1×01 – PILOT

Ricordatevi che, affinché il Pilot diventi una serie vera e propria, ho bisogno più che mai dei vostri feedback! Quindi COMMENTATE!

 

“Seconde opportunità”, di Kathleen Morgan

“Molte persone sostengono che nella vita ci sia un numero ridotto di possibilità. Ho sempre creduto fosse vero, fino ad ora. La verità è che nella vita ci viene dato un numero illimitato di occasioni, ma spesso noi decidiamo di non coglierle. Anche questa, in qualche modo, è una scelta. Decidere di rimanere sulla strada che, per puro caso, è stata delineata per noi. C’è però chi decide di coglierle tutte, di ripartire da zero, spesso perché la strada inziale non era delle migliori. Questo è il caso di Phil Harper, leader degli Shameless”

Colonna Sonora – Calm Before The Storm (3 scene)

NEW YORK, TRE MESI PRIMA

new york2

madison square

Phil guarda Shone, dietro le quinte del Madison Square, galvanizzato.

SHONE: Avete visto quanta gente?

SHONE
Shone

NOEL: Certo che l’ho vista, amico!

NOEL
Noel

PHIL: Di cosa vi stupite? E’ uno stadio, cazzo.

PHIL
Phil

Liam, appoggiato al muro, sorride in direzione del suo cantante.

LIAM: E vuoi dirmi che la cosa non ti intimorisce nemmeno un po’?

Liam
Liam

Phil alza le spalle, pratico.

PHIL: Non sono certo qui per noi.

Shone sbuffa, mentre le luci si abbassano e le urla del pubblico cominciano a diventare un unico coro compatto e instancabile.

Shame-less! Shame-less! Shame-less!

E’ la loro ultima data del tour con i Set It Off, ed è una settimana che aprono i loro concerti a New York. Stasera, per il gran finale, il concerto è allo stadio del Madison Square.

Liam alza un sopracciglio, divertito.

LIAM: Ne sei così sicuro?

Phil reprime un sorriso, guarda il resto della band.

PHIL: E allora non facciamoli aspettare.




 

 

REDAZIONE DISCOVER, TRE ORE PRIMA

discover

MATT
Matt

MATT: Sono sicuro, sicurissimo che tu muoia dalla voglia.

KATHLEEN: Mi dispiace deluderti, Matt.

Kathleen
Kathleen

Kathleen si alza velocemente dalla scrivania, inseguita dal suo caporedattore.

MATT: Non trovi che sia un po’ ridicolo, io che ti prego di andare a un concerto?

KATHLEEN: Sì, concordo. Potresti smettere, che ne dici?

MATT: Ho bisogno che qualcuno vada al Madison Square. E’ il concerto di chiusura dei Set It Off…

KATHLEEN: Puoi chiedere ad Ally di farti avere un’esclusiva domani. Sto lavorando all’intervista con i Karma…

MATT: Lo so, ma… Non abbiamo scritto ancora una riga sugli Shameless. E siamo una rivista specializzata nelle band emergenti.

KATHLEEN: Con tutto il rispetto, è ancora troppo presto per scrivere qualcosa su di loro. Sono giovani, hanno fatto solo da spalla ai Set It Off, non abbiamo la minima idea se una volta finito questo concerto rimarranno a galla o spariranno come molti altri…

Matt la guarda, alzando un sopracciglio.

MATT: Con tutto il rispetto, so riconoscere dei talenti.

Kathleen lo guarda, suo malgrado è costretta a dargli ragione.

KATHLEEN: Quando mi promuoverai a reporter fissa di un gruppo?

MATT: Quando troverai il tuo gruppo. Che ne sai, magari saranno proprio gli Shameless.

Kathleen alza un sopracciglio, poi indossa la borsa a tracolla.

KATHLEEN: Voglio gli straordinari pagati.

Matt sorride, si mette sull’attenti, sapeva di poter contare su Kathleen.

MATT: Consideralo fatto!




madison square

 

Phil finisce il pezzo, vede le ragazze e i ragazzi in prima fila seguire le parole del loro brano con il labiale, il coro della folla sembra quasi coprire la sua voce. Rimane per un attimo stranito dal successo che sono riusciti a raggiungere in soli quattro mesi.

