2×09 – I’M WIDE AWAKE

Se vi siete persi gli episodi della prima stagione, cliccate qui: 

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

Se volete che la storia continui, non dimenticate di commentare qui sotto, con le vostre critiche, le vostre impressioni, insomma, dite la vostra!  :) E’ davvero importante (e molto educativo per me) leggere tutto quello che mi scrivete, quindi grazie già da ora!

casa liz

Lucas la guarda di sottecchi, mentre Liz sorseggia il suo caffè. Appoggia la matita tra le pagine del libro.

LUCAS: Allora..

LUCAS SGUARDO OBLIQUO
LIZ: No, non ho ancora deciso.

LUCAS: Non ne hai parlato con mamma?

Liz distoglie lo sguardo, a disagio.

LIZ: Penso di sapere già cosa mi direbbe. Cosa mi direbbero tutti.

LUCAS: E pensi che esista una risposta migliore?

LIZ: Penso che sarebbe la stessa cosa che direi io, se qualcuno si trovasse davanti ad una scelta del genere.

LUCAS: E allora cosa ti frena?

LIZ: Io.. Ho 22 anni, Lucas. Di cui 2 passati lontano da qui. So che esiste di peggio nella vita, ma.. Ho appena ricostruito qualcosa in un posto in cui mi sento veramente amata.

LUCAS: Pensi davvero che potrebbe bastarti per tutta la vita?

Liz lo guarda,dubbiosa.

LIZ: Che intendi?

LUCAS: Che.. Ti conosco. Insomma, sono tuo fratello. Tu.. Sei diversa, sorellina. Non necessariamente speciale, ma diversa di sicuro. Ci sono persone per cui l’amore, nel senso più lato del termine, e’ tutto. E poi ci sono le persone come te.

LIZ: Stronze e insensibili arrampicatrici sociali?

LUCAS: Persone che scalerebbero l’Everest per quello in cui credono. Cosa vuoi che sia New York, al confronto.

Liz lo guarda di sbieco, sorridendo leggermente. In quel momento la madre, ancora in vestaglia, che scende dalla camera, li zittisce.

 




 

casa interno ethan

Peter scende dalla camera, trova il fratello minore all’isola della cucina,una ciotola di cornflakes in mano.

PETER: La colazione dei campioni,eh?

peter sorride T
Ethan lo guarda, ancora mezzo addormentato.

ethan capelli corti2


ETHAN: Devo andare a lavoro.

PETER: In questi giorni stai lavorando parecchio.

Ethan alza le spalle.

ETHAN: Io e Rose ci stiamo semplicemente ambientando nel caso Liz.. Se ne vada.

Peter corruga le sopracciglia, lo guarda senza capire.

PETER: Dove dovrebbe andare?

ETHAN: A New York. E’.. Tra le finaliste di un concorso di scrittura.

PETER: Era.. Questo che ti è venuta a dire l’altro giorno?

Ethan si limita ad annuire, gioca con i cereali annegati nel latte.

PETER: E.. Ti dispiace?

ETHAN: Si. Ma non per quello che pensi tu.

PETER: Io non penso niente.

ETHAN: Certo, come no.

Peter si siete di fianco al fratello, lo guarda, alzando un sopracciglio.

PETER: Senti, Ethan… Devo dirti la verità, penso che tu sia strano.

ETHAN: Siamo in vena di complimenti,oggi. Ti prego, continua.

PETER: Insomma, lo sai. Non sei mai stato con una ragazza in maniera seria. Hai dei gusti… Dei parametri.. Incomprensibili. Anche con Mary…

ETHAN: Lasciamo fuori Mary, ok?

PETER: Dico solo quello che penso. E penso che… Liz, in qualche modo, ti piaccia.

ETHAN: Perché l’amicizia tra maschio e femmina…

PETER: Esiste. Per l’appunto. Non so in che forma ti piace, ma ti piace. Diciamocelo… E’ l’unica amica che hai. Hai problemi anche con le amicizie vere. Hai problemi relazionali.

Ethan lo guarda, scocciato.

ETHAN: E’ sempre un piacere.

PETER: Quando vuoi.

Peter si alza, poi si gira verso il fratello.

PETER: A parte gli scherzi… Questo per dirti che, da quando la conosci… E’ come se ci fosse stato altro, nella tua vita, oltre ai principi, agli obiettivi che hai sempre avuto. Ed è normale che ti dispiaccia.

