2×03 – EVERYBODY’S CHANGING

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

Se volete che la storia continui, non dimenticate di commentare qui sotto, con le vostre critiche, le vostre impressioni, insomma, dite la vostra!  :)


NEW ORLEANS,OGGI


bar

Liz entra nel bar e lo vede, dietro al bancone, che conta l’incasso. Sa che lo avrebbe trovato lì, è venuta apposta per dargli il cambio al locale. Eppure è ancora a disagio con lui, così accenna un saluto e fa per entrare nello spogliatoio. 

ethan promo

ETHAN: Ehi.

Liz quasi sobbalza, ma non lo dà a vedere, eppure è sicura che lui se ne sia accorto.

LIZ: Ehi.

Va di corsa verso lo spogliatoio, chiudendosi la porta dietro e impedendogli di dire altro.

Prima di uscire aspetta un attimo, fa due respiri profondi, ma quando si decide ad uscire dallo spogliatoio, Ethan è ancora lì.

ETHAN: Oggi c’è stata parecchia gente.

Liz si limita ad annuire, si sente troppo vicina a lui, così comincia a svuotare la lavastoviglie.

ETHAN: Aspetta, ti dò una mano…

Le tocca inavvertitamente una mano, entrambe sulla maniglia della lavastoviglie. Liz ritrae subito la sua.

ETHAN: Scusa..

LIZ: Faccio da sola, grazie.

Ethan annuisce, poi si schiarisce la voce. Liz si ostina a guardare i bicchieri appena lavati.

ETHAN: Come dicevo, oggi c’è stata parecchia gente.. Perchè pare siano arrivati diversi gruppi…. Sai, per la settimana del Rock..

LIZ: Si, l’ho sentito.

Ethan la guarda, frustrato, senza decidere a mollare la presa.

ETHAN: Mi ricordo ti piacesse, il rock.

LIZ: Quello era radical gothic.

Lo dice senza pensarci, e per un attimo entrambi si guardano, sorridendo. Poi Liz si riscuote, torna a concentrarsi sui bicchieri lavati.

ETHAN: Penso che in realtà i gruppi siano di diversi generi…

LIZ: Mmm.

ETHAN: E mi chiedevo se avessi voglia di andarne a vedere un paio.

Liz sobbalza, questa volta visibilmente. Finisce per guardarlo dritto negli occhi, un bicchiere ancora in mano.

LIZ: Con te?

ETHAN: Se ti va.

Liz appoggia il bicchiere al bancone, poi fa un sospiro.

LIZ: Avevamo detto… Niente rapporti interpersonali.

ETHAN: Te l’ho chiesto solo perchè mi faceva piacere andarci.

LIZ: E allora vacci da solo.

Si gira di scatto, dandogli la schiena.

ETHAN: Liz, per favore, possiamo..

LIZ: Per favore, puoi andare?

Rimane così, con la schiena girata, finchè dopo poco non sente la porta del bar chiudersi e capisce che Ethan è uscito.


MIAMI, OGGI


Justin arriva nella hall, una scatola di cornflackes in mano, e vi trova Hank e Mackenzie.

justin stranito

JUSTIN: Che succede?

Mackenzie guarda brevemente Hank, poi torna a guardare Justin, alzando le spalle.

MACKENZIE: Te lo spiega Hank.

mackenzie4

Hank li guarda entrambi, si stringe nelle spalle, accenna un sorriso.

HANK: Taylor se n’è andata.

Justin sgrana gli occhi, serio come non è mai stato.

JUSTIN: In che senso se n’è andata?

HANK: Andata. Ha lasciato l’hotel ieri mattina.

JUSTIN: E perchè lo avrebbe fatto? Manca una sola data!

HANK: Diciamo che abbiamo avuto… Dei fraintendimenti.

JUSTIN:E che cazzo significa?

MACKENZIE: Significa che l’ha trovato a scoparsi un’altra.

Justin lo guarda, senza parole.

HANK: Non è un problema.

JUSTIN: Non è un problema?

HANK: Stai calmo, Just. Possiamo fare quello che vogliamo. Siamo famosi, ormai.

hank promo possiamo fr quello che vogliamo

JUSTIN: Tu sei diventato scemo.

MACKENZIE: Non conoscendoti prima del tour, ma conoscendoti ora… Mi vedo costretta a dare ragione a Justin.

Hank si alza dal divano su cui è seduto, sorridendo.

HANK: State calmi. Cosa ci vorrà a trovare una cantante per una data? Per tutte le ragazze lì fuori sarebbe un onore esibirsi con noi..

JUSTIN: Già, ma deve essere una cantante, idiota! Te la ricordi la voce di Taylor?

HANK: Ce ne sono delle migliori.

Justin scatta verso Hank, ma Mackenzie lo trattiene per un braccio.

HANK: Cosa vuoi fare, picchiarmi? Non ti conviene, Justin. Sono più grosso di te.

JUSTIN: Correrò il rischio. Io sono più incazzato.

Hank lo guarda, per un attimo rendendosi conto dell’assurdità della situazione.

HANK: Inutile fasciarsi la testa prima di romperla. Ora ne parleremo con Bishow..

MACKENZIE: No, Hank. Tu, ne parlerai con Bishow. Io e Justin andiamo a farci un giro in spiaggia. Facci sapere.