PHIL: Grazie a tutti, speriamo di rivedervi tutti al primo concerto degli Shameless!

Fa un inchino veloce e sta per dire qualcos’altro, poi una figura nella folla lo distrae.

Liz.

Liam, vedendo il ragazzo improvvisamente paralizzato, prende parola.

LIAM: Ora vi lasciamo ai…Set It Off!

Le luci sul palco si spengono d’improvviso, e Liam si avvicina a Phil.

LIAM: Ehi, tutto bene?

PHIL: Sì, io… Tutto ok, certo.

Si allontanano verso le quinte, vedono Cody, il cantante dei Set It Off, mostrargli il pollice alzato.

CODY: Grande ragazzi! A dopo!

Cody Carson

Phil annuisce brevemente, distratto. Si guarda un attimo intorno, mentre Shone non smette di muovere le mani a tempo, le bacchette ancora in pugno.

SHONE: Non vedo l’ora di fare concerti tutti nostri. Ci pensate?

Liam sorride, mentre Phil sembra riscuotersi proprio in quel momento.

PHIL: Io.. Devo scendere tra il pubblico.

LIAM: Cosa? Vuoi farti sbranare?

PHIL: Sarò veloce. Ho… Visto una persona.

Noel annuisce, subito d’accordo.

NOEL: Vengo con te. Ho visto una persona anche io… Più di una, in verità!

Fa l’occhiolino al resto del gruppo, Liam si limita a scuotere la testa.

LIAM: Fai in fretta.

PHIL: Certo.

Shone vede gli amici sparire, poi si rivolge a Liam.

SHONE: Come no. Ti va una birra?



Kathleen
Kathleen

KATHLEEN: Vi dico che ho un appuntamento con Phil Harper.

BUTTAFUORI: Certo, e io sono la Fata Turchina.

Kathleen li guarda, esausta. E’ da ore che prova ad entrare dietro le quinte, e maledice Matt per il poco preavviso, che le ha impedito di trovare un biglietto per lo spettacolo.

KATHLEEN: Lo chiederò una sola volta ancora.

BUTTAFUORI: E poi che succede?

Kathleen lo guarda, poi fa un profondo respiro, per prepararsi all’urlo.

KATHLEEN: AL FUOCCCCCOOOOOO!

Il buttafuori non fa in tempo a zittirla, Shone si affaccia dalla stanza attigua, che funge da buffet, subito dopo l’entrata.

SHONE: Che succede?

BUTTAFUORI: Niente..

KATHLEEN: Ciao. Mi fai entrare?

Shone la guarda divertito, mentre la ragazza sfodera il suo sorriso migliore.

KATHLEEN: Sono la ragazza di Phil.

Shone alza un sopracciglio, poi annuisce.

SHONE: Fatela entrare, è con noi.

I buttafuori la lasciano passare, perplessi, mentre Kathleen gli rifila un’occhiata vittoriosa.

KATHLEEN: Grazie mille, Phil mi starà aspettando…

SHONE: So chi è Phil. E so che non ha una ragazza.

shone ride2

Kathleen si rende conto in quel momento di stare parlando con il batterista degli Shameless.

KATHLEEN: Tu sei…

SHONE: Il batterista, già.

KATHLEEN: E perché mi hai fatto entrare?

SHONE: Perché sei fortunata, sei molto carina. Ma ora dimmi..

Shone apre una birra, gliela porge.

SHONE: Cosa vuoi?



madison square

Phil ruba un berretto da baseball ad un ragazzo della sicurezza, imitato da Noel.

NOEL: Pensi che questo ci salverà? Spiegami almeno chi è il bersaglio.

Phil fa un breve sospiro, indica una ragazza bruna, in quel momento girata di spalle verso l’amica.

NOEL: Come fai a sapere se è carina visto che è girata?

PHIL: La conosco.

Noel alza le spalle, pratico.

NOEL: Io conoscerò l’amica, allora. Non è male.

Phil comincia a farsi strada tra il pubblico, spintonando e ricevendo parecchi insulti. E’ a poche decine di metri da lei, quando un ragazzo nerboluto si gira, pronto a fare a pugni.

RAGAZZO: Ehi, bello…

La ragazza accanto a lui, inizialmente agguerrita, lancia un grido.

RAGAZZA: Ma è il cantante degli Shameless!