ETHAN: Ma non posso chiederle di restare… Per guarirmi dalla mia sociopatia.

PETER: No, è vero. Ma potresti dirle quello che provi, a prescindere da cosa esso sia. Perché potrebbe partire, e tu potresti non avere altra occasione.

In quel momento Paul decide di scendere le scale, dopo aver atteso che il discorso terminasse.

papà ethan

 

PETER: Io vado. Ciao papà, sbrigati o farai tardi! A stasera!

Il padre lo saluta, la camicia sgualcita, poi si gira verso il figlio minore.

PAUL: Che succede?




liz6

 

LIZ: Quindi.. Fammi capire, hai un’altra cena di lavoro, stasera?

mammaliz2

SARAH: Si, penso che faremo piuttosto tardi. Potrei rimanere a dormire da Lidia.

Lidia è una cara amica e collega della madre.

LIZ: E perché?

SARAH: Beh, può darsi che ci scappi un bicchiere in più, e non voglio rischiare, con la macchina…

Lucas si copre la faccia, ridendo, mentre Liz scuote la testa.

LIZ: Mamma…

SARAH: Sono pur sempre un ex groupie.

LUCAS: Tale madre…

LIZ: ‘Fanculo.

Sarah li guarda, il caffè in mano, poi stringe lo sguardo, sorridendo.

SARAH: Abbiate buona cura della casa, in mia assenza. Vado a controllare le email.

Appena la madre risale al piano superiore, Lucas la guarda.

LUCAS: Ovviamente, sai già che stasera Jessy sarà qui. Non voglio certo cacciarti, ma..

LIZ: Oddio, mio fratello ha una vita sessuale più attiva di me. Certe cose non le voglio sentire. Chiamerò Ellie, le chiederò se mi può ospitare lontano da questa casa peccaminosa.

Liz si alza, mentre Lucas si mette a ridere.

LUCAS: Ehi, Liz..

LIZ: Si?

LUCAS: Parlane con mamma. Anche se sai già cosa potrebbe dirti… A volte fa bene un consiglio “maturo”.

LIZ: Ma io ho già te.

Poi gli fa una linguaccia.




casa hank

 

mamma hank1

Cecilia sente la porta di casa chiudersi, e dopo poco il figlio fa capolino in cucina.

HANK: Ehi, ciao mamma.

hank occhiali

CECILIA: Ciao tesoro. Dov’eri? Pensavo di trovarti a casa.

HANK: Dovevo… fare delle cose.

Hank rimane sul vago, ma Cecilia ha intenzione di approfondire.

CECILIA: Cosa, esattamente?

Il telefono del figlio interrompe l’interrogatorio. Hank guarda stupito il nome sul display, poi si decide a rispondere.

Colonna Sonora – Rubik’s Cube (due scene)

HANK: Ehi, Ellie.

ELLIE: Ehi. Scusami se ti disturbo…

Hank si allontana dalla madre, si dirige in camera.

HANK: No, anzi, sono io che mi devo scusare per la pessima figura in casa di Jessy… Chiamerò anche lei..

Ellie tentenna, poi decide di interromperlo.

ELLIE: Hank, non ti ho chiamato per questo. Ho poco tempo, però… Penso che sia giusto che tu lo sappia, anche se non so come siete rimasti.

HANK: Stai parlando di Liz?

ELLIE: Si, sto parlando di Liz. Ha… Ricevuto una proposta, da.. Una casa editrice, a New York. E’ probabile che parta.

HANK: Quando?

ELLIE: Non lo so con esattezza. Penso tra qualche settimana.

Hank boccheggia, appoggia la fronte contro il vetro della finestra.

HANK: Grazie… Grazie per avermelo detto.

ELLIE: Di nulla. Ci… vediamo.

HANK: E… Ellie?

ELLIE: Si?

HANK: Ha già deciso se andare?

ELLIE: No, non ancora.

HANK: Perfetto. Grazie mille.




ellie vestito

 

Ellie appoggia il telefono, ancora più sicura della scelta che ha fatto. Qualcuno doveva avvisare Hank. Si guarda un’altra volta allo specchio, nervosa, prima che il telefono la faccia sobbalzare. Quando legge il nome sul display, decide di non rispondere. Nessuno le rovinerà quella serata.

Infine, un messaggio.

“Sei pronta?”

