in pausa..

JOSIE: Che è finita cinque minuti fa. Non voglio certo farmi licenziare per colpa tua.

HANK: Ok,ok.

Hank si alza svogliato, confermando a sè stesso quanto sarà difficile recapitare quella lettera.

 

madison square

Jhon Marshall ringrazia la folla, lancia l’asta con il microfono tra il pubblico, che applaude estasiato. Abbraccia il suo chitarrista, va dietro le quinte. Poi la vede, per un attimo ha paura di sbagliarsi.

padre liz3
JHON: Elisabeth?

La manager che le impediva di entrare dietro le quinte abbassa le braccia, la corrispondenza aspettata tra l’identità della presunta figlia del cantante e la realtà.

LIZ: Ciao, papa’.

Poco dopo, nel camerino. Jhonatan Marshall ha pregato che nessuno lo disturbasse. Abbraccia la figlia, in uno dei suoi famosi slanci di affetto.

JHON: Allora? Che ci fai qui?

LIZ: E’ una storia lunga.

JHON: Beh, raccontamela! Perché non mi hai detto che eri a New York?

Liz alza un sopracciglio, sarcastica.

LIZ: Perché non ti sento da quasi 4 mesi,papa’. E perché nemmeno io sapevo che tu fossi qui.

Jhon annuisce, costernato.

JHON: Hai ragione, non sono stato molto presente ultimamente. Ma abbiamo cominciato il tour, e con i fusi orari e tutto il resto..

Liz fa un gesto con la mano, a sottolineare l’inutilità di queste spiegazioni.

LIZ: Non ti preoccupare.

JHON: Comunque, ora che il tour e’ finito, dovrei stare a New York per qualche tempo.

LIZ: Ah,era l’ultima tappa?

JOHN: Ce n’e’ un’altra domani sera. Vuoi venire? Ovviamente avrai un posto d’onore, anche per Lucas.

LIZ: Lucas è a New Orleans. E domani sera penso di non potere. Sono impegnata.

Il padre la guarda senza capire.

LIZ: Ho.. Una serata di premiazione. Per un contratto di pubblicazione. Sai, la Random House.

JHON: La stessa casa dell’altra volta,vero?

Liz annuisce, ricordando come in quel periodo lei e suo padre si fossero visti stesso, lui stabilitosi a New York dopo la separazione dalla madre.

JHON: Se non ti pubblicano..Ho un’amico alla Bookstar, posso chiedergli di leggerlo..

Liz scuote immediatamente il capo, decisa.

LIZ: No. Io.. Voglio provarci da sola. Non perché sono la figlia di Jhonatan Marshall.

L’improvviso ricordo di Ethan e Michelle le da’ una fitta di tristezza.

JHON: Come vuoi.

Jhonatan si passa un asciugamano lungo il collo, poi la guarda, il sorriso triste ma storto di sempre.

JHON: Come padre non servo poi a molto.

Liz gli sorride, negando.

JHON: In ogni caso, se hai bisogno di qualcosa…

Liz annuisce decisa, sorridendo.

LIZ: Ora,io e te dovremmo fare una chiamata importante.


NEW ORLEANS, OGGI


camera lucas

jessy4

JESSY: Non ce la posso fare.

Lucas sorride, alzando la testa dal suo libro.

lucas

LUCAS: Tutta questa negatività è dovuta alle derivate?

Jessy lo guarda, sbuffando.

JESSY: No, è dovuta al fatto che sto per finire il terzo anno di Economia.

LUCAS: Questo non dovrebbe renderti triste. Ti manca solo un anno!

JESSY: Appunto.

Lucas la guarda un attimo, senza sapere come interpretare quella frase. Poi lo squillo del telefono interormpe i suoi pensieri.

LUCAS: Arrivo subito.

Scende le scale, quasi certo che sia Liz.

LUCAS: Pronto?

JHON: Ciao, Lucas.

LUCAS: Papà?

Jessy lo guarda risalire poco dopo, lo sguardo velato.

JESSY: Era… Tuo padre?

LUCAS: Già. Era con Liz.

Jessy sgrana gli occhi, poi scruta il ragazzo.

JESSY: Liz… Non ha mai parlato molto di suo padre. Quindi non so niente…

LUCAS: Perchè non c’è niente di particolare. I miei genitori si sono separati quando io ero molto piccolo, avrò avuto cinque anni… Liz ne aveva sette, lei adorava papà… Lo adora ancora, in realtà, nonostante la sua presenza.. Discutibile.

JESSY: Io mi ricordo che quando andavamo al liceo, tuo padre veniva a trovarvi..

Lucas annuisce, il volto contratto, lo sguardo sul libro.