NEW ORLEANS, OGGI


bar

Liz alza la testa di colpo, sorpresa.

LIZ: Siamo chiusi…

La vista di Lucy, la sorella di Ethan, la lascia ancora più incredula.

LUCY: Ciao,Liz.

lucy2

LIZ: Ehi… Ciao. Se cerchi Ethan..

Lucy scuote il capo, senza smettere di sorridere.

LUCY: In realtà… Cercavo te.

Liz la guarda, resta in attesa.

LUCY: Volevo parlarti… di mio fratello. Quello che è successo tra di voi..

LIZ: Con tutto il rispetto.. Lo capisco, è tuo fratello. Ma sono affari miei. Il modo in cui reagisco e tutto il resto..

Lucy alza le mani, per niente offesa.

LUCY: Ci mancherebbe. E’ solo che volevo farti sapere… Che Ethan è veramente dispiaciuto. Veramente. Non l’ho mai visto così.

LIZ: Poteva pensarci prima.

Lucy emette un breve sospiro, poi la guarda seria.

LUCY: E’ vero, ma Michelle è… Come dire… Persuasiva. Ethan è sempre stato convinto della sua buona fede, e si è fatto fregare. Mio fratello è ingenuo. E orgoglioso. Non ti dirà mai che vuole un’altra possibilità ma.. La vuole.

LIZ: Quindi me lo stai dicendo tu?

LUCY: Si, te lo sto dicendo io, da sorella maggiore. Poi puoi fare quello che credi. Io ti dico solo… dai un’altra possibilità a mio fratello. Di farti vedere com’è. Senza filtri o doppi fini. Lui ci tiene, a te.

LIZ DUBBIOSA NUOVO

Liz rimane in silenzio, guardando gli occhi azzurri di Lucy. Poi si schiarisce la voce, in cerca di parole che non arrivano. Lucy la toglie dall’imbarazzo.

LUCY: Spero di vederti presto. Buon lavoro!

Poi esce dal locale, lasciando Liz con un dubbio in più.


MIAMI, OGGI


Colonna Sonora – Save Tonight

hall-hotel albergo

Mackenzie e Justin entrano nella hall, il ragazzo ora più calmo.

JUSTIN: Non so che mi ha preso, ma ultimamente mi fa perdere la testa…

MACKENZIE: Tranquillo, la voglia di prenderlo a sberle non è una tua prerogativa. Speriamo abbia risolto le cose, Bishow lo adora…

In quel momento Hank arriva nella hall, appena li vede gli va incontro, sorridendo.

hank1

HANK: Eccovi!

E’ su di giri, come sempre ormai.

JUSTIN: Sarà meglio per te..

HANK: Ho parlato con Bishow e Leslie. Lui era un pò contrariato, ma ovviamente non ci cancellerà la data… Siamo troppo forti. Stiamo cercando una cantante che faccia al caso nostro, tra le professioniste… O forse sarebbe meglio cercare un maschio, per evitare futuri problemi… Per te è un problema, Mackenzie?

JUSTIN: Non corriamo pericolo.

Mackenzie, accanto a lui, scoppia a ridere, seguita da Justin, per un attimo la tensione allentata. Hank li guarda senza capire.

JUSTIN: Se troviamo un maschio è perfetto per tutti.

HANK: Sei..

MACKENZIE: Si, io e Saffo eravamo parenti lontane.

Anche Hank sorride, e per un attimo tutto torna come all’inizio dell’estate.

HANK: Allora, andiamo in sala prove?

JUSTIN: Due membri sostituiti nel giro di tre mesi… Siamo proprio un gruppo solido.

MACKENZIE: Non ti lamentare, guarda chi hai guadagnato.

Justin fa uno sguardo confuso, mentre Mackenzie lo guarda sostenuta.

MACKENZIE: Non mi stupirò mai abbastanza della tua ironia.

JUSTIN: Non sono ironico. Giuro!

Mackenzie lo colpisce sulla testa, poi tutti e tre si avviano verso la sala prove.


NEW ORLEANS,OGGI


blockbuster

Ellie sta sistemando le ultime cassette negli appositi vani, quando la vede entrare, il volto abbatuto.

ellie3

ELLIE: Dimmi solo che prima o poi ti vedrò sorridere. Almeno per Natale.

LIZ: Natale è tra tre mesi.

ELLIE: E’ troppo presto?

Liz si guarda attorno, e appurando che il locale è deserto, si siede dietro il bancone, sbuffando.

ELLIE: Cosa è successo di così grave?

LIZ: Non lo so.

ELLIE:Che novità.

LIZ: E’ tutto un casino.

ELLIE: Ribadisco, dimmi qualcosa che non so.

LIZ: Oggi è venuta la sorella di Ethan al bar.

ELLIE: Oppalè! Con una mazza da baseball?

LIZ: Forse sarebbe stato meglio. Mi ha fatto sentire una stronza.

Ellie la guarda, improvvisamente seria.

ELLIE: Questo rasenta l’impossibile. E’ lui lo stronzo qui, Liz.

LIZ: Lo so.

ELLIE: E allora smettila di pensare il contrario.