Scende le scale, Mackenzie davanti a lei, le sorride.

mackenzie ride

 

MACKENZIE: Pensavo di dover aspettare molto di più.

ELLIE: Sono una donna atipica.

MACKENZIE: Però stai bene. Il blu ti dona.

Ellie, suo malgrado, arrossisce.

ELLIE: Grazie. Dove andiamo?

Mackenzie alza le spalle, poi sorride.

MACKENZIE: Pensavo ad un locale in centro… Quello dove ci siamo presentate, ad esempio..

Ellie sorride, poi la guarda dubbiosa.

ELLIE: E se andassimo da un’altra parte?

 




 

casa liz

Lucas la guarda, mentre Liz osserva la tavola apparecchiata, una candela al centro.

LIZ: Potrei vomitare.

LUCAS: I tuoi commenti non mi toccano.

LIZ: Io potrei vomitare ugualmente.

LUCAS: Vediamo se hai capito.. Io ora vado a fare la spesa..

LIZ: Dimmi solo che nel menù non è compreso un anello con diamante.

LUCAS: Quel che è certo è che non è compresa la compagnia di mia sorella.

Liz alza le mani, in segno di resa.

LIZ: Ho chiamato Ellie. Che non mi ha risposto. Ma le ho mandato un messaggio, spiegandole la situazione. Verrà in mio aiuto, e andrò da lei, oppure ci chiuderemo in camera senza uscire fino a domattina. Va bene?

LUCAS: Può andare.

LIZ: Perfetto. Vai pure a fare la spesa.

Lucas si infila un cappotto, guardandola.

LUCAS: Spero di non rivederti al mio ritorno.

LIZ: Anche io ti voglio bene.

Lo guarda uscire, poi, finalmente sola, si siede su una sedia. L’idea di New York le mette paura, soprattutto perché non ha detto a nessuno la data della premiazione. Si passa una mano sugli occhi, decide che lo dirà ad Ellie la sera stessa. Poi il campanello della porta la riporta alla realtà.

Liz apre la porta, sorridente.

LIZ: Hai letto il mio messaggio…

Trova Hank di fronte a lei, una mano dietro la nuca.

HANK: Scusa l’orario.

LIZ: Cosa vuoi?

HANK: Parlare.

LIZ: Ancora?

Hank accenna un piccolo sorriso.

HANK: Concorderai anche tu sul fatto che l’ultima volta che ci siamo visti hai parlato solo tu.

Liz risponde con una smorfia.

LIZ: Va bene,entra.

Fa spazio ad Hank, cui gli occhi ricadono sulla tavola.

HANK: Aspettavi qualcuno?

LIZ: No, è Lucas che ha organizzato tutto per Jessy.

Si gira e in quel momento vede la faccia sollevata di Hank.

LIZ: Chi ti aspettavi ci fosse?

LIZ SERIA2


HANK: Io.. Non lo so. Non so niente di quello che ti succede ultimamente.

LIZ: Chissà come mai.

HANK: Infatti vorrei spiegarti tutto.

LIZ: Tutto cosa? Altre scuse?

HANK: No, tutto quello che e’ successo a Miami.

Dal tono, Liz capisce che deve essere successo qualcosa che non sa.

LIZ: Va bene. Immagino sarà lungo. Andiamo in camera.




Colonna Sonora – Chasing Cars (due scene)

PUB 2X09

 

MACKENZIE: New Orleans Music Pub? Per fortuna volevamo andare in un posto “diverso”…

Ellie le sorride, entrambe sedute in quel localino fuori dal centro.

ELLIE: Non volevo… Possibili interruzioni.

Mackenzie sorride.

MACKENZIE: Quindi devo pensare che sia proprio una cosa seria?

Ellie arrossisce nuovamente, mentre Mackenzie si appoggia allo schienale, per allentare la tensione.

MACKENZIE: Allora, raccontami di te. Cosa fai nella vita?

ELLIE: Sono figlia unica, di due genitori adorabili e particolarmente ironici. Lavoro in un blockbuster e temo continuamente di venire schiacciata da una parete cedevole, sotto il peso di tanti inutili film.

 

ellie parla T

Mackenzie ride, finalmente la tensione allentata.

ELLIE: Ma è perché ho un’autentica passione per il cinema. Un domani.. Non mi dispiacerebbe dirigere una produzione, giusto per pensare in maniera realistica. E poi… Ogni tanto, fotografo. Prima lo facevo molto, poi… Ho smesso.