LUCAS: Si, infatti, i primi tempi cercava di incastrarci tra i suoi impegni. Lui si è trasferito a New York quasi subito dopo la separazione, i primi anni io e Liz passavamo lì le vacanze..

JESSY: Si, mi ricordo.

LUCAS: E quando due anni fa Liz ha manifestato la sua passione per la scrittura…Papà ha subito spinto per farla andare a New York.

JESSY: Ma non viveva con lui.

LUCAS: No, papà era sempre in tour. Ma l’appartamento, il corso che stava seguendo.. Ha pagato tutto lui. Ha sempre pensato che mia sorella… Fosse un’artista, come lui. Da piccola le aveva anche fatto prendere lezioni di piano..

JESSY: Lo è. Un artista, intendo.

LUCAS: Già. Io invece… Sono solo il figlio ordinario. Senza talento.

Jessy scuote la testa, prendendogli il volto tra le mani.

JESSY: Tu, ordinario? Studi ingegneria, Lucas. E stai con una ragazza più grande di te, il che denota una certa maturità. Sei stato due anni solo con tua madre, e ti sei sempre gestito da solo… Sei tutto, fuorchè questo.

Lucas fa un debole sorriso, ricambia lo sguardo.

LUCAS: Grazie.

JESSY: Ho detto solo la verità.




università

clara

Clara aspetta che esca dall’università, appoggiata all’inferriata.

Dopo poco, Justin esce, con la tracolla sulla spalla.

justin

JUSTIN: Ehi.

CLARA: Ehi.

Justin si guarda intorno, le mani in tasca.

JUSTIN: Mi stavi aspettando?

CLARA: Proprio così.

Gli rivolge un sorriso dolce, e Justin non può fare a meno di sentirsi ancora una volta in colpa per il modo in cui l’ha trattata.

JUSTIN: Beh, avevamo detto di vederci domani..

Clara alza le spalle, poi sorride.

CLARA: Perchè rimandare a domani quello che possiamo fare oggi?

Lo sguardo di Justin la fa vacillare.

CLARA: Certo, se hai impegni fa niente. Pensavo solo, sai… di fare un pezzo a piedi assieme..

Justin sorride, annuendo.

JUSTIN: Certo, perchè no.

clara sorride


NEW YORK,OGGI


premiazione

liz8

Liz entra nella sala, guardandosi intorno,nervosa.

LIZ: Sembro proprio una principiante..

Beth solleva un sopracciglio, accigliata.

BETH: Solo perché non sei fasciata in un economico Dolce e Gabbana non vuol dire che tu non possa fare le scarpe a tutti questi figli di papà.

Liz la guarda,sorridendo come può.

BETH: Tuo padre non verrà?

LIZ: Non riesce, ha il concerto. Gli e’ dispiaciuto.

BETH: Non prenderla male, ma ho sempre pensato che fosse un padre poco presente..

Liz annuisce, guardando il buffet, lo stomaco chiuso.

LIZ: Si, lo è nel senso più usato del termine. Cioè, fisicamente non c’è mai stato. Ma ha sempre chiamato a casa a cadenza più o meno settimanale. Sulle visite è stato più.. Problematico. Ma semplicemente perché prima di tutto, c’era la musica.

BETH: E non si e’ mai rifatto una famiglia?

Liz scuote lentamente la testa, un sorriso triste appena abbozzato.

LIZ: Non eravamo noi il problema.

Lo squillo del cellulare le interrompe; Liz risponde al telefono, in maniera quasi febbrile, appena legge il suo nome sul display.

LIZ: Ehi!

ETHAN: Ehi. Senti..  Qui le cose stanno andando per le lunghe, il primario mi sta facendo vedere dei progetti..

Liz sente un colpo sordo in pieno petto, si rende conto che Ethan non c’entra niente, ma ha bisogno che lui venga, ha bisogno di averlo li’. Eppure non glielo dice.

LIZ: Ah.. Ok, non c’e’ problema.

ETHAN: Ok. In bocca al lupo.

LIZ: Crepi.

Fa per chiudere la chiamata, poi sente ancora la sua voce.

ETHAN: E.. Liz?

LIZ: Si?

ETHAN: Proverò a liberarmi. Davvero.

LIZ: Va bene.

Beth la guarda mettere giù, curiosa.

BETH: Che ha detto?

LIZ: Che non sa se riuscirà ad arrivare in tempo.

In quel momento Lena Dubay le si avvicina, sorridendole.

editor presentazione
Lena Dubay


LENA: Signorina Marshall,giusto?

LIZ: Si,sono io.

LENA: Mi sembra di ricordare che ci fossimo già incontrate..

Liz sente improvvisamente montare una rabbia per quella donna, la causa della distruzione dei suoi sogni.

LIZ: Già, quasi un anno fa. Venni a portarle un manoscritto. Poi respinto.