Phil ingoia un’imprecazione, mentre le due ragazze adocchiate si girano, curiose. Phil afferra Liz per un braccio, senza guardarla veramente, mentre Noel si gira verso l’amica.

NOEL: Seguimi!

Phil la sente docile, lei non oppone resistenza, e mentre tornano dietro le quinte si ritrova a sperare che  abbia finalmente capito, abbia accettato il suo modo di vivere e di essere e lo abbia raggiunto. Quando si gira, si accorge che il braccio che sta tenendo non è quello di Liz.

JEN: Ciao anche a te.

Jen
Jen


 

SHONE: Quindi sei una giornalista.

Kathleen guarda il ragazzo rigirarsi il suo cartellino tra le mani.

KATHLEEN: Come vedi, ho le prove.

SHONE: Conosco il Discover.

KATHLEEN: Questo facilita le cose. Sai che è un giornale che si dedica prevalentemente ai nuovi talenti…

SHONE: Per questo volevi parlare con Phil.

KATHLEEN: Esatto. E mi faresti un grosso favore se..

Shone annuisce, poi la guarda.

SHONE: Purtroppo il mio cantante si è perso. Ma ci sono io, se ti basta.

Kathleen annuisce, pensando che prima o poi il frontman degli Shameless si farà vedere.

KATHLEEN: Certo che sì. Allora, cominciamo?



 

 

Phil la guarda, improvvisamente deluso, cerca di mascherare il suo disappunto. Guardandola con la luce delle quinte, la somiglianza con Liz si va sempre più affievolendo.

PHIL: Io.. Scusa, pensavo fossi un’altra persona.

NANCY: E ti pareva.

NANCY
Nancy

Noel si gira verso la ragazza, sorridendo.

NOEL: No, io non ti ho confusa con nessuno. E poi… Ormai siamo qui, offriamole qualcosa da bere,no?

noel parla e sorride

Phil guarda il suo bassista, scocciato.

PHIL: Fai tu gli onori di casa.

JEN: Le prime impressioni non sono sempre sbagliate.

jen look2

Phil si gira verso di lei, con un sopracciglio alzato.

PHIL: Come scusa?

Nancy, pratica, interviene.

NANCY: Diciamo che Jen non apprezza particolarmente il vostro genere musicale…

JEN: O la vostra immagine. Ma Nancy invece sì…

PHIL: E quindi tu, da brava pecorella, l’hai seguita?

Jen incrocia le braccia, lo guarda accigliata.

JEN: Io non sono una pecorella.

E Phil in un attimo si ricorda una conversazione simile, con Liz. Rimane a guardare quella bella ragazza, la bocca imbronciata e gli occhi arrabbiati, mentre Noel cerca di smorzare la tensione.

NOEL: Ti prego Jenny, dacci la possibilità di farti ricredere..

JEN: Mi chiamo Jen.

NOEL: Ah si, giusto… Dai, la beviamo una birra?

Jen si gira verso il bassista, che le regala un sorriso sincero. Suo malgrado, glielo restituisce.

JEN: Va bene.

NOEL: Su, Phil, non fare il guastafeste!

Phil alza le spalle.

PHIL: Vi raggiungo subito. Vado ad invitare anche il resto della band. Almeno ti farai un’impressione generale.

phil sguardo (2)

Jen lo guarda allontanarsi, scuotendo la testa.



Kathleen
Kathleen

Kathleen prende un appunto veloce, mentre il registratore accanto a lei trascrive tutte le parole di Shone, di fronte a lei che sorseggia una birra.

KATHLEEN: Quindi tu e Phil vi conoscete da molto?

SHONE

Shone annuisce.

SHONE: Praticamente da una vita. Siamo cresciuti insieme.

KATHLEEN: A New Orleans. La patria della musica.

Shone si stringe nelle spalle, dubbioso.

SHONE: E’ la culla della musica, ma le opportunità che offre New York… Sono impareggiabili. Insomma, potendo scegliere sarei rimasto a New Orlenas, ma..

KATHLEEN: Come mai? Fidanzato?

Shone fa un sorriso sarcastico.

SHONE: E ti avrei fatto tutti questi complimenti?

Ora è il turno di Kathleen di sorridere.

KATHLEEN: Conosco l’ambiente musicale.