Mackenzie la guarda, sorride, non dice niente.

ELLIE: Cosa c’è?

MACKENZIE: La fotografia, la regista… Non lo so, è come se.. Come se ti sentissi più a tuo agio, dietro l’obiettivo. Anche nei Reckless.. Non hai avuto storie. Non che sia obbligatorio, ma è come se guardassi le vite degli altri, senza vivere la tua. Mi sbaglio?

Ellie la guarda, senza sapere cosa rispondere.

ELLIE: Potrebbe non essere del tutto sbagliato, si.

MACKENZIE: Beh.. Perché?

Mackenzie le prende la mano, appoggiata sul tavolo.

ELLIE: Perché… Non è facile vivere la propria vita, se non si sa esattamente da che parte la si vuole dirigere.

MACKENZIE: Vuoi dirmi che non sai niente?

Ellie sfila lentamente la mano da quella di Mackenzie, pur controvoglia.

ELLIE: Non pensavo di finire per dirlo anche io ma… E’ complicato.

Mackenzie corruga la fronte, senza capire.

MACKENZIE: Cosa, esattamente?

ELLIE: Io.. Non ho le idee molto chiare… Anche in ambito relazionale. Non ho mai… avuto una relazione con una donna, per intenderci.

MACKENZIE: C’è sempre una prima volta per tutti.

ELLIE: Non è una cosa semplice.

MACKENZIE: Invece lo è, se si sa cosa si vuole. Cosa vuoi in quel momento, senza bisogno di etichettare o catalogare tutto.

Ellie la guarda, sorride mesta.

ELLIE: La fai facile.

MACKENZIE: Perché per me lo è. Io so cosa voglio.

mackenzie sorriso ellie

 

Ellie alza un sopracciglio, ammirata.

ELLIE: Ah si? E cosa vuoi?

MACKENZIE: Ora come ora, voglio te. Ma non posso aspettare in eterno, ti avviso. 




 

casa liz

LUCAS: E cosi’, alla fine, ce l’abbiamo fatta.

JESSY: Già. Finalmente abbiamo la nostra serata. Considerata la cena mancata il giorno del mio compleanno…

jessy capelli scuri


Lucas sorride, poi la guarda.

LUCAS: Si, ma non mi riferivo a quello. Non solo, almeno. Insomma.. Ce l’abbiamo fatta, ad essere sinceri l’uno con l’altra.

JESSY: Ti riferisci a quello che ti ho detto ieri sera?

LUCAS: Si, anche. Io.. Ci ho pensato molto. E.. Ho capito che io non voglio essere un sostituto di Justin. Come mi hai detto tu molto bene, siamo molto diversi.

JESSY: Non ho mai voluto che tu lo fossi.

LUCAS: Si, ma… Ora l’ho capito. Quando mi hai detto il motivo per cui stai bene con me… Ho pensato che sono gli stessi motivi per cui…

Jessy lo guarda, in attesa.

LUCAS: Insomma.. Il condividere insieme un ipotetico futuro solido, sapere di poter contare su di te e tutto il resto… Sono le stesse ragioni per cui io… Io sono innamorato di te.

Jessy rimane con il respiro in gola, senza sapere cosa dire.

LUCAS: Non devi rispondere per forza, ok? Non volevo metterti paura o…

Jessy si decide a respirare. Lucas la guarda, aspettando una risposta. E così lei si alza, e lo bacia.

jucas kiss

 

JESSY: Facciamo che andiamo di sopra.

 




 

camera liz

Liz ascolta mentre Hank le racconta tutto. Lo ascolta raccontarle quello che avrebbero dovuto fare le sue lettere mancate. Hank non omette niente: la relazione con Tylor, il successo improvviso, la cocaina, tutte quelle scelte sbagliate, il litigio con Justin, il disastro con Leslie ed Emily, l’inevitabile ritorno a casa. Liz ascolta, le lacrime agli occhi, vede improvvisamente il vecchio Hank davanti a lei, seduto su una sedia vicino al letto.

LIZ: E ora… Ora come ti senti? Voglio dire, le crisi di astinenza..

HANK: Ci sono. Ma più.. blande, rispetto ai primi giorni. Ho trovato nell’alcol un ottimo sostituto,all’inizio… Ora… Sto provando a fare a meno di tutto. 

LIZ: Per quello… Quando sei venuto da Jessy eri così?