Lena Dubay aggrotta le sopracciglia,cercando di ricordare.
Poi una voce al microfono silenzia il brusio nella sala. Una donna elegante annuncia l’inizio della premiazione e invita concorrenti e accompagnatori a prendere posto nell’anfiteatro.

BETH: Andiamo.

Liz rivolge un ultimo, speranzoso sguardo verso la porta a vetri dell’entrata, prima di seguire Beth e il resto della folla.


NEW ORLEANS, OGGI


new orleans2

Ellie guarda il telefono, senza sapere cosa fare.

Poi si decide, lo chiama.

LIAM: Ehi, Ellie. Dimmi.

ELLIE: Mi rendo conto che è chiedere troppo, ma… Potremmo vederci?

LIAM: Certo. Quando?

ELLIE: Tipo… Adesso?

Poco dopo, in un bar,Ellie vede entrare Liam, i capelli appiccicati alla fronte. Gli va incontro, sorridendogli.

LIAM

ELLIE: Esistono gli ombrelli.

LIAM: Ero alle prove. Sono venuto direttamente qui.

Ellie annuisce, dispiaciuta.

ELLIE: Scusami se ti ho chiesto di venire qui con così poco preavviso..

LIAM: No, anzi, hai fatto bene. Volevo parlarti anche io.

ELLIE: A proposito di cosa?

LIAM: Beh.. A proposito dell’altro giorno. E’ passata una settimana..

ELLIE: Già, vorrei parlartene anche io.

Gli fa cenno di sedersi al tavolo con lei.

LIAM: Ti ascolto.

ELLIE: Ecco… Quello che è successo l’altro giorno… Mi ha spiazzato.

LIAM: Si, me ne sono accorto. Al concerto mi hai praticamente ignorato.

Ellie chiude un attimo gli occhi, scaccia quella serata dalla mente.

ELLIE: Quella sera c’erano altri motivi..

LIAM: Tipo il ritorno della mia ex?

Suo malgrado, Ellie non può fare a meno di sorridere.

ELLIE: No, anche se per riprendermi da quello ho avuto bisogno di una mezza giornata di ritiro spirituale.

LIAM: Quindi, se non è questo..

ELLIE: Io mi vedo… Con un’altra persona.

LIAM: Oh.

Liam la guarda un attimo, poi lo sguardo si indurisce.

LIAM: Hank?

ELLIE: Cosa? No, certo che no!

LIAM: Era lì, ho pensato… Justin?

Ellie scuote la testa, paziente.

ELLIE: E’… Un pò diversa da te.

LIAM: In che senso?

ELLIE: E’.. Mackenzie.

Liam rimane con la bocca aperta, completamente senza parole.

LIAM: Ah… Io.. Non sapevo che tu…

ELLIE: Infatti non è colpa tua. Non sono stata chiara con te, puoi avere frainteso.. Il fatto è che non lo sapevo nemmeno io. Non lo so, nemmeno io. Le donne mi attraggono… Solo in potenza. Ho sempre avuto relazione eterosessuali.

Liam annuisce, comprensivo.

LIAM: Certo, capisco… Beh, è l’occasione giusta per scoprirlo, no?

Ellie annuisce.

ELLIE: Si, vediamola così.

LIAM: E noi…

ELLIE: Noi possiamo rimanere amici. Mi farebbe piacere.

LIAM: Certo, nessun problema.

Ellie si alza, ora a disagio.

ELLIE: Beh, non voglio trattenerti, fradicio come sei…

LIAM: Apprezzo la tua magnanimità.

Ellie fa un breve sorriso, poi insieme si avviano fuori dal locale.

LIAM: Spero.. Di non aver incasinato niente.

E questa volta, Ellie non riesce a rispondere.


NEW YORK


Colonna Sonora – No More Heroes (4 scene)

presidentessa rainbow

La presidentessa della Random House sorride alla platea, prima di prendere in mano il microfono.

PRESIDENTESSA: Buonasera a tutti! Per chi non mi conoscesse, io sono Sasha O’Connell, la presidentessa della Random House! Come sapete, siamo qui riuniti per un progetto da noi indetto, che vede come suo obiettivo quello di dare un’occasione a tutti i ragazzi che vogliono provare a dare vita ad un sogno…

Beth si avvicina all’orecchio di Liz.

BETH: Qui si fa notte.




ospedale ny

dottor norton

DOTTOR NORTON: E quindi, come puoi capire, l’approccio è totalmente innovativo..

Il dottor Norton si interrompe di colpo, guarda Ethan come se volesse leggergli dentro.

NORTON: C’è qualcosa che non va?

ethan

ETHAN: No, certo che no. Perchè?

NORTON: Perchè negli ultimi venti minuti non hai fatto altro che guardare l’orologio.

