1×09 – IF I LOSE MYSELF

PREVIOUSLY ON CROSSROADS

 Questo è un esperimento, è il mio primo telefilm su carta e lo stile non è, chiaramente, come quello di un romanzo… Ci sto ancora lavorando! Per aiutarmi, e per fare continuare la storia, non dimenticate di commentare qui sotto, con le vostre critiche, le vostre impressioni, insomma, dite la vostra!  :)


NEW ORLEANS, OGGI


casa liz

Colonna Sonora – Heaven Knows

Liz scende le scale, l’odore di brioches nell’aria.

LIZ: Hai fatto le brioches!

liz2

LUCAS: Le ho comprate, ho fatto prima.

lucas2

Liz gli sorride, poi guarda dentro il sacchetto appoggiato al tavolo.

LIZ: Allora,l’esame?

LUCAS: Andato! Mi faranno sapere il risultato la prossima settimana..Tu devi andare a lavoro?

Liz scuote la testa, mentre si versa del caffè dal thermos.

LUCAS: E allora come mai sei già sveglia?

LIZ: Guarda che sono le undici.

LUCAS: Appunto.

LIZ: Sto facendo… una cosa.

Lucas la guarda, vorrebbe chiedergli qualcosa, ma si trattiene.

LIZ: Poi sto provando a chiamare Jessy, ma non mi risponde…

LUCAS: Dovete ancora parlare dall’altra sera?

Liz lo guarda dubbiosa, senza capire a cosa si riferisce.

LIZ: L’altra sera?

LUCAS: Si, quando è venuta qui… La stessa sera che è arrivato Hank…

Lucas capisce troppo tardi che Jessy non ha raccontato niente a sua sorella, e immediatamente si ritrova a chiedersi perché. Qualsiasi eventuale domanda di Liz viene invece interrotta dal suono del suo cellulare.

LIZ: E’.. Hank.

Guarda un attimo il display, poi risponde.

LIZ: Ehi!

HANK: Ehi.

La voce del ragazzo le arriva attutita, probabilmente un’interferenza.

HANK: Stai lavorando?

LIZ: Pensi che risponderei?

Si aspetta di sentirlo ridere, invece silenzio.

LIZ: Che succede?

HANK: Sono all’ospedale.

LIZ: Cosa?

HANK: Puoi raggiungermi?




06eastcare

Liz cammina lungo i corridoi, fino a che, nell’area del pronto soccorso, lo trova, il naso fasciato, pesanti occhiaie sotto agli occhi.

LIZ: Cosa è successo?

HANK: Mi hanno rotto il naso.

LIZ: Cosa? Chi? Perchè?

HANK: Liam.

Liz lo guarda, e Hank sa che ha già capito tutto, eppure lo dice lo stesso.

HANK: Ha scoperto di noi.

LIZ: E ora?

HANK: E ora ho il naso rotto.

Liz rimane in silenzio, poi si siede accanto a lui.

LIZ: Sei bello lo stesso, tranquillo.

Hank sorride brevemente.

JUSTIN: Però dovremo rinunciare al tour.

justin10

Liz si gira, Justin a pochi metri da lui. Guarda Hank, senza capire.

HANK: Sa tutto.

LIZ: Che tour?

JUSTIN: Ah,non lo sai?

LIZ: Non so cosa?

HANK: Leslie Randall. Ci ha scritturati come gruppo di apertura ai suoi concerti. A Miami.

Liz sente un tuffo al cuore. Miami.

HANK: Ma ora non corriamo più il rischio. Siamo fuori dai giochi. Non so come faremo con il contratto che abbiamo firmato… Probabilmente ci faranno pagare una penale.

Liz non sa cosa dire, da una parte le dispiace per Hank, dall’altra è sollevata alla prospettiva che rimanga a New Orleans.

LIZ: Mi.. Mi dispiace. Ma sono certa avrete altre possibilità.

Hank la guarda, abbattuto.

HANK: Lo credi davvero?

LIZ: Si, ci credo.

Hank la guarda, sorridendo.

HANK: Allora dovrò crederci anche io.

Liz lo abbraccia, spontaneamente, poi si alza.

LIZ: Pensi di farcela senza di me? Dovrei andare al lavoro..

Justin le strizza l’occhio.

JUSTIN: Ci sono io,tranquilla. E’ meglio stia lontano dalle donne per un pò.