HANK: Beh, anche. Lì avevo bevuto per prendere coraggio.

LIZ: Per fare cosa?

HANK: Per venire da te. Volevo dirti… Delle cose.

Liz avvampa,ricorda improvvisamente il loro reciproco “ti amo”, tutto il discorso fattogli per convincerlo che dirsi addio fosse la cosa giusta. Abbassa lo sguardo, si fissa i piedi.

LIZ: Io… Non so cosa dire. Mi dispiace,non sapevo cosa ti fosse successo, ma… Non potevo saperlo. Tu.. Non mi hai fatto sapere più niente, e io mi sono sentita abbandonata. Quindi ho reagito come ritenevo più giusto.

HANK: Non sono venuto qui per avere le tue scuse. Sono venuto qui per spiegarti. E per chiederti di New York.

Liz lo guarda sorpresa, senza capire.

LIZ: Chi…

HANK: Abbiamo una fan, lo sai.

LIZ: Ellie. Non risponde alle mie chiamate, ma trova il tempo per farle a te.

HANK: Tu non me l’avresti detto.

LIZ: Non posso dirti nulla, perché non ho ancora deciso. Questa cosa.. Mi mette ansia.

In quel momento, Liz si ricorda di non aver cenato.

LIZ: Scusa la domanda, ma… Tu hai mangiato?

HANK: No. Tu?

LIZ: Idem. Andiamo a vedere cosa è rimasto della meravigliosa cena di Lucas e Jessy.

Liz si dirige verso la porta, poi si gira, un dito premuto sulle labbra.

LIZ: Però dobbiamo fare piano. Nessuno dei due sa che sei qui.

HANK: Sarebbe un problema?

LIZ: No, ma… Due ex, in una camera da letto… C’è molto da fraintendere.

Hank è costretto a darle ragione. Si affacciano dalle scale, trovano la tavola solitaria.

LIZ: Sono in camera. Prendiamo qualcosa e torniamo su.

HANK: Mi sento ridicolo.

LIZ: Anche io.

Scendono velocemente le scale, cercano qualcosa ma tutto quello che trovano è un pezzetto di dolce fatto dalla madre di Liz, con cui i fratelli fanno colazione. Hank agguanta una bottiglia di vino rosso lasciata a metà sul tavolo, e due bicchieri.

Quando stanno per salire, vedono Jessy uscire dalla camera di Lucas. In mutande. Istintivamente, Liz copre con una mano gli occhi di Hank, che sorride.

Appena Jessy entra in bagno, tornano finalmente in camera.

LIZ: Nascondermi da mio fratello minore. In camera con una delle mie migliori amiche. E’ surreale.

HANK: Tu sei in camera con me. Come vedi, non c’è limite al peggio.

Liz lo guarda un attimo, poi scoppia a ridere. Ed è una risata liberatoria, che Hank segue quasi subito, prima di zittirsi spaventati che qualcuno possa averli sentiti.

Si guardano un attimo, senza fretta. Poi Liz distoglie lo sguardo, si schiarisce la voce, a disagio in un momento tanto intimo, tanto piacevole, tanto infantile.

LIZ: Spero non ti dispiaccia cenare con un ciambellone.




Colonna Sonora -Wide Awake (fino alla fine)

 

Qualche bicchiere dopo.

LIZ: Tu dovevi vedere la faccia di tutti noi. Cazzo, avrei voluto vedere anche la mia!

Hank ride, poi scuote la testa.

HANK: Dovrò scusarmi con Jessy… E oddio, con Justin… Cos’è che ho detto?

LIZ: Qualcosa sulle malattie veneree.. Che, a ben dire, credo che abbia anche tu.

Hank si copre la faccia con le mani, colpevole.

HANK: Farmi scaricare da Taylor… Questo dimostra quanto sia stato stronzo..

LIZ: Già, hai detto che se n’è andata dal fratello?

Hank annuisce, per un attimo il ricordo della partenza di Taylor gli oscura il sorriso. Liz lo guarda, fraintende.

LIZ: Te ne eri innamorato?

HANK: No, non è questo… E’ che prima di andare via, lei mi ha detto… Che nemmeno a te sarebbe piaciuta, la persona che sono diventato.

Liz lo guarda, ora seria anche lei.

LIZ: Non aveva tutti i torti.

HANK: Quando me l’ha detto… E’ come se avesse risvegliato qualcosa in me.