ETHAN: Mi scusi. Dicevamo?

Il dottor Norton chiude con un colpo secco la cartella che stava mostrando ad Ethan.

NORTON: Sincerità, Ethan.

ETHAN: E’ solo che.. Ho promesso ad una persona che sarei andato in un posto.. E’ una situazione particolare..

NORTON: Perchè non me l’hai detto?

ETHAN: Beh.. Non volevo farle credere che non mi interessasse quello di cui parlavamo, perchè mi interessa eccome..

Il dottor Norton sorride, rassicurandolo.

NORTON: Posso farteli vedere anche domani. Devi passare qui quasi tre mesi, Ethan. Direi che abbiamo tutto il tempo.

Ethan annuisce, aspettando il lasciapassare del medico.

NORTON: Ci vediamo domani. Puntuale come sempre, mi raccomando.

Ethan sorride, si dirige velocemente verso il cappotto.

ETHAN: Allora a domani!

NORTON: E comunque, non c’è niente di male nel dire che si tratta di una ragazza.

Ethan si blocca di fronte alla porta,confuso.

ETHAN: Si, ma… Non è quello che pensa lei..

NORTON: Ah no? E per chi altro avresti tutta quest’apprensione?




PRESIDENTESSA: Detto questo, voglio complimentarmi con tutti e dieci i finalisti del concorso. Ci sono pervenuti romanzi molto diversi tra loro, per quanto riguarda stile e tema. E’ stato difficile scegliere un solo vincitore, ma io, l’editor Lena Dubay, il giornalista Tom Richards e lo scrittore Jack Mann siamo arrivati ad un verdetto… Invito i signori a salire sul palco, per procedere alla premiazione.

Liz vede salire Lena Dubay e altri due uomini, e in un ultimo, disperato atto di speranza, mentre Beth le stringe la mano, guarda l’entrata dell’anfiteatro. E lì lo vede, arriva proprio in quel momento.

PRESIDENTESSSA: Il vincitore del concorso “A BOOK FOR YOU” 2014, indetto dalla Random House, è..

E’ sudato, accaldato, ansante. Ma è lì. La guarda, e le sorride. Liz risponde a quel sorriso mentre eleggono il vincitore.

PRESIDENTESSA: .. Robert Cassel!


NEW ORLEANS, UNA SETTIMANA PRIMA


locale new orleans

Ellie segue fuori dal locale Mackenzie, che sta fumando una sigaretta con Justin.

ELLIE: Ehi.

Mackenzie le sorride, voleva trovare un momento per parlare con lei.

MACKENZIE: Ehi.

mackenzie4

JUSTIN: Si sente già l’assenza di Liz,eh?

Ellie si stringe nelle spalle, tentando di sorridere.

ELLIE: Abbiamo già stabilito l’ora per conferenze su Skype settimanali. Affronteremo anche questa.

Justin sorride, poi si accorge di essere di troppo. L’idea di tornare dentro con Hank e Jessy, tuttavia,non lo entusiasma.

JUSTIN: Io… Vado a casa.

MACKENZIE: Aspetta un attimo, vengo con te..

Justin la guarda, e Mackenzie capisce la situazione che si andrebbe a creare.

MACKENZIE: Ok, allora… Vai a prendere i cappotti.

Justin annuisce, ringraziandola con gli occhi, poi entra dentro.

MACKENZIE: Mi dispiace avere poco tempo, ma la situazione..

ELLIE: Certo, lo capisco.

MACKENZIE: Anche io volevo parlarti. Volevo… Scusarmi del mondo in cui mi sono posta. Sono… Abbastanza impulsiva, ma mi rendo conto che non ero nella posizione di metterti fretta.

Ellie scuote la testa, accennando un sorriso.

ELLIE: Non devi scusarti, è più che comprensibile. E’ che io… Sono veramente confusa.

MACKENZIE: Ti aiuterò a schiarirti le idee, allora.

Ellie la guarda, senza sapere cosa dire.

ELLIE: Solo che.. Per rispetto nei tuoi confronti, penso di doverti dire che… Sto vedendo anche un’altra persona.

Il sorriso di Mackenzie le si pietrifica sul volto.

MACKENZIE: Chi?

ELLIE: Liam.

MACKENZIE: Un ragazzo.

In quel momento esce Justin, ma la faccia di Mackenzie lo spinge a rientrare dentro.

ELLIE: Ti ho detto che è complicato..

MACKENZIE: In che termini vi frequentate?

ELLIE: In nessuno, in realtà. Ci siamo visti oggi, prima c’eravamo sentiti solo su facebook..

MACKENZIE: Ah, quindi… E’ una cosa blanda.

ELLIE: Mi ha baciato.

Mackenzie diventa pericolosamente seria.

MACKENZIE: Quando?