Hank lo guarda, allibito dall’ironia fuoriluogo.

JUSTIN: Ti accompagno alla macchina.

Liz annuisce, poi i due si avviano fuori.

JUSTIN: Pensavo sapessi del tour.

Liz scuote la testa.

LIZ: Hank non mi ha detto niente.

JUSTIN: Jessy lo sa.

Liz si gira repentinamente verso di lui.

JUSTIN: Mi ha scaricato per questo, fondamentalmente.

Justin si infila le mani nella giacca, mentre si ferma di fronte alla macchina di Liz.

JUSTIN: Non sapevi nemmeno questo?

LIZ: Mi sa che Jessy mi deve raccontare un pò di cose.




bar

ROSE: Abbiamo finito.

rose

Liz la guarda abbassare la saracinesca, mentre asciuga gli ultimi bicchieri.

LIZ: Oggi sembrava interminabile.

ROSE: E’ perchè eri sola. Ma te la sei cavata bene.

Le porge una busta bianca, mentre Liz la guarda interrogativa.

ROSE: Il tuo primo stipendio.

Liz appoggia il bicchiere sul bancone, sorridendo.

LIZ: E’ già passato un mese.

ROSE: Già. E’ strano il tempo, vero? Sembra che non passi mai, e invece scorre a dispetto delle nostre percezioni.

Liz rimane assorta, ripensando che è più di un mese che è tornata a New Orleans.

ROSE: Almeno hai imparato a fare i caffè.

LIZ: Grazie ad Ethan.

ROSE: Vi siete aiutati a vicenda, ne sono certa. Andate molto d’accordo, si vede.

Liz annuisce, ricordandosi di dover mantenere la copertura dell’amicizia decennale.

ROSE: Forse un giorno finirete perfino per sposarvi.

LIZ: Non credo proprio.

ROSE: Perchè? E’ un bel ragazzo..

LIZ: Già. Ma io paio non essere il suo tipo.

ROSE: Questo lo pensi tu o te l’ha detto lui?

LIZ: Cambia qualcosa?

ROSE: No. Di solito queste cose vengono dette quando ci si prova ad autoconvincere, in entrambi i casi.

Rose la guarda ancora un attimo, poi sorride.

ROSE: Finisco io. Il tuo turno è finito, tranquilla. Ci vediamo domani.

LIZ: Grazie. A domani, Rose!

Appena uscita, prova a chiamare Ethan, ma risponde la segreteria. Allora si dirige nell’unico posto dove sa di poterlo trovare.




Colonna Sonora – If I Lose Myself (due scene)

jessy (2)

JESSY: Dai, Ellie… Rispondi…

Niente, il telefono squilla a vuoto. Jessy le lascia lo stesso messaggio lasciato poco prima a Liz.

JESSY: Ellie… Ho davvero, davvero bisogno di vedervi. Fatevi sentire appena potete.




residenza_disabili_2

Liz arriva davanti alla residenza, intravede Michelle alla porta, che la saluta agitando il braccio, i ragazzi e i bambini fuori, al calore del sole.

michelle

MICHELLE: Elizabeth, che sorpresa!

Liz la saluta in maniera impacciata, con gli occhi cerca dietro la donna, all’interno della residenza.

MICHELLE: Cerchi qualcuno?

LIZ: In realtà.. Cercavo Ethan. Ho provato a chiamarlo ma non risponde… Pensavo fosse qui.

Michelle scuote la testa, dispiaciuta.

MICHELLE: Mi dispiace.. Non c’è.

Aria, la ragazzina che Liz ha aiutato qualche giorno prima, le tira la maglietta.

lauren
Aria

ARIA: Ciao, Liz!

LIZ: Ciao, Aria. Come stai?

ARIA: Bene, e tu? Ethan dov’è?

LIZ: Me lo sto chiedendo anche io.

ARIA: Non dovrebbe essere con te?

LIZ: Perchè?

ARIA: I fidanzati non stanno sempre insieme?

Liz le sorride, poi scuote la testa.

LIZ: Io e Ethan non stiamo insieme.

ARIA: E perchè no?

Michelle, il sorriso freddatosi sulle labbra, le interrompe.

MICHELLE: Aria, tesoro, Elizabeh deve andare a casa. Tornerà a trovarci un altro giorno.