LIZ: In che senso?

HANK: Io… Posso permettermi di perdere tutti, Liz. Perfino Justin. Ma tu.. Io non posso perderti ancora.

Lei lo guarda nuovamente negli occhi, si alza,cammina un attimo per la stanza, poi si rigira verso di lui.

LIZ: Se ti dicessi che ho una paura fottuta, di New York… Cosa mi consiglieresti?

Hank sorride leggermente, poi la guarda, serio.

hank sorride T

 

HANK: Non ti dirò quello che ti direbbero tutti, sei troppo intelligente per non esserti risposta nel modo più giusto già da sola. Quindi… Potrei egoisticamente dirti che… Non voglio che tu parta. Io non sono come te, quindi te lo dirò. Non voglio che tu parta, perché ho bisogno di te per provare ad aggiustare tutto quello che ho mandato a puttane, e non posso farlo se tu non ci sei.

Liz lo guarda, il magone in gola.

LIZ: Non hai bisogno di me per fare pace con Justin.

HANK: Ma ho bisogno che tu sia qui se voglio tonare con te. Giusto?

Liz lo guarda, la bocca improvvisamente secca, senza sapere cosa dire. Hank la precede, si alza lentamente, le si avvicina.

HANK: Bene, sarà meglio che vada prima di rendermi ancora più ridicolo…

LIZ: Sei sbronzo.

HANK: Mi fai così sprovveduto?

Liz annuisce.

LIZ: Ok, allora sono sbronza io.

Gli prende la mano, la trattiene tra le sue.

LIZ: Resta.

liz 2x09

 

Hank la guarda, non sa come interpretare la frase. Liz se ne accorge, si corregge, lascia la mano di Hank.

LIZ: Come amico. Intendo. Beviamo un altro bicchiere, chiacchieriamo un po’… Mal che vada, puoi dormire per terra.

HANK: Hai un letto matrimoniale e mi faresti dormire per terra?

LIZ: Sono una donna illibata.

Hank la guarda, poi prende velocemente da terra il cuscino su cui era seduto e glielo lancia in faccia.

HANK: Illibata, come no.

Liz sorride, poi lo guarda, dubbiosa.

LIZ: Era… Una proposta. Non devi restare per forza.

HANK:Mi va.


hank 2x09 giusto




casa interno ethan


Ethan rientra in casa, dopo la chiusura del bar. Trova il padre in cucina, gli sorride appena lo vede rincasare.

PAUL: Ehi straniero.

ETHAN: Ciao, papà.

Ethan è stato vago in mattinata, non ha spiegato niente al padre. Non ce n’era bisogno.

PAUL: C’è della pasta nella pentola,  da riscaldare.

ETHAN: Ok, grazie.

PAUL: E poi… Niente, ti ho portato questo. Magari ti faceva piacere darci un’occhiata.

Ethan guarda i fogli che il padre gli porge, li scruta, curioso. Poi sbianca, alza lo sguardo, confuso.

ETHAN: Papà,io…

PAUL: Io non voglio che tu mi dica niente. Ma voglio che tu decida della tua vita, senza pensare a noi. Io e tuo fratello possiamo mantenere tutti egregiamente, non è necessario che tu continui a lavorare..

ETHAN: Ma io voglio..

PAUL: Te l’ho già detto, voglio che tu decida della tua vita. E questa è un’esperienza, anche se.. Come vedi, scade dopodomani.

Ethan riguarda i fogli, poi si rivolge al padre.

ETHAN: Hai sentito la conversazione mia e di Peter, oggi?

PAUL: Perché avrei dovuto?

ETHAN: Perché sembra una strana coincidenza. Se decidessi di provare…

PAUL: Io non penserei che sei innamorato di quella ragazza, Ethan.

Ethan annuisce, ora più tranquillo. Paul fa per salire le scale, poi ci ripensa.

PAUL: E nel caso invece fosse così … Per la cronaca, approverei.