LIZ: Ma è.. Tutto un insieme di cose, Ellie. Non so più che direzione sta prendendo la mia vita.

ELLIE: Questo perchè hai abbandonato la scrittura.

LIZ: Non penso. Ho… Ripreso a scrivere, mesi fa. Grazie ad Ethan.

Ellie rimane in silenzio; questo non lo sapeva.

LIZ: Ma… Sto facendo la barista. Cosa spero di ottenere?

ELLIE: Cosa vorresti fare, allora?

LIZ: Non lo so. Forse dovrei tornare al college.

ELLIE: Perchè è giusto così… O perchè vuoi farlo tu?

Liz la guarda spaesata, ed Ellie la precede.

ELLIE: Fammi indovinare… Non lo sai.

LIZ: No, non lo so.

ELLIE: Però io so cosa ti direbbe Hank, se fosse qui.

Liz fa un piccolo sorriso triste, guardandola.

liz tumbrl

LIZ: Anche io. “Segui i tuoi sogni”.

ELLIE: Penso avrebbe ragione.

LIZ: Ci ho già provato.

Ellie la guarda, si appoggia al bancone, seria.

ELLIE: Ti va di raccontarmi cosa è successo a New York?


MIAMI, OGGI


MIAMI2

Hank guarda sconsolato il gruppo.

HANK: L’ultimo non era male..

JUSTIN: L’ultimo faceva schifo.

Mackenzie si alza dal divanetto su cui è seduta, poi li guarda entrambi, sincera.

MACKENZIE: Siamo nella merda.

JUSTIN: Grazie per la sincerità. E’ sempre apprezzata, in questi casi.

Mackenzie scrolla le spalle, mentre Leslie fa il suo ingresso nella stanza.

ArianaGrande

LESLIE: Allora? L’ultimo non mi sembrava male..

Hank li guarda, rincuorato.

HANK: Che vi avevo detto?

Justin scuote il capo, sussurrando:

JUSTIN: Non posso credere che tu dia credito alle opinioni di una teen idol.

HANK: Almeno lei sa cantare.

Per un attimo guarda l’amico, senza parlare. Poi si illumina.

HANK: E se cantassi tu, con noi?

Leslie lo guarda, senza capire.

LESLIE: Ma io canto dopo..

HANK: Canteresti anche in apertura! Anche un genere diverso dal tuo, credo che al pubblico piacerebbe, come ultima data… Che ne dici? O pensi di non farcela?

Justin sta per smontare quell’assurda proposta, ma Leslie lo precede.

LESLIE: Certo che ce la faccio! E’ un’idea favolosa! Come tutte le tue idee, del resto..

Hank le sorride lusingato, poi si gira sollevato verso Justin e Mackenzie.

HANK: Visto?E’ tutto risolto!


NEW YORK, SEI MESI PRIMA


casa editrice

lizvestitobianco

Liz aveva osservato un’altra volta l’entrata intimidente della Random House, la più grande casa editrice di New York. Aveva emesso un ultimo, profondo respiro, poi era entrata.

La segretaria le aveva indicato il piano e la stanza dove recarsi, e con le gambe che tramavano, dopo pochi minuti aveva bussato all’ufficio 190, dell’editor Lena Dubay.

LENA: Avanti.

Liz era entrata nel gigantesco ufficio, quasi intimidita. Di fronte a lei, una donna sulla quarantina d’anni, a prima vista molto impegnata.

editor

LIZ: Buongiorno… Sono Elizabeth Marshall, avevo un appuntamento con lei.

LENA: Certo, Marshall.. Si accomodi pure.

Liz si era seduta, le gambe che tramavano.

LENA: Ho letto il suo racconto..

Liz aveva annuito, in attesa. L’editor lo aveva sfogliato velocemente, poi lo aveva chiuso e posto davanti a sè, le mani incrociate.

LENA: Mi parli un pò di lei.

LIZ: Di me?

LENA: Si, di lei.

LIZ: Ehm… Ho ventidue anni, vengo da New Orleans.. Da quasi due anni vivo a New York, in un appartamento sulla quinta..

LENA: Mi parli delle sue esperienze.

LIZ: Nel campo della scrittura?

LENA: No, quelle di vita.

Liz l’aveva guardata, senza capire. Lena si era schiarita la voce.

LENA: Sarò franca, con lei, signorina Marshall. Il suo racconto è ben scritto. Molto ben scritto, per la sua età. Non ha eseguito corsi di scrittura, a quanto letto nella lettera di presentazione…

LIZ: No. Sono autodidatta. Ho cominciato da poco un corso di scrittura alla New York University..

LENA: Già. A parte qualche piccolo accorgimento, qualche tecnica stilistica poco azzeccata, lei è molto brava.

LIZ: La ringrazio. Non sa quanto significhi per me..

LENA: Non lo faccia. Non ho ancora finito.

Le mani di Liz avevano cominciato a sudare.

LENA: Come le dicevo, vedo una buona tecnica. Solo che non è quello che cerco.

Liz aveva sentito la sedia farsi improvvisamente scomoda, mentre tutti i sacrifici di quei due anni si abbattevano su di lei, mentre tutti i rifiuti, la posta senza ritorno, le notti insonni passate a scrivere le scorrevano nuovamente davanti.

LIZ: Posso capire cosa cerca?