LIZ: Si, infatti… Ciao Aria… Arrivederci, grazie di tutto…

Michelle fa un sorriso tirato, poi la guarda allontanarsi.




ellie

ELLIE: Ho fatto prima che ho potuto, ho appena staccato alla videoteca..

Le parole le muoiono in gola, quando vede in che condizioni Jessy le apre la porta.

ELLIE: Che succede?

Jessy scuote la testa, le nuove lacrime che le invadono gli occhi. In quel momento, Liz arriva sul vialetto di casa.

LIZ: Jessy…

Jessy indica loro di entrare, e si prepara a raccontare per la prima volta quello che è successo con Justin alle sue amiche.




Colonna Sonora – House On A Hill

Taylor guarda Liam appallottolare tutti i vestiti sparsi nel loro bilocale, lanciarli in una valigia aperta. Gli occhi velati di lacrime, prova per l’ennesima volta a fermarlo, lo prende per un braccio, ma Liam se la scrolla di dosso, spingendola all’indietro, contro il muro.

TAYLOR: Ti prego, Liam…

liam pensieroso T

Liam continua ad ignorarla, la sfuriata contro Hank ha quasi funto da scaricatore di energia.

TAYLOR: Possiamo parlarne,almeno?

Liam si gira di lei, ridendo, arrabbiato.

LIAM: E di cosa dobbiamo parlare, Taylor? Delle varie posizioni in cui ti sei fatta scopare?

TAYLOR: Ti ho detto che mi dispiace..

LIAM: Ti dispiace? TI DISPIACE? Forse hai dimenticato che stiamo insieme da tre anni, cazzo! “Mi dispiace” è un pò poco!

TAYLOR: E’ stato un errore, ho sbagliato..

LIAM: Da quanto tempo stai sbagliando, Taylor?

Lei rimane in silenzio, ma non abbassa lo sguardo.

LIAM: Fà niente, non me lo dire, tanto non ti crederei.

TAYLOR: Per favore Liam..

Gli tocca un bracccio, mentre Liam si volta lentamente verso di lei, perforandola con i suoi occhi duri.

LIAM: Non. Toccarmi.

Taylor lascia la presa, continuando a parlare.

TAYLOR: Abbiamo firmato un contratto, siamo vincolati..

LIAM: Me ne sbatto di quel contratto di merda! Vai a parlarci tu, con Bishow, spiegagli perchè è saltato tutto.

TAYLOR: Per favore, Liam, non buttare via tutto così…

LIAM: Io? E tu cosa hai fatto Taylor? Perchè non te lo sei detto da sola, prima di fare quello che hai fatto? Sei innamorata di lui, almeno?

Taylor rimane in silenzio ancora una volta, chiedendoselo per la prima volta.

TAYLOR: Non lo so…

Scoppia in un singhiozzo, mentre Liam la guarda disgustato. Poi si gira nuovamente, chiude la valigia.

TAYLOR: Però sono innamorata di te. E di questo sono certa.

tylor piange T

Liam si volta, sorridendo nuovamente.

LIAM: Sei sicura di amare me e non lui. Eppure mi hai tradito. Con lui. E’ proprio per questo che mi fai schifo.

Poi sbatte la porta di casa e la lascia lì, rannicchiata contro il muro, le mani sulla testa, gli occhi pieni di lacrime.




A pochi isolati di lontananza, sul letto, Hank ripensa alla notte trascorsa. A Liam, al cazzotto, a Taylor che lo aiuta a rialzarsi mentre Liam se ne va urlando. Poi lei, indecisa su dove andare, su cosa fare, su chi inseguire. Sente la sua voce dirle di andare, di inseguire Liam, come anni prima Jessy consigliò lui di seguire Liz.

Rivede Taylor guardarlo dubbiosa, legge nei suoi occhi “mi sono affezionata” e si sente insistere, assicurandole che chiamerà Justin. Justin, il suo amico. Che infatti lo raggiunge, nonostante tutti i casini avuti, e lo porta al pronto soccorso.

Taylor non gli ha nemmeno scritto come sta, e lui ha chiamato Liz. Perchè lei c’è, lei risponde sempre. A differenza di Taylor, così imprevedibile, così complicata, Liz è chiara; lo è sempre stata, è sempre stata determinata e decisa. Ed è proprio questo che lo spaventa, lo ha sempre spaventato. Perchè lui non ha certezze, lui vuole viversi il momento, rincorrere un sogno.