SHONE: Colpito. Ma io sono un tipo fedele.

Kathleen lo guarda per un attimo, impressionata dal suo modo di flirtare.

kat smile2

KATHLEEN: Quindi niente ragazza?

SHONE: Na. E tu?

Kathleen, suo malgrado, sorride.

KATHLEEN: Sei tu la star, qui.

SHONE: Ma se non mi avevi nemmeno riconosciuto!

Kathleen scoppia a ridere, seguita da Shone. Poi la porta del camerino si apre all’improvviso, ed entra Phil.

PHIL: Scusate il disturbo… Pensavo fossi da solo.

SHONE: Ogni tanto decido di accompagnarmi anche io a qualcuno di piacevole.

Phil fa un impercettibile sorriso.

PHIL: Buon per te. Di là abbiamo altre due presenze femminili…

SHONE: Quella che avevi visto tra il pubblico?

Il volto di Phil si adombra, sia Shone che Kathleen se ne accorgono.

PHIL: Già, ma… Mi ero confuso.

SHONE: Con chi?

Phil non risponde, si limita a cambiare discorso.

PHIL: E tu saresti…?

Kathleen si alza in piedi, gli tende la mano, affabile.

KATHLEEN: Kathleen Morgan, freelance al Discover…

Phil guarda la mano tesa, la stringe suo malgrado.

PHIL: Una giornalista.

KATHLEEN: Già.

PHIL: Non mi piacciono.

Kathleen alza un sopracciglio, stupita.

KATHLEEN: Come?

PHIL: Non fraintendermi, non era una considerazione personale. Diciamo che… Hanno il vizio di manipolare la realtà per ottenere notizie che facciano vendere.

KATHLEEN: Non è il nostro caso…

PHIL: Dicono tutti così. Ma non sono io sotto interrogatorio, quindi…

KATHLEEN: Veramente, per avere un quadro completo…

SHONE: Kat vorrebbe parlare con tutti noi. Ti posso chiamare Kat, vero?

Kathleen annuisce, mentre Phil guarda i due, annoiato.

PHIL: Beh, immagino che dovrà tornare. Scusami, KAT, ma non è proprio serata.

Poi Phil prende un attimo con sé Shone, mentre Kathleen guarda il registratore sul tavolo, che ha continuato a funzionare per tutto il tempo.



 

 

Non appena Shone chiude la porta, Phil gli si avvicina.

PHIL:Ascolta..

SHONE: No, ascolta tu. Non è questo il modo di trattare la stampa, pensavo che ormai lo avessi capito.

Phil lo guarda, ironico.

PHIL: Di trattare la stampa, o di trattare quella mezza modella che hai nel camerino?

Shone lo guarda, risentito.

SHONE: Lo sai anche tu. I giornalisti possono essere i nostri migliori amici, oppure i peggiori nemici, ma se continui con questo atteggiamento…. Indovina da che parte penderà la bilancia?

PHIL: Non è serata…

SHONE: E chissene frega. Noi viviamo della nostra immagine, e nel momento in cui diventi famoso… Lo sai anche tu, deve essere SEMPRE serata.

shone parla con uno della band

PHIL: Allora puoi darmi una mano.

Shone lo guarda, riluttante.

SHONE: Io non credo sia una buona idea.

Phil gli si avvicina, improvvisamente nervoso.

PHIL: Andiamo Shone, non mi faccio da… Da quanto?

SHONE: E che ne so io..

PHIL: Lo sai benissimo, invece. La tieni tu per un motivo, per controllarmi.

SHONE: La tengo io perché avevi promesso di smettere.

Phil allarga le braccia, pratico.

PHIL: Sono tre settimane che non tocco niente.

SHONE: Perché distruggere tutti i progressi stasera?

Phil ripensa a poco prima, alla sensazione di tenere nella mano il polso di Liz, nello scoprire poi che non era lei.

phil sguardo serio3

PHIL: Perché sì. Non costringermi ad andare in giro a comprarla. Pensa se mi vedesse la stampa…

Shone sa che il suo cantante non sarebbe mai così avventato, che sta bluffando. Eppure c’è qualcosa nel suo sguardo, qualcosa di diverso dalla solita arroganza, quel dolore di fondo che stasera sembra così accentuato. Suo malgrado, annuisce.