LENA: Certo. Cerco uno scrittore.

LIZ: Sono qui per questo.

LENA: Non lo metto in dubbio, solo che non è ha le capacità.

LIZ: Ma ha appena detto..

LENA: Ho appena detto che sa scrivere. Non penso di essere la prima persona che glielo dice.

Liz l’aveva guardata, confusa.

LIZ: Non sto capendo.

LENA: Lei è una brava… Narratrice, ecco. Potrebbe fare la giornalista di cronaca. Raccontare i fatti, imbellettarli con parole complesse, usare una sintassi articolata… Lo sa fare. Con un corso di narrazione sarebbe perfetta.

LIZ: Non è quello che voglio fare.

LENA: Ma è tutto quello che può. Lo scrittore… E’ qualcosa di diverso. Questa storia… Un romanzo storico, ambientato nell’800… Non penso sia il suo genere.

LIZ: E perchè?

LENA: Perchè non vedo l’anima. Perchè non mi emoziona. Nè più nè meno di un bollettino meteo. Non c’è il cuore in questa storia, non c’è niente di suo.

LIZ: E’ ambientato nell’800.

L’editor l’aveva guardata, un misto di commiserazione sul volto.

LENA: E allora torni quando avrà scritto qualcos’altro. Qualcosa di più.. Personale,ecco. Arrivederci, signorina Marshall.

Liz si era alzata in piedi, stringendole la mano. Poi era uscita barcollante su quei tacchi troppo stretti, aveva camminato fino all’ascensore e infine si era ritrovata all’uscita della Random House. E aveva chiamato sua madre, tra i singhiozzi le aveva raccontato tutto.

SARAH: Non è detta l’ultima, è la parola di un’editor contro..

LIZ: Contro chi, mamma? Contro la mia? Contro la tua? Contro i professori del liceo? E’ inutile, non sono capace..

SARAH: Smettila di dire così. Ora ti calmi, vai a casa, ti fai un bel bagno e domani…

LIZ: Domani niente, mamma. Domani torno a casa.


MIAMI, OGGI


Colonna Sonora – Memories

hankconcerto

Hank saluta il pubblico, dopo le presentazioni di Leslie, seguite da ovazioni.

LESLIE: Il tour è finito, ragazzi, e vogliamo ringraziarvi, io e i Reckless, per essere stati un pubblico caloroso! Speriamo di rivederci presto, tutti insieme, con lo stesso calore e la stessa energia! Mille volte grazie!

Leslie si piega in avanti, e Hank sorride mentre le guarda il fondoschiena fasciato in pantaloni skinny.

JUSTIN: Per favore, sembri me…

HANK: Lo prendo come un complimento.

MACKENZIE: Beh, non è malaccio.

Justin guarda Mackenzie, scuotendo la testa.

I  Reckless imitano la cantante, poi, tra ulteriori ovazioni e grida, lasciano il palco. Non prima che un reggiseno venga lanciato in direzione di Hank.

JUSTIN: Ma cosa..?

HANK: Volevo vedere quello che c’era sotto.

Justin lo guarda brevemente,poi annuisce.

JUSTIN: Su questo devo darti ragione.

Leslie si avvicina loro, in mano una bottiglietta d’acqua.

LESLIE: Siamo stati favolosi! Avete visto il pubblico, quanto ha apprezzato?

Poi vede Hank con un reggiseno in mano.

LESLIE: E quello?

HANK: Me l’hanno lanciato.

Leslie gli sorride, seduttiva.

LESLIE: Direi che fai sempre colpo, Hank.

HANK: Solo su chi non mi interessa, mi sa.

LESLIE: Perchè, ti interessa qualcuno in particolare?

L’arrivo di Harry Bishow gli interrompe, per grande gioia di Justin.

manager2 harry

BISHOW: Ragazzi, bravissimi! Il pubblico è in delirio!

Hank si passa velocemente una mano dietro i capelli, mentre Mackenzie sorride al manager.

MACKENZIE: Abbiamo fatto il nostro dovere. Dopo il problema con Taylor..

BISHOW: Lo abbiamo risolto facilmente, l’ufficio stampa ha mandato la notizia di una brutta influenza. E il fattore sorpresa è piaciuto ancora di pù. Vi faccio i complimenti anche per come avete gestito questa cosa,

Justin fa per ribattere, ma Mackenzie lo zittisce pestandogli un piede.

HANK: Grazie a te, sul serio.

BISHOW: Aspetta a ringraziarmi, Hank.

Il gruppo lo guarda, confuso.

BISHOW: Per la vostra ultima tappa… Ho pensato che una festicciola privata fosse troppo poco, ho organizzato le cose in grande. Emily ha prenotato un pivè al Mansion Club. Lo conoscete?

HANK: So che è una delle discoteche più famose di Miami…

BISHOW: E avete un privè tutto vostro! Quando siete pronti, una limousine vi aspetta sotto l’hotel per portarvici.. Che dire… Divertitevi!

I tre sorridono, mentre Leslie batte le mani, entusiasta.

LESLIE: Allora direi che vado a prepararmi… Chiamo un taxi per l’hotel, venite anche voi?

Justin annuisce per tutti, poi lui e Mackenzie si avviano verso i fonici, per salutarli. Hank rimane con Bishow, lo guarda sorridendo.