ELLIE: Oggi.

MACKENZIE: Direi che non devi dirmi altro.

Si allontana da Ellie, che la richiama.

ELLIE: Cosa vuol dire?

MACKENZIE: Che sei un casino, Ellie. E io con i casini ho dato.

mack arrabbiata

ELLIE: Questo lo sapevi..

MACKENZIE: No, io sapevo che avevi dei dubbi riguardo me, riguardo noi. E posso accettarlo, insomma, mi va bene. Ma a me sembra che tu abbia le idee confuse non a livello sessuale, ma personale. Non sai nemmeno tu se ti piaccio io oppure Liam.

ELLIE: Noi non stiamo assieme..

MACKENZIE: No, infatti. Non stiamo assieme. Per questo me ne sto andando. Perchè non sono nella posizione di dirti niente, di fare niente, mentre vorrei entrare e spaccargli in testa un’amplificatore.

Fa per rientrare nel locale, chiama Justin.

ELLIE: E quindi.. Che ne è di noi due?

MACKENZIE: Fatti sentire quando ti sei chiarita le idee. Ma ripeto, non metterci troppo.


NEW YORK,OGGI


Colonna Sonora – It’s Time

premiazione

beth1

BETH: Prendo un altro bicchiere?

Liz, seduta sul marciapiede che contorna il bellissimo giardino dell’anfiteatro, annuisce, Ethan di fianco a lei. Beth si allontana, rimangono da soli.

ETHAN: E’ solo un concorso..

LIZ: Ethan, ti prego. E’ l’ennesimo concorso, l’ennesimo fallimento.

ETHAN: Lo dici ora, tu sai che hai talento…

LIZ: Già, sono loro che non lo sanno.

Ethan la guarda, senza sapere come rincuorarla. Liz appoggia la testa sulla spalla di Ethan, fa un piccolo sorriso.

LIZ: Però alla fine sei venuto.

Ethan arrossisce, non visto, ripensando alle parole del dottor Norton.

ETHAN: Si, alla fine sono venuto.

LIZ: Non ti avrei parlato mai più, lo sai, vero?

ETHAN: Ho imparato a leggere tra le righe dei tuoi “va bene” da tempo.

LIZ: E io che pensavo che tu e le donne foste due paesi non confinanti.

Ethan abbozza un sorriso, contento di averle fatto tornare l’ironia.

ETHAN: Grazie a te sto facendo progressi. Siine fiera.

LENA DUBAY: Signorina Marshall?

Liz si alza di colpo, trovando davanti a sè l’editor della Random House, mentre Beth, che sta tornando con due bicchieri di spumante, rimane impietrita sulla porta.

LENA: Mi ricordo di lei. Del suo romanzo.

Liz si limita a fissarla, senza dire niente.

LENA: Non c’era cuore, in quello che aveva scritto.

LIZ: Già, la brava… “narratrice”.

LENA: Occorre una marcia in più, per fare lo scrittore..

Liz non riesce a trattenersi, l’umiliazione davanti ai suoi amici divenuta insopportabile.

LIZ: Beh, signorina Dubay, se non ha visto il cuore in questo romanzo, non penso riuscirà mai a vederlo.

Lena Dubay si limita ad osservarla, prima di fare un breve sorriso.

editor

LENA: Beh, questa è un’efficace dimostrazione di cuore. Un pò come quella che ho letto nel suo ultimo lavoro.

Liz rimane interdetta, la guarda senza capire.

LENA: Purtroppo, come ha visto, i giurati erano quattro. Ha vinto la maggioranza. Ma io avevo votato per lei.

LIZ: Ah.. Presumo di doverla ringraziare.

Lena Dubay sorride leggermente.

LENA: Non mi ringrazi. Non ancora. Sono venuta qui non per farle i miei complimenti, ma per dirle che ho intenzione di pubblicare il suo libro.

LIZ: Come?

LENA: E’ come se fosse arrivato sulla mia scrivania. A questo, avrei detto di sì.

Sul volto di Liz comincia ad affacciarsi un debole sorriso, mentre Beth, non vista, le mostra il pollice alzato.

LENA: L’aspetto domani alla Random House. Cominceremo subito con l’editing. Saranno giorni duri, quindi le consiglio di andare a dormire presto e rimanere sobria. A domani mattina.

Lena Dubay le porge la mano, e Liz la stringe, ancora incredula.

Appena Lena Dubay si allonana, Beth si avvicina ed Ethan si alza. Rimangono così, a fissarla, aspettando che lei realizzi. Poi Beth esplode.

BETH: Hai visto, anche senza Dolce e Gabbana ce l’hai fatta!

Vorrebbe abbracciarla, ma ha due bicchieri in mano. Liz scoppia a ridere, poi guarda Ethan.