Comments

comments

10 thoughts on “2×09 – I’M WIDE AWAKE

  1. Justin tornaaaa!! state calmi XD
    Comunque sono emozionata, finalmente un tuo commentooo :p 😛
    Liz deciderà nell’ultima puntata cosa fare….
    Contentissima che ti sia piaciuta comunque, mi aspetto il commentone per la puntata finale! voglio vedere cosa ne penserai :p

  2. io sinceramente muoio dalla voglia di sapere se alla fine liz ad hank copulano..
    cmq grandissima puntata.. finalmente hank è riuscito a confidarsi e a dire tutto a liz.. che nonostante sia innamorata di lui riesce a scindere la cosa e ad ascoltarlo e a comportarsi da vera amica.. che belliiii che sonooooo <3 <3 <3
    ellie e mac spettacolariii adoro la schiettezza e la determinazione di mac. concordo con i commenti di voi altre donzelle quando dite che è proprio ciò che serve a ellie.. sperando che nn si caghi le mutande da questa troppa determinatezza di mac.

    ragà ma ethan n'dò cazzo vole annà??O_o ho paura…

    liz spero parta non può perdere un'occasione del genere.. se davvero anche ethan andrà a new york bene.. però speriamo mantengano sempre un rapporto d'amicizia.. non ce li vedo insieme.. niente niente…
    io sono per il trionfo degli amori.. liz hank <3 forever peace and love..

    e cmq in questa puntata mi è mancato un sacco justin <3

  3. Ahahahaha allora, procedo con ordine:
    1) il blockbuster concedimela come “licenza letteraria” (è l’influenza di Dowson Leery e Pacey Witter che ci lavoravano ahaha)
    2) Giustino semplicemente non aveva spazio in questa puntata, nella prossima ovviamente ci sarà 😉
    3) Riguardo ad Ethan, la 2×10 spiegherà tutto…
    4) Si, probabilmente,per qualche complesso di Elettra,a Liz piacciono i musicisti 😉
    L’idea di Justin seviziato come Theon Greyjoy mi ha fatto sbellicare, comunque XDXD

  4. Urca urca tirulero…questo finale di puntata lascia i webspettatori con molte curiosità:
    Dove vorrà andare il nostro Ethan? Le ipotesi più plausibili a mio avviso sono due: finalmente può realizzare il suo sogno segreto di andare a New York e diventare cheerleader dei New York Knicks…oppure seconda ipotesi vuole andare alla Juilliard per diventare musicista e fare colpo su Liz (perchè a quest’ultima attizzano i musicisti; ci sarebbe anche l’ulteriore ipotesi che in realtà ci vuole andare, perché lui è solo la seconda personalità di Hank, in stile Fight Club, non mi sembra questo il telefilm).
    La seconda grande domanda che tutti si saranno fatti è: che fine ha fatto Giustino? Anche in questo caso ho tratto due ipotesi. La prima e forse la più ovvia è che una delle sue “tacche della cintura”,c’è rimasta male e l’ha rapito, chiuso in cantina e gli ha fatto fare la fine di Theon Greyjoy. La seconda ipotesi è che dopo la ferma decisione di Jessy, il poveretto ci sia rimasto così male (oltre alla carriera musicale a picco per colpa dell’amico) che ha deciso di andare a suicidarsi, buttandosi dal ponte di Brooklyn (è periodo di sconti sui voli per New York). Concludo con una domanda che mi assilla dall’inizio della serie…ma la serie non è ambientata nel 2014? Ellie sa che Blockbuster è fallito nel 2013…oppure è tutto una copertura per dei traffici illegali?

  5. Ahahahaha allora, procedo con ordine:
    1) il blockbuster concedimela come “licenza letteraria” (è l’influenza di Dowson Leery e Pacey Witter che ci lavoravano ahaha)
    2) Giustino semplicemente non aveva spazio in questa puntata, nella prossima ovviamente ci sarà 😉
    3) Riguardo ad Ethan, la 2×10 spiegherà tutto…
    L’idea di Justin seviziato come Theon Greyjoy mi ha fatto sbellicare, comunque XDXD

  6. Ho letto la puntata! Mi é piaciuta molto! Soprattutto la parte in cui Liz ed Hank si confidano. E’ emerso il vero rapporto fra i due. Finalmente un momento senza drammi, quasi un ritorno alle origini. Mi piacciono molto loro due e ho adorato il confronto. Spero che le cose vadano come mi auguro, senza un terzo incomodo. Che dire, Ellie e Mck mi piacciono. Jessy non dovrebbe stare con Dan Humphry, ho i brividi ogni volta che che compare lui col suo petto villoso e la sua faccia saccente. Marissa Cooper si combina alla perfezione con la personalità di Justin, questo lo sanno anche i muri! Ma staremo a vedere! 🙂 🙂