BISHOW: Ho un’ulteriore sorpresa per te, direttamente in camera. Goditi la serata, te la sei meritata.




MANSION CLUB MIAMI

All’interno del locale, un tripudio di gente. Il gruppo, compreso i fonici ed Emily, raggiunge finalmente il privè.

JUSTIN: Ti hanno dato la serata libera?

Emily gli sorride, lusingata.

emily2

EMILY: Il mio lavoro mi sa che è finito.

JUSTIN: Anche il nostro.

EMILY: Non ne sarei così sicura.

Justin la guarda, senza capire.

EMILY: Basta parlare di lavoro… Vuoi ballare?

justin6

Justin la guarda un attimo, pensando che è davvero una gran bella ragazza; dietro Emily, Mackenzie gli fa un gesto d’incoraggiamento.

JUSTIN: Grazie ma… Non so ballare.

EMILY: Nemmeno io. Improvvisiamo.

JUSTIN: Se vuoi… Ti vado a prendere da bere, ok?

Emily annuisce, un pò delusa.

Mentre va al bancone, Mackenzie lo segue.

mackenzie5

MACKENZIE: Sono confusa… Non eri tu quello a cui piaceva metterlo in ogni buco esistente?

Justin la ignora, ordina due cocktail.

MACKENZIE: Non capisco. Lei ci sta. Pende letteralmente dalle tue labbra, e non è niente male.

JUSTIN: Lo so.

MACKENZIE: E allora?

JUSTIN: E’.. Lascia stare.

MACKENZIE: Sei fidanzato? Non credo, considerando che volevi scopare con me fino all’altro ieri..

JUSTIN: Sono tutto fumo e niente arrosto, in questo periodo.

MACKENZIE: Hai disfuzioni erettili?

Justin la guarda, offeso.

JUSTIN: Il mio amico funziona anche fin troppo bene. E’ per questo che ho evitato… il contatto.

MACKENZIE: Perchè?

JUSTIN: Perchè sto provando ad essere diverso. Per quel che vale.

Poi si allontana con i due cocktail in mano.

Colonna Sonora – Everybody’s Changing

Hank la guarda ballare vicino a lui, inebriato dall’alcol e dalla cocaina. Lei nota il suo sguardo su di lei, si avvicina al suo orecchio.

ariana grande promo sex

LESLIE: Ti piace, qui?

HANK: Mi piace più altro..

Leslie sorride, lusingata.

LESLIE: A proposito di quello che dicevi prima..

HANK: Sul fare colpo?

LESLIE: Si.

HANK: Cosa vuoi sapere? Se parlavo di te?

Leslie lo guarda, in attesa.

HANK: Si, parlavo di te.

LESLIE: E cosa stai aspettando?

E anche Hank in quel momento se lo chiede, cosa sta aspettando. Si chiede come ancora non abbia capito che può avere tutto quello che vuole, che può ottenere tutto quello che desidera, Fama, donne, soldi. Tutto.

HANK: Me lo sto chiedendo anche io.

Leslie lo guarda avvicinarsi, schiude le labbra e si lascia baciare. Dopo poco Hank si scosta da lei, frastornato.

HANK: Cosa diceva Bishow, a proposito della limousine?

LESLIE: Che ci porterà in hotel…

HANK: Che ne dici di usarla?

LESLIE: Ma Justin e gli altri…

HANK: Non ti preoccupare, non dobbiamo tornare in albergo.

Poi la conduce per mano all’uscita del locale.




liz2

Liz entra in casa, dopo aver parlato con Ellie al videonoleggio. Ricordare l’esperienza alla Random House l’ha abbattuta ancora di più.

Chiude lentamente la porta, per non svegliare la madre e il fratello.

Mentre appoggia le chiavi nel mobile accanto alla porta di casa, sente dei rumori provenire dalla stanza di sopra. Quella del fratello.

LIZ: Lucas ha una vita sessuale più attiva della mia, a quanto pare..

Si siede al tavolo della cucina, esausta. Pensa a New York, ad Ethan, a Lucy, ad Hank. Non lo sente da tre mesi ormai, non l’ha mai richiamata. Cosa voleva dire quel bacio, allora? Cosa volevano dire loro? Poi una voce la riscuote.

LUCAS: Liz?

Liz alza la testa, vede il fratello sulle scale, paralizzato. Dietro di lui, Jessy,

Comments

comments

11 thoughts on “2×03 – EVERYBODY’S CHANGING

  1. Se per breve brevissimo intendi la prossima puntata, allora posso resistere! sennò attenta perchè comincerò a rifare video scrausi su Ellie e Mackenzie!!! ahahah

  2. Ahahahaha che commentone!
    Allora, innanzitutto non ricordo tu sia mai stata Liank… Oppure si?? O.o
    Poi vedremo, ci saranno diversi sviluppi Lethan nella prossima puntata… che caricherò a breve! 😉
    Per il resto direi che Mackenzie ha spopolato, i Jestin mi sa che sono la coppia che interessa ai più.. vedere come Justin reagirà alla scoperta di questa “tresca” (e a questo punto, anche Liz) 😉
    Thanks a lot per questi commenti sentiti 😀