ETHAN: Lo sanno anche loro, che hai talento. Dovrai rassegnarti a questa realtà.

BETH: Vado a prendere un altro bicchiere, dobbiamo brindare!

Ethan e Liz si guardano, sorridendo.

ETHAN: Ce l’hai fatta.

ethan sorride e annuisce

LIZ: Sembra di sì. Io… Non ci sarei mai riuscita senza di te. E senza la Smile House..

ETHAN: Conto di essere menzionato per primo nei ringraziamenti.

LIZ: E’ un peccato, non ci saranno.

Ethan scuote la testa, poi Liz stringe lo sguardo, ironica.

LIZ: Allora, me le fai per bene le congratulazioni o no?

Ethan sorride, poi l’abbraccia.

E Beth li trova così, lei con le gambe sollevate che ride vicino al suo orecchio e lui che le urla “brava” e non può fare a meno di sorridere anche lei.

Comments

comments

12 thoughts on “3×01- IT’S TIME

  1. Che bella analisiiii 🙂
    Sono contenta che la prima puntata sia piaciuta tanto, mi auguro che il resto della serie sia all’altezza 😉
    Ripeto, Lethan e Liank: questo è il problema! 😉
    Nick e Josie sono due new entry importanti (un pò come Beth, che raccoglie consensi a piovere XD) e sicuramente saranno analizzati meglio, è vero anche che (come qualcuno ha fatto giustamente notare) i personaggi di questa 3 stagione sono tantissimi, quindi bisogna dare spazio un pò a tutti e ci sta che un personaggio venga cagato un pò meno a favore di un altro XD
    Beh, Justin non è che non era contento, è che diciamo, è un pò impacciato, comunque Clara non l’ha trattata benissimo e ha ancora tanti dubbi perchè pensa ancora a Jessy…. ma evolverà, in che modo non posso dirlo XD :p
    AAAA ti aspetto domenica alloraaa :* :*

  2. eccomi qui anch’ioooo.. alllloraaaa innanzitutto questa terza stagione è iniziata alla grande 🙂
    La new entry Beth mi piace assai.. mi ricorda una persona 🙂 penso che Liz abbia bisogno di una tossina affianco, così da sfogare i suoi momenti tristi nella marijuana ahahahah no a parte gli scherzi mi piace un sacco 🙂
    Al momento della premiazione di Liz ero presa malissimo, manco dovessero premiare me O_o cmq contentissima x come è andata, contenta che sia arrivato Ethan in tempo, perchè si sa quanto Liz ci teneva alla sua presenza; ma ancora più contenta del fatto che il suo romanzo verrà pubblicato, e quindi finalmente un’enorme soddisfazione x la nostra piccola Liz <3
    Per quanto riguarda Ethan, lui mi piace, mi piace il loro rapporto di amicizia, ma non ci vedo nulla di più.. io sono un'altra Liank <3 poi Hank ora che si sta dando una raddrizzata mi piace ancora di più poverino.. ha capito le cazzate che ha fatto e ora sta cercando di rimettersi in piedi 🙂
    Ellie invece a me non è scesa, anzi.. cavolo ci sta che questa povera cristiana sia confusa.. diamole tempo 🙂 (io cmq spero scelga Mac 🙂 ) Mac invece giustamente ha preso malissimo il bacio tra Ellie e Liam e per il carattere che ha non mi sarei aspettata una reazione diversa sinceramente 🙂
    Jessy e Lucas concordo con il fatto che siano noiosissimi.. non mi piacciono 🙁 spero troppo in Jessy e Justin credo di adorarli insieme <3 . approposito di Justin, non mi è sembrato tanto felice di incontrare Clara o sbaglio?? ahahaah
    Nick e Josie mi incuriosiscono molto.. non vedo l'ora di conoscerli meglio 🙂 🙂
    ah tra l'altro carinissimo dott Norton mi sa proprio di Webber <3
    e per finire come dimenticare di citare la comparsa del babbo di Liz.. mi ha fatto tenerezza.. nel senso che è vero non sta vicino ai figli però bo, penso che gli voglia davvero un bene dell'anima e che creda nel talento di Liz!!!
    Aspettiamo domenica con ansiaaaaa 🙂

  3. 1) Più che criptico Ethan ha qualche problema mentale grave…cioè l’hanno capito tutti che gli sbavi dietro e per tutti intendo proprio tutti…ma va bè
    2) Anche Jessy un’altra che non sta messa meglio di Ethan
    3)No niente porella…lei era la nostra Giovanna D’Arco! Indomita che si faceva beffe delle questioni di cuore!