SHONE: Arrivo. Aspettami con Noel.

Phil sorride, facendogli l’occhiolino. Poi apre la porta, guarda Kathleen sorridendo.

PHIL: Alla prossima. Ti devo un’intervista.

La ragazza lo vede sparire, mentre Shone riappare, in imbarazzo.

SHONE: Io… Devo andare.

Kathleen annuisce, mascherando la delusione.

KATHLEEN: Ma certo, capisco…

SHONE: E io capisco che tu abbia troppe poche informazioni per il tuo pezzo. Se vuoi tornare, io e Phil saremo lieti di aiutarti.

Shone si avvicina alla scrivania, prende un foglio e gli trascrive un numero di telefono. Kathleen lo prende, sorridendo.

KATHLEEN: E’ il tuo numero o quello di Phil?

Shone sorride, non riuscendo a nascondere un filo d’imbarazzo. Kathleen lo guarda, ironica.

KATHLEEN: Lo immaginavo.



Phil arriva nell’angolo bar, ritrova le due ragazze con Noel e Liam.

PHIL: Guardate chi si è unito a noi… Scommetto che ora hai un’idea diversa degli Shameless, ho indovinato?

Jen lo guarda, sorridendo.

JEN: Vero.

Liam sorride, schernendosi.

LIAM: Troppo buoni..

In quel momento il manager dei Set It Off si affaccia, sorridendo.

MANAGER SET IT OFF

MANAGER: Liam? Posso parlarti un attimo?

Liam annuisce, e scusandosi si allontana.

NANCY: Come mai chiama solo lui?

NOEL: Diciamo che Liam è il nostro intermediario burocratico.

JEN: Chissà perché, non mi stupisce.

Phil sorride, mentre si siede vicino alla ragazza, nel posto lasciato da Liam.

PHIL: Non tutti hanno grandi capacità oratorie come lui… O te.

JEN: Era un complimento?

PHIL: Interpretalo come preferisci.

jen little smile

Jen fa il primo vero sorriso della serata, e Phil nota nuovamente una leggera somiglianza.

PHIL: Allora Jen, cosa fai nella vita?

Jen lo guarda, ammirata.

JEN: Hai ricordato il mio nome. Wow. Faccio praticantato in uno studio legale.

PHIL: Sei un avvocato? Fantastico, potremmo averne bisogno.

Jen lo guarda, ironica.

JEN: Non mi riesce difficile crederlo. Se tratti tutti con la gentilezza di prima…

Phil le sorride, scusandosi.

PHIL: Hai ragione, ma diciamo che… Non è la mia serata migliore.

JEN: Perché non sono la persona che credevi che fossi?

Phil si chiede un attimo cosa risponderle, poi si decide ad annuire.

PHIL: Già, anche per quello.

In quel momento si affaccia Shone, gli fa segno di seguirlo.

PHIL: Io devo… Andare. Però, se ti fai vedere al prossimo concerto, ti prometto un post-spettacolo migliore di questo.

JEN: In cambio di…?

PHIL: Una consulenza gratuita. Sono certo che mi servirà.

Phil le sorride, e Jen non può fare a meno di imitarlo. Il ragazzo ha un che di magnetico.

PHIL: Buona serata!

Noel si gira, guardando i due che spariscono improvvisamente. Si stringe nelle spalle, guarda Jen.

NOEL: Tra poco torna Liam. Mi sa che è decisamente più il tuo genere.

Jen gli sorride di rimando, mentre quella certezza comincia a non essere più così condivisa.



MANAGER SET IT OFF

MANAGER: Sarò veloce.

Liam lo guarda, annuendo, mentre i Set It Off salutano il pubblico.

Liam
Liam

MANAGER: Siamo molto, molto soddisfatti del lavoro che avete svolto. Il vostro sound è perfetto per fare da spalla ai Set It Off, ma in questi quattro mesi ho cominciato a capire che il valete più di questo.

LIAM: Noi… Siamo riconoscenti per l’opportunità dataci e… La ringraziamo per i complimenti.

MANAGER: Guardo semplicemente la reazione del pubblico, Liam. E quello che vedo è che vi è già una bella fetta interessata a voi. Stamattina… Ho ricevuto una proposta da una casa discografica. Per voi.

Liam strabuzza gli occhi, improvvisamente senza parole.