  3. Ed eccoci con una nuova puntata di crossroads sul pittachannel (mi piace un sacco dire pittachannel, grande ele creatrice di questo nomignolo)!!!!!!
    Iniziamo benissimo con il povero Ethan che cerca in tutti i modi di riavvicinarsi di nuovo a Liz e farsi perdonare….arrivando anche a raggiungere il penoso quasi, dato che lei non da segni di voler cedere dal suo piedistallo….o per lo meno non fino a che non arriva la radiosa Lucy ( magicamente riapparsa….è un pokemon selvatico!)! Ogni cosa succede per un motivo e noi sappiamo perchè è tornata, per confondere le idee a Liz e cercare di farla ragionare e spingerla a perdonare Ethan! Liz, dagli un’altra possibilitaaaaa tutti sbagliano, fanno errori….ma se si impara da quell’errore si può provare a ricominiciareeee!!! Io credo nelle seconde possibilità!!! Lo so che Liz lo farà..infatti va a parlarne con Ellie, questo vuol dire che LUcy ha fatto centro.
    Hank invece sta dando di matto. E’ ridotto peggio di quanto pensassi….sta andando alla deriva, neanche l’abbandono di taylor l’ha sfiorato, ormai pensa solo a se stesso, prende le decisioni praticamente da solo….il gruppo sta andando a rotoli per colpa sua e lui non se ne rende nemmeno conto!!! E poi con Leslie/Ariana (a proposito….chi cavolo è Leslie Randall?? O.O w ariana grande) sapevo come sarebbe finita….ubriaco o meno se la voleva fare dal primo momento che l’ha vista, perciò non mi stupisco affatto….ormai non mi stupisco più di niente, mi stupirei se si comportasse da bravo ragazzo….Mah, povero Justin che deve sopportare tutto questo….per fortuna che c’è Meckanzie!! E’ un mito, mi piace moltissimo, un’ottima spalla per Justin…che si è rivelato un ragazzo innamorato! E’ incredibile, non l’avrei detto sai….pensavo che avrebbe ceduto, invece mi ha colpita moltissimo. *_* Se penso a quella SCIMUNITA che se la spassa con Lucas….ma io non lo so E QUANDO JUSTIN TORNA E LI TROVA INSIEME??? BOTTE BOTTE BOTTE!!! Dai, sembra il mondo che si rovescia……lui che ti aspetta e tu che te la spassi…..e quell’altro imbecille di Lucas (scusa eli ma quando ci vuole ci vuole….): hai sentito qualcuno entrare in casa, molto probabilmente è tua sorella. Dato che lei non sa niente della tua relazione con LA SUA MIGLIORE AMICA, perchè non andare a salutarla mezzo nudo con la scimunita a seguito???? BAH. Oltretutto interrompendola (Liz) dai suoi pensieri rivolti a hank e al bacio che si sono scambiati prima della partenza di lui…(ignara del radicale e impressionante cambiamento di Hank…..prevedo nubi al ritorno del gruppo!!!) Io non credo che liz se la prenderà più di tanto per Lucas e Jessy, però rimarrà sicuramente un po’ delusa…anche perchè tutto questo nasconderle le cose…e prima Hank, poi Ethan, poi anche Jessy….io mi sentirei un po’ presa per i fondelli! E come dimenticare la storia di NY! La grande mela che per Liz diventa marcia in un nanosecondo quando l’editrice la smonta dicendole che scrive bene ma che non riesce ad emozionare….come fa LIZ a non riuscire ad emozionare il lettore?!? DAI TIRACI FUORI UN BEL ROMANZO LIANK E VEDRAI CHE TUTTO SI SISTEMA! (ps. ELI diglielo tu da parte mia. pps. io sto iniziando ad essere dalla parte dei Lethan….) …
    Detto ciò vado a lezione che sono in ritardo….eli attenta a quello che scrivi, mi raccomando aggiornaci prestooooooooooo (TRE PUNTATE IN UNA SETTIMANA SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII <3 )

  4. io premetto: MI FAI MORIRE.
    “In pratica ha detto che Ethan si fa raggirare come i pensionati da quelli dell’Enel” e “un attimo ritrovarsi a strimpellare “Old McDonald had a farm” nei sobborghi dimenticati anche dai barboni oltre che da Dio.” sono i best quote del tuo commento.
    La storyline di Mackenzie sarà approfondita a breve, brevissimo….
    E Justin sicuramente non la prenderà bene quando scoprirà di Jessy e Lucas, però le cose tra i due sono comunque “concluse”… sarà interessante XDXD
    Per i Lethan dovrai aspettare la nuova puntata di domani per vedere gli sviluppi 😛

  5. L’editor è tostissima, comunque vedremo come l’aver finalmente raccontato le cose a qualcuno cambierà Liz… Non riesco a leggere la citazione di Liz, ma deduco sia “allora vacci da solo”, giusto? XD
    Ehhhh Mackenzie e Justin sono meravigliosi <3 <3

  6. Amicozzi,

    la trama si infittisce e gli intrighi si decuplicano! Ora che il Natale e la stramaledettissima pausa telefilmica è alle porte la nostra sete di CrossRoads si fa più forte! Acciderbolina! Come faremo?? L’unica consolazione è che questa settimana usciranno ben 3 puntate…ma a noi non bastano! Non basteranno mai! Abbiamo bisogno di una dose giornaliera! l’addiction si farà sentire!