HANK: Un sogno che stava per spiccare il volo, invece ha finito per schiantarsi sul cemento.

JUSTIN: Wow, che metafora artistica.

Hank si alza di scatto, guardandolo.

HANK: Come hai fatto a entrare?

JUSTIN: Mi ha aperto tua madre. Aggiungerei appena in tempo, considerando la tua predisposizione a parlare da solo. E’ un sintomo di schizofrenia, lo sapevi?

Hank gli tira un cuscino, poi lo guarda.

HANK: Come mai sei venuto?

JUSTIN: Per sapere se eri vivo non basta?

HANK: Esiste whatsapp, per quello.

JUSTIN: Taylor ha detto di incontrarci alla sala prove.

HANK: Cosa? E quando te l’ha detto?

JUSTIN: Mi ha mandato un messaggio. Non ti è arrivato?

Vede la faccia di Hank rabbuiarsi.

JUSTIN: Ovviamente no.

HANK: Ora non mi scrive nemmeno più? Cos’è, colpa mia tutto questo casino?

JUSTIN: Un pò si.

HANK: Non l’ho mai costretta a venire a letto con me. Fidati.

JUSTIN: Mi fido. Conosco lei. Conosco te.

HANK: Se non mi ha scritto niente, non so perchè dovrei venire anche io.

JUSTIN: Ha scritto “messaggio a tutti i membri”.

HANK: Tutti i membri? Cosa vuole, vedere un’altra scazzottata?

JUSTIN: Tranquillo, nel caso stavolta siamo due contro uno.




saletta prove

Hank e Justin entrano nella saletta prove e vi trovano un’affaccendata Taylor.

JUSTIN: Che succede?

Taylor si volta di scatto, e Hank vede che ha pianto. Pur essendosi truccata abbondantemente, ne vede gli occhi gonfi e arrossati; le mani sono continuamente in movimento, come fa sempre quando vorrebbe crollare ma prova ad impedirselo. Si sorprende di quanto la conosca bene. Come se questo contasse ancora qualcosa.

TAYLOR: Scusatemi dell’avviso tardivo.

HANK: Veramente a me non è arrivato nessun avviso.

hank serio T

Taylor si schiarisce la voce, senza guardarlo.

TAYLOR: Pensavo foste assieme.

HANK: Pensavi bene. Sai, avevo solo Justin.

TAYLOR: Mi hai detto tu che potevo andare.

HANK: Non credevo lo facessi davvero.

JUSTIN: Taylor… Perchè siamo qui?

Taylor li guarda entrambi ora, il viso fiero rivolto verso di loro.

TAYLOR: Perchè io a questa cosa, a questo contratto, non ci rinuncio. Non posso permettermi di perdere un’occasione così. E nemmeno voi dovreste. Per di più siamo vincolati, stiamo parlando di Leslie Randall. Non oso immaginare a quanto ammonterebbero i risarcimenti.

JUSTIN: Ma come facciamo?Non vedo Liam da nessuna parte.

TAYLOR: Liam se n’è andato.

JUSTIN: Il che ci spiega perchè saremo costretti a rifiutare. Nessuno fa un contratto a una band incompleta.

TAYLOR: E’ questo il punto. Non sarà incompleta.

JUSTIN: Conosci chitarristi bravi come Liam?

TAYLOR: No, ma ho intenzione di trovarli. Ho stampato questi.

Porge loro dei fogli.

HANK: Audizioni?

TAYLOR: Si, domani pomeriggio. Noi andremo a Miami. Fosse l’ultima cosa che faccio.