  4. Ahahaha behm però direi che sono tutte e 3 situazioni molto diverse..
    1) Liz non è indecisa tra Hank e Ethan, almeno, non all’inizio. All’inizio lei torna ancora innamorata di Hank, si sono lasciati da due anni e lui “sta” con un’altra, gli chiede di essere amici e lei intanto conosce Ethan. Il sentimento che lei prova per Ethan cresce molto lentamente, mentre con Hank fanno appena in tempo a riallacciare i rapporti che lui parte per Miami e fa un altro casino, Liz non ha mai avuto due scelte. A tratti nemmeno una, se consideriamo che Ethan è criptico, e l’unica volta che l’ha portata fuori c’era anche Mary!
    2) Jessy sicuramente è quella che ha il triangolo più “tradizionale”, al di là delle motivazioni per cui questo triangolo si è creato;
    3) Ellie è una cosa a parte… Nel senso, come dice anche lei a Liam, è tutto in potenza per lei… Ci sta che veda la faccenda con un pò di paura ed eventuali ripensamenti… Diamole tempo, porella XD

  5. Prego…comunque mi è caduta Ellie, perchè nelle passate stagioni sembrava più decisa, determinata ora sembra la copia di Jess quando era indecisa su Justin o di Liz con l’indecisione tra Hank e Ethan…ora mi è rimasta solo Mac e la new entry sempre che non iniziano pure loro a essere indecise. Io me lo sento, CrossRoads finirà con la ship Hanhan (suona pure bene!) 🙂

  6. Nelle ultime battute finali vedo quasi la stessa gelosia che descrivevi così bene, quella di Mackenzie… ahahah
    Anche tu un commento lunghissimooo quanta carne al fuocooo!!
    Innanzitutto grazie per i complimenti, sono contenta che la puntata sia piaciuta *_*
    E lo so, lo so che sei Liank nelle ossa, però è innegabile, Ethan è carino, ed è innegabile che il loro rapporto, anche se in minima parte, non possa essere definito propriamente “di amicizia”… Comunque vedremo.
    Oppalè, qui le Macellie salpano! Anche su di loro ci saranno parecchie novità.
    Vedo che sul personaggio di Beth piovono consensi 🙂 ne sono felice, è un personaggio a cui tengo e che diventerà essenziale per Liz (e non dico di più!)
    E finalmente Liz riesce ad ottenere qualcosa, povera crista XD E anche l’incontro con il padre sono contenta che sia piaciuto, è stata una figura “mistica” in tutte le prime due serie, accennato ma mai presentato, era ora accadesse, anche perchè permette di conoscere meglio sia Liz che Lucas (che come abbiamo letto ha dei traumi irrisolti, poverino 🙁 )
    Ti aspetto lunedì prossimo allora 😉
    Aspettiamo comunque di vedere la due per tirare le somme, o la tre, o la quattro, o la cinque…

  7. è valsa la pena aspettare fino al 16 marzo, con un inizio così!!! I brividi!!
    Innanzitutto, non mi aspettavo di vedere Hank a fare il bigliettaio, ahah è stata una sorpresa poi rincontrarlo in una sua versione ancora un po’ più umile e paziente, mi ha intenerito tantissimo!! con quella sua letterina… io non ho dubbi su quale coppia schierarmi! Liank a vita!! 🙂
    Parliamo di Ellie, che in questa puntata è lei ad essere un casino (citazione di Mackenzie xD) mi è piaciuta tanto la gelosia che esplode nel cuore di Mackenzie per quella voglia che ha di stare con Ellie, di vivere una storia con lei, la capisco. Capisco cosa si prova e mi è piaciuta un sacco, così mi si sono chiarite le idee anche per quanto riguarda la coppia da sostenere, fra Liam e Mackenzie e Ellie e Mackenzie e… sì, Mackenzie ha vinto 🙂 Non vedo l’ora di vedere gli sviluppi!!
    Liz, oddio Liz!!! pelle d’oca mentre la presidentessa annuncia il vincitore…poi eheh non è andata come mi aspettavo, ma vedere arrivare Ethan in tempo è comunque una bella consolazione ( avevo davvero paura che se lo perdesse!). Ma la rivincita finale di Liz sulla stessa editor che aveva rifiutato il suo vecchio manoscritto beh…è davvero un colpo di scena! sono al settimo cielo anch’io ahah Come avevo detto nel vecchio commento alla conclusione della seconda stagione, sono contenta che Liz e Ethan siano insieme a New York, e che Liz abbia potuto condividere un momento così significativo con lui, e con Beth (che è già un personaggio che approvo!! xD) Liz ha bisogno di persone di questo genere. Per quanto riguarda il papà-Bonjovi- ci è piaciuto, sembra una persona buona, spero che ci siano tante altre occasioni in cui Liz possa confrontarsi con il padre 🙂 Ahhh Jessy e Lucas sono adorabili, ma io aspetto Justin, anche se ora c’è Clara-e-le sue passeggiate-romantiche-del ca**o, ti odio Clara xD