    Visti i repentini cambi di scena, questa volta divido il commento per lochescion così evito di saltare da una città all’altra…che fatica altrimenti!

    NIU ORLINS
    La 2×03 si apre coi miei personaggi preferiti: Liz e Ethan (don’t kill me). Inutile dire che tra i due c’è un gelo che quelli di Frozen se lo sognano. Liz è tesa come una corda di violino mentre Ethan si sta facendo in quattro per mettere a posto il casino che ha combinato.
    Ci prova, forse anche un po’ goffamente a fine turno, invitando la protagonista al Rock Fest (una festa in cui le strade si riempiranno di satanisti, gente che beve da teschi di capre, radical gothic… le solite festicciole easy di Niu Orlins che richiameranno orde di famigliole cristiane insomma).
    Liz, purtroppo, è ancora in modalità “prova a rivolgermi la parola e diventerai cibo per vermi”, quindi il nostro (anzi…il mio dato che qui nessuno se lo caga) Ethan fa marcia indietro.

    Ma trattenete le lacrime Lethaniani! A darci man forte arriva inaspettata, dato che mi ero dimenticata di lei, la sorella del manzo transumante in questione: la carissima Lucy.
    Sebbene anche a me, come a Liz, sia venuto da pensare “Fatti i cazzi tuoi” (#francesismi) devo dire che il suo intervento non è stato così fuori luogo. Talvolta nei telefilm si vedono personaggi che intervengono a sproposito convinti di essere dalla parte della ragione, invece Lucy è stata diplomatica.
    In pratica ha detto che Ethan si fa raggirare come i pensionati da quelli dell’Enel e Michelle, conscia di ciò, ne ha approfittato un po’ troppo. Ma salvo questo, Ethan è una brava persona e a Liz basterebbe rileggere le vecchie puntate di CrossRoads per capirlo! Qualcuno gliele passi per cortesia!

    La giornata, insomma, non comincia nel migliore dei modi e Liz decide di andare a sfogarsi un po’ con Ellie.
    L’incontro con Lucy le ha fatto mettere in discussione il suo comportamento verso Ethan, confondendole le idee già non molto chiare (n.d.a. Se avessimo un euro per ogni volta che leggiamo “non lo so” o “e’ complicato” saremmo alle Canarie sul nostro yacht di 120 metri intenti ad accenderci un sigaro cubano con una banconota da 500€).
    Scherzi a parte, quello che penso della questione Lethan ormai lo sapete e non ho bisogno di ripeterlo…vedrete che dopo la chiacchierata con Lucy, la nostra protagonista darà a Ethan una seconda opportunità e non disdegnerà il Rock Fest.
    Tuttavia non è solo questo che affligge Liz. È arrivata a un punto in cui non sa cosa fare della sua vita, non vede l’utilità di continuare a lavorare come barista dato che il suo sogno è scrivere. Ma il problema è anche questo… il suo sogno è andato in frantumi. Ora cosa le è rimasto?
    Riflettiamoci frateLi e soreLe.

    Ma finalmente dopo mesi di elucubrazioni da parte dei fans, grazie ad Ellie (sempre sia lodata), impariamo cosa è andato storto a New York.
    Ed ecco la terza lochescion della puntata!
    Liz si presenta alla Random House: la più grande casa editrice di NY. Ha un appuntamento con il capo dei capi Lena Dubay. Io mi sarei aspettata un’editor stile Rowling o personcina a modo che ti trasmette la pace dei sensi, invece no…Liz si trova davanti a Cersei Lannister! Devo dire però che senza il bicchiere di vino in mano ho fatto fatica a riconoscerla, ma soprassediamo.
    Il colloquio sembra partire bene: elogi a non finire, qualche piccola sbavatura a livello stilistico. Tutte cose a cui si puo’ rimediare comunque!
    Ma mai fidarsi di CrossRoads, la cetriolata è sempre dietro l’angolo pronta a salstarti addosso e fare scempio del tuo corpo, infatti Lena tempo un petosecondo infrange per sempre il sogno di gloria di Liz.
    Liz scrive bene, ha delle buone basi ma… per Lena non è sufficiente. La campionessa di sensibilità della Random House dice senza tanti peli sulla lingua che il romanzo che Liz ha mandato è impersonale. Non c’è nulla che colpisca chi lo legge, né c’è qualcosa che possa emozionare.
    Riflettendoci un attimo, la perfida Cersei ha convocato Liz per dirle di darsi alla coltivazione di funghi…cioè…che bitch…
    Terminato il colloquio sappiamo già cosa deciderà di fare Liz…
    *violini tristi in sottofondo*

    Rivangare il passato non è mai indolore e dopo la chiacchierata con Ellie, Liz torna a casa con l’intenzione di sfondarsi di Nutella e di rincoglionirsi di film strappalacrime fino a data da definirsi.
    Rientrando, sente rumori strani provenire dalla camera da letto di Lucas.
    Gang bang in corso? Sfida selvaggia a Risiko? no…è solo il fratello che ci dà dentro con qualcuno (chissà chi…*sguardo di odio*).
    E a questo punto Lucas fa l’unica cosa che non doveva fare: scende in cucina seguito da Jess…
    Come ho già detto, non penso che Liz ne farà un problema…secondo me si arrabbierà solo per esser stata “raggirata” ancora una volta (prima Ethan ora Jess…incazzo is coming!).