  7. Ahahaha che donna intuitiva! (o stolta? chissà XD)
    Ovviamente scherzo! Sono contenta che questo riavvicinamento Liank sia piaciuto, basta litigare 🙂
    Ethan.. Penso che sia abbastanza complicato, più di quello che sembra (Ethan è un personaggio abbastanza complesso..)
    Direi che Ellie e Mackenzie non avranno vita facile, ma questo non vuol dire che non si possano shippare 🙂 Sono due personalità completamente diverse, ed è per questo che a mio parere possono funzionare 😉 Dipende cosa vogliono… Ed Ellie non è del tutto chiara… Ma vedremo meglio nella prossima puntata.
    Come siete scettici sugli Jucas… Staremo a vedere anche lì 😉

  8. Per la prima volta Hank e Liz non si sono mandati a cagare o uno non ha finito col riempire di insulti l’altra! XD it’s a miracle!!! la loro chiacchierata è liberatoria…finalmente un po’ di pace!!! E, cosa più importante, Hank non ha mentito o omesso qualcosa! sincerità al 100% bravo Hankuccio! stai tornando quello che shippavo senza un tomorrow!!! quasi che forse sto tornando sui miei passi di LIANK!
    son d’accordo con te per Jess e Lucas… che se la godano perchè qui è un attimo che vada tutto a rotoli!!! XD
    Per quel che riguarda Ethan secondo me ama Liz ma ancora non riesce a dimostrarglielo! fatto sta che cmq è fisso che andrà con lei a New York!!!
    E dulcis in findus Ellie e Mackenzie <3 <3 <3 le amo troppo! è vero, Mackenzie stata un po' troppo invasiva ma magari è proprio quello che ci vuole per Ellie! Comunque non dimentichiamoci di Liam!!! Anche lui tornerà a dar fastidio! ci scommetto quello che vuoi!!! non vi nascondo che una rissa tra Mackenzie e Liam la vedo troppo bene!!! (in cui ovviamente vincerà Mackenzie XD)
    Staremo a vedere!!! 🙂

  9. Ti posso dire che la prossima (e ultima 🙁 ) puntata svelerà parecchie cose… sia sul rapporto Mackellie, sia sui Liank che sui Lethan… E aprirà anche un sacco di altri dubbi… sarà un bel finale di stagione, vedrai! 🙂 😀

  10. Cavolo, che puntata! Mi ha proprio trasmesso un senso di soddisfazione e ottimismo, finalmente Hank si racconta a Liz e non si risparmia! Racconta ogni singolo dettaglio, ogni esperienza fatta a Miami. Evviva! 🙂 Ho adorato la loro scena! La tensione che si allenta e quel ritrovarsi. Hank, poi, si dichiara, si dichiara in modo così sincero!-difficile rifiutarlo a priori xD- ma mi è piaciuto molto come ha reagito Liz, desiderosa di averlo accanto ma non subito e non in ogni senso (xD)…Chissà se partirà per New York anche se Hank le ha detto di rimanere. Io fossi in lei partirei, innanzitutto perché non è il caso di rifiutare un’opportunità simile e poi perché Hank ha fatto lo stesso: anche lui è andato a Miami per inseguire il suo sogno. Vedremo…
    Ellie e Mackenzie!! Che scena…Mackenzie comincia a mettermi ansia però. Sarà che è molto diretta e determinata, e forse se qualcuno mi dicesse una cosa simile al primo appuntamento, io reagirei dicendo: “ma che cacchio vuoi?! nemmeno mi conosci!” Però mi sembra che una persona simile possa fare bene a Ellie, magari aiutarla a chiarirsi le idee, a lasciarsi andare, visto che come dice Mackenzie sembra che lei osservi la vita degli altri, senza però vivere la propria. L’unica cosa che non vorrei è che Ellie si sentisse obbligata a mettersi in gioco, può anche decidere che non è il momento adatto o che le serve tempo…
    Lucas e Jessy sembrano aver inaugurato la stagione più romantica e rosea del loro rapporto! Auguro loro di godersela, perché non so quanto potrà durare xD
    Infine, Ethan con quei fogli fra le mani…l’autrice si tiene ben lontana da spiegarci di che esperienza si tratti! Posso solo immaginare che riguardi New York. Vedremo anche in questo caso… ehh attenderò con ansia la prossima puntata!! 😀 😀

Comments are closed.