Comments

comments

One thought on “1×09 – IF I LOSE MYSELF

  1. Amici lettoronzoli,
    Ormai non ho più tempo di vivere. I commenti incombono così come incombe l’ultima puntata di
    CrossRoads.
    Siamo agli sgoccioli di una prima stagione fenomenale fatta di cliffhanger (colpi di scena), di scene
    inaspettate, scene che abbiamo odiato e altre che invece abbiamo amato senza un tomorrow.
    Nell’episodio precedente i nodi sono venuti al pettine: la relazione extraconiugale di Tylor e Hank
    che rischia di mandare in frantumi il sogno dei Pretty Gnockless, il tour di 3 mesi che ha distrutto il
    rapporto appena ricostruito di Jess e Justin, Liz e gli uomini della sua vita, Jess che si tiene certe
    cose per sé, e… Liam versione Rocky Balboa.
    Hank ha chiamato Liz la quale si scapicolla in ospedale. Oltre a trovarsi Hank con un naso alla
    Michael Jackson e con due borse sotto agli occhi che farebbero invidia a Louis Vuitton, viene a
    sapere da Justin della collaborazione con Ariana Grande e del tour a Miami…e di Jess, che lo ha
    scaricato subito dopo la notizia. La squinzia ultimamente non sta dicendo molte cose.
    Alla fine Justin rimane a tener compagnia ad Hank, mentre Liz va a lavorare.
    E qui la nostra protagonista ha un’interessante conversazione con Rose, la quale si aggiunge alla
    lista dei LETHAN. Anche la titolare vede che tra i due c’è una grande alchimia e consola Liz
    quando la tapina dice “sembra che non sia il suo tipo”
    “Suvvia mia cara dipendente, dicono tutti così, vedrai che te lo ritroverai nel letto in men che non si
    dica”.
    A fine lavoro, Liz raggiunge la Smile House sperando di trovare Ethan. Ma il fustacchione non è lì.
    In compenso anche Aria, una bambina con cui Liz ha passato il tempo qualchec giorno prima, le
    dice “perchè, dato che sei fidanzata con Ethan,non siete assieme?”
    Aaawww….piccole shippers crescono <3 <3
    Liz alla fine tela da quel covo di LETHAN, raggiunge Ellie e una Jess in lacrime che finally
    racconta della rottura con Justin.
    Ma le tears non si arginano qui. Eh sì….è proprio vero che l'amore ha mietuto più vittime della
    guerra #perladelgiorno #saggezzatime
    Ci spostiamo a casa Adams, volevo dire… a casa Tylor. Liam è incazzato più che mai e sta
    raccogliendo la sua roba per abbandonare la bella cantante come una puttana in via Stalingrado.
    LIAM: E di cosa dobbiamo parlare, Tylor? Delle varie posizioni in cui ti sei fatta scopare?
    Oppale esclamo io!
    LIAM: Da quanto tempo stai sbagliando, Tylor?
    Ooppale riesclamo io!
    LIAM: Non. Toccarmi.
    Ok…ora la mena…
    Invece no, Liam non fa nulla delle scene macabre che mi sono immaginata. Semplicemente se ne va
    disgustato.
    Tylor prova a dire qualcosa per sistemare le cose, ma nulla di quello che dice è credibile.
    Se amasse veramente Liam non l'avrebbe tradito con Hank. Questo è poco ma sicuro.
    E quando Liam le chiede se ama Hank, indovinate cosa risponde? Esatto….Non lo so.
    Ma torniamo un attimo da Hank…
    Disteso nel letto di casa sua ripensa agli ultimi roccamboleschi avvenimenti della giornata. Rivede
    Tylor scegliere di seguire Liam piuttosto che rimanere lì insieme a lui, e ripensa al momento in cui
    ha chiamato Liz. Perchè è Liz l'unico punto di riferimento nella sua vita.
    Il resto è tutto un'incognita. Anche il sogno di diventare famosi a un passo dal diventare realtà è
    svanito… mamma mia… che sadness… secondo me ora si taglia…Poco prima di imbracciare la lametta, entra Justin. Tylor ha inviato un messaggio (solo a lui)
    dicendo di trovarsi più tardi alla sala prove.
    Hank, che già non ha avuto una giornata pesante, ci rimane stronzo. Tylor non si è nemmeno
    scomodata a mandarlo anche a lui. Sta zoccola…
    Ritiro il “sta zoccola” pero' perchè Tylor ha un lampo di genio.
    Il fatto che Liam se ne sia andato non puo' precludere il sogno di tutti. Oltretutto Ariana Grande e
    Mr Mento farebbero pagare ai Pretty Gnockless una multa che ti dico ciao.
    La soluzione che propone Tylor è simple: si va a caccia di un nuovo chitarristaaa!!!
    L'appointment è per venerdì per l'attesissima Season Finale!!!
    Se quel giorno avevate in mente di andare a ballare, annullate l'uscita
    Se quel giorno avevate in mente di studiare per un esame, chiudete i libri
    Se quel giorno avevate in mente di partorire, mettetevi un tappo
    Voto: 7,5

Comments are closed.