    Abbandoniamo questa gabbia di matti e spostiamoci in Florida che è meglio!

    A Miami veniamo a sapere che Tylor non ha nessuna intenzione di tornare coi Reckless e concludere il tour, anzi… probabilmente quando la direzione l’ha chiamata per chiederle di cantare deve esserle partito un gesto dell’ombrello con tanto di rincorsa!
    Hank dà la notizia a Mackenzie e a Justin a cui viene voglia di fare un nodo nautico al collo del simpatico compare. Ancora una volta i Reckless sono in difficoltà per colpa sua!
    Fortuna che a evitare lo scontro fra titani ci pensa Mackenzie con la best quote della puntata:

    “Tu [Hank] ne parlerai con Bishow. Io e Justin andiamo a farci un giro in spiaggia.”

    Tiè aggiungo io!
    Mackenzie ci piace! Nonostante si sia aggiunta da poco, sa il fatto suo e sa come imporsi e non è sgodevole, tutt’altro! Non vedo l’ora che la sua storyline sia approfondita!

    Più tardi Mento-a-culo, rifiutandosi di cancellare l’ultima data, approva l’idea di Hank di cercare un’altra cantante e così i provini di X Factor hanno di nuovo inizio.
    E indovinate? Sì, i suddetti provini fanno ancora più schifo di quelli organizzati da Tylor per raccattare un chitarrista.
    Ma! c’è un ma! Hank ha un’illuminazione divina! Perchè non far cantare Leslie?
    La squinzia inizialmente è un po’ titubante ma, ipnotizzata dai bicipiti danzanti di Hank, cede!

    Alla fine il concerto è piaciuto: le fan lanciano a Hank reggiseni, gli uomini meglio non dire cosa, le suore le chiavi del convento! Mento-a-culo è al seventh heaven e a fine serata fa la cosa che gli riesce meglio: organizzare feste devasto con fiumi di alchol per tutti e un silos di cocaina per Hank ovviamente……mannaggia a lui e a chi l’ha messo al mondo!
    Durante la serata, Justin viene avvicinato da Emily che ormai non sa più a che divinità rivolgersi per farsi un giro di lenzuola con lui, ma il bassista è irremovibile. Per tanto i sogni erotici di Emily vanno a farsi friggere.
    La cosa non sfugge a Mackenzie che, in veste di futura BFF, va a parlare con Justin.
    Justin ha scalato la mia classifica: da livello plancton che era, ha raggiunto la vetta! È uno dei pochi a essere coerente con se stesso e a mantenere le promesse anche a chi non se le merita (ogni riferimento a Jess o Lucas è PURAMENTE casuale).
    Vedrete quanto sangue scorrerà per le strade di New Orleans quando Justin tornerà! Son già qui che me la rido diabolikamente!

    L’ultima scena che va a chiudere questa 2×03 riguarda Hank…Hank e Leslie…
    Per me non ha alcuna rilevanza shippesca, anzi… dal momento che Hank era ubriaco e fatto e ha da sempre avuto voglia di farsi Leslie, non spreco ulteriori caratteri per commentare .-.
    Ormai è talmente innamorato di quello che è diventato che poco gli importa chi si scopa o chi ferisce, ma, come si dice, la fama è fugace caro Hank ed è un attimo ritrovarsi a strimpellare “Old McDonald had a farm” nei sobborghi dimenticati anche dai barboni oltre che da Dio.

    Voto: 7,5

  7. Che puntata, cavolo…
    Sono rimasta profondamente colpita dalla scena in cui Liz si trova a faccia a faccia con l’editor. L’editor è una che non ha peli sulla lingua. Mi sono sentita intimorita appena Liz è entrata nell’ufficio. Di sicuro è una tosta, un po’ stronza, ma penso che abbia anche colto il punto. So che per Liz è stata un’esperienza traumatica ma penso che una cosa del genere possa davvero sbloccarti in senso positivo, anche se all’inizio-giustamente- è come se fossi sprofondato tre metri sotto terra.
    Per quanto riguarda Hank, mi sono resa conto che è messo peggio di prima. Speravo che tornasse-se non del tutto, almeno un po’- in sè per quello che era successo con Tylor, ma non sembra essersi davvero reso conto di nulla. Si vede infatti come finisce la serata in compagnia di Leslie. Adoro Just e Mackenzie xD E non mi aspettavo che Just rifiutasse di andare con Emily, perchè pensa ancora a Jessy e desidera cambiare per lei. A proposito di Jessy, la puntata finisce con lei che viene malamente sgamata. Spero davvero che Liz non se la prenda troppo…
    Infine, Ethan e Liz… ho amato Liz quando ha detto <> xD Però sono contenta che sia arrivata Lucy a mediare, forse a questo punto Liz dovrebbe davvero concedere una seconda possibilità a Ethan, proprio per tutto il tempo che ha passato cercando di farsi perdonare. Come ho già detto, non se ne vedono molti in giro che fanno così.

Comments are closed.