LIAM: Cioè… Intende dire che…

MANAGER: Che vogliono mettervi sotto contratto discografico. Vogliono produrvi, Liam. E se a voi va bene… A me piacerebbe rappresentarvi.



 

Shone gli porge una bustina, apprensivo. Phil la guarda, perplesso.

PHIL: Questa è la metà della metà..

SHONE: Non ti lamentare, e muoviti.

PHIL: Lo hai fatto per una vita, da quando ti fa paura anche solo toccarla, la coca?

SHONE: Da quando non ho più bisogno di spacciare per sopravvivere.

Phil rimane un attimo in silenzio, pensa di restituire la bustina, di dire a Shone di buttare tutto, perché lui ne sta venendo fuori, perché è per colpa di tutto questo, di tutto quello che è stato fino a quel momento, che Liz lo ha lasciato. Poi si riscuote, si ricorda che il vero motivo è Hank, o quell’altro idiota, che lui non sarebbe comunque mai andato bene, perché c’era già qualcun altro perfetto per lei. E non è lui. Stringe la bustina nel pugno, fa il suo solito sorriso strafottente.

PHIL: Comincia a pensare ad un locale per il dopo serata.

Poi si allontana, lasciando Shone da solo a riflettere sulla situazione.



Colonna Sonora- I’m Not Okay (fino alla fine)

new york strada

Kathleen
Kathleen

Kathleen digita il numero di Matt, mentre torna a casa in taxi dal Madison Squale.

MATT: Dimmi che hai l’articolo.

Matt
Matt

KATHLEEN: Brutte notizie, diciamo. Ho parlato con il batterista degli Shameless, intravisto il cantante e poi congedata con poche informazioni.

MATT: E ora come..

KATHLEEN: Ringrazia che sono riuscita ad entrare senza pass. E che ho strappato ad entrambi la promessa di un intervista nell’immediato futuro.

Sente Matt fare una leggera risata di sollievo.

MATT: Andrà dritta nel prossimo numero… Mi chiedo come tu abbia fatto ad entrare e a strappare questa promessa.

KATHLEEN: Credo di aver fatto colpo.

MATT: Sul cantante? Beh complimenti, sembra un bel ragazzo.

KATHLEEN: No, sul batterista. Ma hai ragione, il cantante non è per niente male.



Liam torna dentro al bar, raggiante, dove i Set It Off li hanno appena raggiunti.

LIAM: Grandi notizie!

Noel lo guarda, curioso.

LIAM: Abbiamo un contratto discografico!

liam smile2

Cody e il resto della band manda fischi di ammirazione, mentre Noel, ancora accanto a Nancy, alza il bicchiere in segno di festeggiamenti.

LIAM: Ma non è finita… Condivideremo lo stesso manager!

Cody si avvicina per abbracciarlo, mentre Noel, un braccio intorno alla vita di Nancy, guarda gli altri.

NOEL: Direi che dobbiamo festeggiare! Un giro per tutti, offro io!

LIAM: Aspetta, mancano Shone e Phil…

Cody si avvicina al chitarrista, complice.

CODY: Li vado a cercare io. Direi che hai qualcuno che ti aspetta al bancone.

LIAM: Ah, non credo che sia interessata a me..

CODY: Finchè non provi non lo sai.

Liam si avvicina a Jen, Nancy e Nocel, che lo guarda eccitato.

NOEL: Io direi che in attesa di Phil e Shone, poissiamo brindare con le ragazze!

Liam fa un leggero sorriso, annuisce.

LIAM: Come posso rifiutare un invito del genere?

Noel fa per prendere una bottiglia, quando il cellulare nella tasca lo blocca. Lo estrae velocemente, sul display un nome a cui non può non rispondere. Subito si fa serio.

NOEL: Arrivo subito…

Si allontana, risponde alla chiamata. Ascolta con attenzione, prova a rispondere.

NOEL:Io.. Sto cercando di fare tutto il possibile, credimi. Ma proprio ora abiamo riceuto una grande notizia, credo che i prossimo mesi saranno piuttosto pieni.. Ma certo che so che questo è più importante!…. Ok, domani mattina guarderò i voli. Certo, ok. Buonanotte.



 

SHONE

Shone, in compagnia dei buttafuori, sta fumando una sigaretta.