  8. Ah però, supercommentone!! Sui Jucas mi pare di vedere l’unanimità per quanto riguarda questa relazione, non è approvata da nessuno… Però nel frattempo Justin sembra “uscire” con Clara, quindi…..
    Ahahahaha la “sfida” tra Hank e Ethan sembra essere molto accesa, c’è chi è Liank e c’è chi è Lethan… e credo che le cose non possano che peggiorare.
    Sono contenta che Beth sia piaciuta a molti, ci sono diversi personaggi nuovi, alcuni dei quali diventeranno importanti nella storia 😉
    L’unica cosa è che non capisco in che senso Ellie ti sia scaduta O.o
    Comunque grazie del commento 😀

  9. Eccomi qui a commentare la prima puntata della terza serie di Indecisi. Qui Ellie mi è caduta abbastanza, lei che sembrava così sicura di se, la donna che non deve chiedere mai, che tanto la baciano tutti i chitarristi in zona! Poi mi cade anche lei come le altre sull’ignavia. Non si può! Ora mi sarei aspettato una Mac che correva dentro a baciare Liam per vendetta, che i due farebbero pure una bella coppia, ma va bene uguale. Il fatto che Lucas sia un ingegnere spiega parecchie cose su di lui 🙂 La sua relazione con Jess continua a essere noiosa come poche, ma andiamo avanti e passiamo alla star maschile dello show. Finalmente ha messo via quell’aria da figlio di papà (i commenti sul papà li lascio alle signore) e ha trovato pure un lavoro, vai Hankuccio faccio il tifo per te, anche se scommetto, che passerà per quel cinema un produttore della The CW Television Network e lo casterà…no cioè gli farà un casting e lo assumerà per fare un telefilm su un supereroe miliardario e vestito di verde che tira frecce. Ora passando ai Newyorkesi, vorrei dire all’autrice che si è spremuta le meningi davvero tanto per il nome di Lena (ovviamente sarà una scelta fatta apposta…dicono tutti così 🙂 ) Dopo Mac finalmente un’altra ragazza seria senza paranoie (hai sbagliato telefilm, te le faranno venire anche a te), ben venuta Beth, già l’adoro. Mi è piaciuta la scena dell’arrivo di Ethan, ci mancava il cavallo bianco ed era perfetto. Anche il seguito è stato molto carino *_* Poi va bè Liz non ha vinto, ma chi se ne frega del premio, che prende polvere sulla mensola, se poi alla fine ti pubblicano, si vedevano già gli occhi di Liz con il simbolo dollaro 🙂 Gion Bongiovanni che fa il padre di Liz ci sta bene, una novità interessante.

  10. Ahahahah grazie mille! 😉 In generale, penso che questa serie sarà abbastanza avvincente in tema di storyline, molte, anzi, quasi tutte le “questioni in sospeso” affrontate nelle prime 2 verranno risolte.. trust me 😉

    Per quanto riguarda Josie, è un personaggio complesso, verrà scoperto e capito nel corso della serie; Nick è Nick, è un bravo ragazzo e Hank aveva bisogno di cambiare aria, di allontanarsi momentaneamente da persone che non si fidano più di lui, anche per dimostrare che è diverso.
    Lethan o Liank… Beh, sembra essere la questione del secolo 😉 Tengono entrambi a Liz, questo è chiaro, cambia il loro modo di dimostrarlo… ora bisogna capire a chi Liz tiene non di più, ma nella maniera tale da farla propendere verso uno o l’altro… vedremo 😉

  11. E poi mi é piaciuto anche come hai strutturato la puntata..Bon jovi, Nick e il lavoro di Hank, Ellie tutto incastrato molto bene, anche le presentazioni…già si capisce un po’ che tipo di carattere ha Nick, e quale sarà il rapporto tra hank e Nick..brava. Non vedo l’ora di vedere che succede con gli altri personaggi. Ps la tonkin sembra destinata a fare sempre la cagna all’inizio, o sbaglio??.

  12. Ho letto la puntata! ci sono state delle parti divertenti, tipo Justin che rientra nel locale dopo aver visto la faccia di mackenzie.. E poi cavolo mi fa strano bon jovi nel mezzo! Gran gnocco anche lui!
    Bella puntata, io non so per chi tifare a questo punto…posso solo dire che mi aspetto un ritorno liank.. Di sicuro lui andrà a trovarla a NY o liz tornerà per un saluto a NO..
    Speriamo bene! Beth tossica,ci piace! Ahahah
    Per quanto riguarda Liz, io sono sempre stata per Hank, però devo ammettere che mi sono piaciuti lei e Ethan in questa puntata! Sono combattuta :'( :'( :'( :'(

Comments are closed.