BUTTAFUORI: Complimenti a Phil. La ragazza di prima non era niente male.

Shone sorride, abbozzando.

SHONE: Sì, ma non è la ragazza di Phil..

Il buttafuori si fa preoccupato.

BUTTAFUORI: E allora chi abbiamo fatto entrare?

Shone gli appoggia una mano sulla spalla, sorridendo.

SHONE: Forse la mia futura fidanzata.



PHIL

Phil si piega sul lavandino, mentre con le dita della mano destra arrotola a banconota. Cody, nel frattempo, dopo aver cercato nel suo camerino,si dirige in bagno, sentendo dei rumori. Bussa leggermente.

CODY: Phil?

Phil non riconosce la voce, ha la banconota perpendicolare alla polvere sparsa sul lavello.

PHIL: Sì, arrivo…

Ma Cody non sente l’ultima parola. Apre la porta, eccitato.

CODY: Avete delle novità…

Le parole gli muoiono in gola, mentre Phil, che ha appena tirato, si ritrova a guardarlo stralunato, la droga che entra in circolo e lo anestetizza leggermente.

CODY: Ma che cazzo sta succedendo?



 

“E’ probabile che nel fare delle scelte si sbagli. E’ inevitabile, perché si è umani. Il punto non è quanti errori si facciano, ma cosa si finisca con il fare di questi errori. Essere in grado di ricevere un insegnamento, anche attraverso il prezzo che questi sbagli portano con sé. Phil Harper ha pagato tutti gli errori commessi, a volte anche più del costo pattuito, e ha continuato a sbagliare e a pagare. Fino a dover saldare il prezzo più alto.”

 

 

 

 

Comments

comments

9 thoughts on “1×01 – PILOT

  1. Ero scettico ma ammetto che sembra interessante!
    Dove Liz colpisce fa danni! Quasi che l’odioso Phil qui mi fa pena e diventa il povero Phil.
    Ci sono due dubbi che mi sono venuti in mente leggendo:
    1) ma è andato in overdose Phil? penso che lo scoprirò continuando a leggere 🙂
    2) il registratore era rimasto sul tavolo e ha continuato a fare il suo lavoro anche quando il batterista e Phil parlavano?
    Ma visto che c’è Luke Mitchell (Noel) ci sarà la remota possibilità di vedere anche l’incantevole Chloe Bennnet sua companga sul set di Agent of S.H.I.E.L.D. 🙂
    Spero resti ambientato a New York.

  2. Ah, per principio non rispondo! ahahaah Kat piace tantissimo anche a me, mi sono innamorata di Iris in Flash… e poi mi dà l’impressione di una tosta 😉

  3. Beh è il pilot.. Quindi presumo ci voglia un po, per essere totalmente coinvolti.. Più che altro leggendo i prossimi capitoli cercherò di capire il perché ti ha portato a scrivere uno spin off con una focalizzazione rilevante dal punto di vista di un personaggio come phil.. E se eventualmente se si evolverà o se rimarrà eternamente “bello e dannato”.. Anche se secondo me, sarà più la prima.. Bella scelta Kat! 🙂

  4. Ahhh speriamo che tu non sia l’unica a pensarla così!! 🙂
    Sì in realtà Kathleen è un personaggio abbastanza centrale (infatti è l’autrice del pezzo con cui si apre la puntata), e come personaggio trovo sia molto sfaccettata 😉 In più mi piaceva analizzare il rapporto tra l’ambiente musicale e la stampa, che non sempre è idilliaco (anche nella vita reale 😉 )
    Sì, Cody è abbastanza stranito anche se Phil, come hai detto tu (e come dirà lui stesso ) non è il primo, ma tra il sapere che c’è gente che si droga e che c’è una band che stai per ingaggiare che lo fa, ce ne passa… poi tutto verrà comunque discusso nella prossima, eventuale, puntata 😉
    Grazie mille per il commentino, hai contribuito attivamente alla riuscita (ipotetica) di questo progett 😀

  5. Ma io voglio assolutamente sapere il seguito!!!
    Non pensavo che Phil ci fosse rimasto così male per Liz, non credevo che fosse a tal punto preso, pure innamorato (?), di sicuro questa Jen pare averlo colpito per la somiglianza, anche se lontana con Liz, diciamo che entrambe condividono un carattere forte e poco accondiscendente!
    Il cantante dell’altra band è rimasto abbastanza stranito dal fatto che Phil si facesse di coca, certo, anche in campo musicale non è proprio quello che si dice un comportamento corretto, però, è molto più semplice trovare cantanti che si fanno, no? Non credo che Phil fosse il primo…
    i membri della band mi piacciono tanto tutti 😀 Shone è troppo carino! e sono stracontenta del fatto che hai inserito il personaggio di una giornalista, Kathleeen mi sembra una ragazza sveglia e in gamba!
    Non vedo l’ora di leggere il seguito, pilot riuscitissimo 😀

  6. Yeaaahhhhhhhhh 🙂 I guai di questi 4 sono tanti, effettivamente…. Come dicevo anche all’ele, l’inizo e la fine come articolo di Kathleen (che è un articolo unico), accompagneranno la narrazione, ma non so se saranno in tutti gli episodi, perchè il rischio è di avere troppi spoiler dall’artcolo stesso (che è comunque scritto tre mesi dopo gli eventi che stiamo raccontando 😉 )
    Comunque sì, per tutti gli intrighi che ho in mente piacerebbe anche a me che diventasse una serie vera!
    Lo sapevo avresti apprezzato Cody… Motivo in più per ascoltare i Set It Off 😉

  7. È straficoooooo!!! Sebbene io non abbia mai amato particolarmente la figura di Phil, ne come personaggio ne come pretendente di Liz, questo spin off è veramente molto interessante. Forse il suo personaggio è più azzeccato come. protagonista, forse perché i suoi guai sono talmente tanti da essere risicati in una semplice comparsa!
    Cody è un figo e ora andrà a spifferare tutto. Noel, che segreto avrà invece??
    Il pezzo finale mi incuriosisce molto, mi fa pensare che tutta la serie sarà intervallata da narrazione e da pezzi di articoli di giornale che vedranno il successo del gruppo dal punto di vista della cronaca. È molto particolare e sicuramente interessante!
    Io alzole mani per far diventare questo pilot una serie vera!!

  8. ahhhh lo spero anche iooooo (sono qui che fremo aspettando considerazioni, come ben sai :p )
    Shone è mucho carino, Liam è Liam (rimane il buonone del gruppo), Phil si scopre con un cuore (e ancora molto c’è da scoprire :p ) e Noel… Beh, anche Noel ha i suoi misteri 😉

    L’articolo di Kathleen lo avevo immaginato anche io come apertura e chiusura di ogni puntata, ma vedrò se saltarne qualcuna perchè aprendole tutte rivelerebbe molte cose (come hai visto l’articolo di Kathleen rappresenta un salto temporale di 3 mesi, rispetto al periodo in cui racconto i fatti..
    In realtà questo pilot è di rodaggio, perchè i misteri non faranno altro che aumentare (e la stampa non aiuterà di certo!) 😉
    thanksss <3

  9. wow…sapevo che sarebbe stato uno spin-off interessante, ma non così tanto!!! me lo sono letto tutto d’un fiato!

    gli shameless son troppo badass! in una ipotetica sfida contro i carpe diem di cr, credo tiferei per loro!
    uno perchè c’è il mio Liam bisfrattato da tutti i lettori di crossroads (è una ferita che non si rimarginerà mai) e due per Shone che, a mio parere, è il personaggio che più spicca in questa prima puntata!
    spicca e si shippa subito con kathleen…aiuto! ho già capito che si soffrirà anche qui! i loro scambi di battute sono azzeccati! poi shone ha un sorrisone che chiunque cadrebbe ai suoi piedi! <3

    una lacrima pero' mi è scesa anche per Phil quando ferma la ragazza credendo si tratti di Liz…mi sa che farà soffrire un po' di cuori il nostro caro cantante!
    ah e farà anche incazzare un mucchio di gente!!! XD

    Noel per ora mi è simpatico! mi chiedo chi sia la persona con la quale parlava al telefono..

    mooolto ma mooolto faigo è anche l'articolo di kathleen che apre e chiude la puntata…sarebbe bello se ogni episodio cominciasse e finisse così!!!

    Un pilot di tutto rispetto! spero vivamente che prenda il largo! 🙂

Comments are closed.